TRIBUNALE DI NUORO

(GU Parte Seconda n.58 del 18-5-2017)

 
                   Notifica per pubblici proclami 
 

  Le sottoscritte Cualbu Mariantonia nata a Fonni il 20  aprile  1949
res.te in Decimomannu (CA) via S.Pintor n.2, rappresentata  e  difesa
dall'Avv.Corrado Murru con studio in Cagliari Via San  Saturnino  85A
ove e' elettivamente dom.ta e Cualbu Elisabetta, nata a  Fonni  il  6
ottobre 1950, rappresentata e difesa dall'Avv.Maria Anna  Sirigu  con
studio  in  Nuoro  Via  Roma  7  ove  e'  elettivamente  domiciliata,
autorizzate con provvedimento del Presidente del Tribunale  di  Nuoro
in data 13.04.2017 nel procedimento V.G. 298/2017 alla  notifica  per
pubblici proclami ex art.150 cpc dell'atto di citazione, col quale le
istanti  hanno  chiesto  l'integrazione   del   contraddittorio   nel
procedimento pendente nanti il Tribunale di  Nuoro,  Sezione  Civile,
promosso da Cualbu Mariantonia, distinto al  R.G.  323/2015,  Giudice
Dott.ssa Tiziana Longu, nei confronti degli intestatari di una  serie
di immobili posseduti dal Signor Cualbu Pietro nato  a  Fonni  il  21
gennaio  1913,  ed  ivi  deceduto  in  data  30  gennaio  2004,  onde
contraddire  sulla  domanda  di  usucapione  spiegata  nei  di   loro
confronti. 
  Cio' premesso, Cualbu Mariantonia e  Cualbu  Elisabetta,  ut  supra
rapp.te 
  citano 
  Cualbu Giuseppe di  Michele,  Cualbu  Pietro  fu  Giuseppe,  Cualbu
Michele fu Giuseppe, Cualbu Raffaele fu Giuseppe, Cualbu Giuseppe  fu
Salvatore, Cualbu Giuseppe fu Michele, Cualbu Raffaele  fu  Giuseppe,
Cualbu Giuseppe fu Michele, Cualbu Michele fu Giuseppe, Cualbu Pietro
fu Giuseppe, Cualbu Raffaele fu Giuseppe, Garau Maria  Nunzia,  Zedda
Regina fu Francesco Mar.Vacca, Corda Giuseppe  fu  Antioco,  Pillittu
Vittoria fu Salvatore mar.Medda, Cualbu Giuseppe fu Michele,  Troncia
Tolu Maria, Carta Mereu Caterina, Giovanna Rita  fu  Antonio,  Cualbu
Antonio fu Pietro, Cualbu Giuseppe di Cualbu Loi  Anna,  a  comparire
nanti il Tribunale di Nuoro, all'udienza del 21 settembre  2017,  ore
09.00, nanti Giudice Dott.ssa Tiziana Longu,  nel  procedimento  R.G.
323/2015, con invito a costituirsi nel termine di venti giorni  prima
dell'udienza indicata ai sensi e nelle forme  stabilite  dall'art.166
cpc e con l'avvertimento che la costituzione oltre i suddetti termini
implica le decadenze di cui agli artt.38 cpc e 167 cpc e che,in  caso
di mancata costituzione, si procedera' in loro  contumacia,  per  ivi
sentir accogliere le conclusioni riportate dalle  parti  istanti  nei
rispettivi atti, ovvero: Cualbu Mariantonia, chiedendo al Giudice  di
voler 1)=Disporre secondo le norme  della  successione  legittima  lo
scioglimento della comunione ereditaria esistente tra Mulas  Giovanna
Maria, Cualbu Mariantonia, Cualbu Elisabetta, Cualbu Giovanni, Cualbu
Anna Maria, Cualbu Ida, Cualbu Lucia, Cualbu Giuseppina Laura, Cualbu
Lauretta, Cualbu Salvatore e Cualbu Francesco, su  tutti  i  beni  su
tutti i beni relitti dal Signor Cualbu Pietro, nato  a  Fonni  il  21
gennaio 1913, ed ivi deceduto in data 30 gennaio 2004, come  indicati
in atto di citazione,  previo  accertamento  e  determinazione  della
consistenza dell'asse ereditario relitto, e  formazione  delle  quote
ereditarie: per l'effetto, assegnare e/o attribuire  a  ciascuno  dei
coeredi la porzione dei beni  corrispondente  alla  quota  ereditaria
spettante; ordinare ai coeredi nella detenzione dei  beni  caduti  in
successione la rappresentazione dei frutti, oltre agli interessi e la
rivalutazione monetaria; porre le spese di lite a carico della massa,
ovvero in caso di contestazioni secondo le norme sulla soccombenza; e
Cualbu Elisabetta, chiedendo al Giudice  di  voler,  in  accoglimento
della domanda riconvenzionale di usucapione, dichiarare l'intervenuta
usucapione del diritto di proprieta' in capo a  tutti  i  coeredi  di
Pietro Cualbu nato a Fonni il 21 gennaio 1913 ed ivi deceduto  il  30
gennaio 2004 sui seguenti immobili:  Terreni  agricoli  dove  insiste
azienda agricola  in  Decimoputzu  localita'  Sa  Codda  Serra  Gureu
distinti  in  catasto  al  Fg.2  mappale  9;  Terreni   agricoli   in
Decimoputzu localita' Orredda distinti in  catasto  al  Fg.1  mappali
113, 52, 76, 250, 251, 252, 253, 254, 255, 306 ex 256,  304  ex  257,
258, 309, 310, 311; Terreni agricoli in Decimoputzu Localita' Sa Doda
distinti in Catasto al Fg.2 mappali 53, 2, 804, 805, 806,  807,  808;
Terreni  agricoli  dove  insiste  azienda  agricola  in   Decimoputzu
localita' Serra Gureu distinti in catasto al Fg.1, mappali 260,  261,
262, 263, 264, 265, 266, 267, 268, 21, 22, 26, 30, 31,  33,  34,  18,
23, 279, 280; Terreni agricoli in agro di Fonni localita' Su Ninnieri
distinti in catasto al Fg.44 mappali 16, 79, 80, 81; Terreni agricoli
in agro di Fonni in localita' Pitzu e Monte distinti  in  catasto  al
Fg.25 mappali 18 (per una quota di 4/5) e 26 (per una quota di 3/10);
Terreno agricolo in  agro  di  Fonni  localita'  Mameli  distinto  in
catasto al Fg.24 mappale 7; Terreni edificabili  in  Fonni  localita'
Martine distinti in catasto al Fg.11 mappali 551 (per una quota di ¾)
e 640, con vittoria di spese e compensi di  causa  solo  in  caso  di
opposizione; disporre lo scioglimento della  comunione  ereditaria  e
per l'effetto assegnare e/o attribuire  a  ciascuno  dei  coeredi  la
porzione dei beni corrispondente alla quota  spettante;  ordinare  ai
coeredi  nella  detenzione  dei  beni  caduti   in   successione   la
rappresentazione dei frutti, oltre agli interessi e la  rivalutazione
monetaria: porre le spese di lite a carico della  massa,  ovvero,  in
caso  di  contestazioni,  secondo   le   norme   sulla   soccombenza.
Nuoro-Cagliari, 8 maggio 2017. 

                         avv. Corrado Murru 
                       avv. Maria Anna Sirigu 

 
TX17ABA5309
mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato