TRIBUNALE CIVILE DI TRAPANI
SEZIONE DISTACCATA DI ALCAMO

(GU Parte Seconda n.54 del 8-5-2010) 

 
                          ATTO DI CITAZIONE 
 

  I signori Scibilia Pietro, nato a Castellammare del Golfo  (TP)  il
22.11.1923  (CF  SCBPTR23S22C130P)  e  Di  Filippi   Vita,   nata   a
Castellammare del Golfo (TP)  il  20.01.1931  (CF  DFLVTI31A60C130D),
entrambi residenti a Castellammare del Golfo  (TP),  via  Madonna  di
Fatima, n. 57, elettivamente domiciliati in Trapani, via Rocco Solina
n. 2, presso e  nello  Studio  Legale  dell'Avv.  Antonino  Sugamele;
FATTO. Gli odierni attori possiedono uti dominus dal dicembre 1960 un
immobile sito a Castellammare del Golfo, nella via Madonna di Fatima,
n. 14, foglio 91, particella  275,  sub.  2;  L'odierna  attrice,  in
verita', vi abita fin dal 1958,  data  in  cui,  gia'  sposatasi  con
Scibilia Pietro, vi ando' a vivere insieme  alla  sig.ra  Di  Gaetano
Camilla, proprietaria dell'immobile sito in via Madonna di Fatima  n.
14; Dal 9.12.1960, data della morte della sig.ra Di  Gaetano  Camilla
(la quale era nubile e senza eredi), ovviamente la sig.ra Di  Filippi
Vita continuo' ad abitare  l'immobile,  e  a  comportarsi  per  tutti
questi anni da legittima proprietaria indiscussa  sullo  stesso;  Nel
corso di tutto questo tempo il possesso da parte degli odierni attori
e'   stato   continuo,    ininterrotto,    pacifico,    pubblico    e
ultraventennale.  Al  fine  di  accertare  gli  attuali   intestatari
dell'immobile e' stato incaricato il  geom.  Antonino  Di  Felice  di
effettuare  le  necessarie  ricerche  presso  i   Pubblici   Registri
immobiliari; Dalla ricerca effettuata dal tecnico  risulta  (doc.  c)
che l'immobile sito  nel  comune  di  Castellammare  del  Golfo,  via
Madonna di Fatima n. 14, foglio 91, particella 275, sub. 2, categoria
a/3, classe 5, consistente in 5  vani,  e'  tuttora  intestato  a  Di
Gaetano Arcangelo, Di Gaetano Camilla e Ruffino Giovanni;  Stante  il
tempo trascorso dalla  morte  dell'ultima  dei  tre  proprietari,  Di
Gaetano Camilla  (9.12.1960,  peraltro  nubile  e  senza  eredi),  e'
ragionevole ritenere i coniugi Scibilia Pietro e Di Filippi Vita  gli
unici proprietari dell'immobile.Nessuna notizia vi e' in relazione ad
eredi della sig.ra Camilla Di Gaetano per cui si rende necessaria  la
notifica  ex  articolo  150   cpc.   -   DIRITTO.   Ai   fini   della
configurabilita'  del  possesso  ad  usucapionem  e'  necessaria   la
sussistenza  di  un  comportamento   possessorio   continuo   e   non
interrotto, inteso inequivocabilmente ad esercitare sulla  cosa,  per
tutto il tempo previsto  dalla  legge,  un  potere  corrispondente  a
quello  del  proprietario  o  del  titolare  di  un  diritto   reale,
manifestato con il compimento di atti conformi alla qualita'  e  alla
destinazione  del  bene  e  tali  da  rivelare  sullo  stesso,  anche
esternamente, una indiscussa e piena  signoria,  in  contrapposizione
all'inerzia del titolare (Cass. civ., 18392/06).  Tali  comportamenti
sono senza dubbio stati messi in atto dagli odierni  attori,  essendo
dal 1960 gli unici ad avere abitato l'immobile, a possedere le chiavi
dello stesso, e ad avere effettuato i lavori che nel corso degli anni
si sono  resi  necessari;  Peraltro  l'animus  possidendi  necessario
all'acquisto della proprieta' per usucapione da parte di chi esercita
il potere di fatto sulla cosa,  non  consiste  nella  convinzione  di
essere proprietario bensi' nell'intenzione di comportarsi come  tale,
esercitando corrispondenti facolta'. Tanto dedotto  e  rilevato,  gli
attori, come innanzi domiciliati,  rappresentati  e  difesi,  poiche'
intendono  vedere  giudizialmente  accertata  in   loro   favore   la
proprieta'  dell'immobile  in  oggetto  per  intervenuta   usucapione
ventennale ex art. 1158 c.c., previa  autorizzazione  del  Presidente
del Tribunale di Trapani - Sezione distaccata di Alcamo a  notificare
l'atto di citazione ai sensi dell'art. 150 c.p.c., CITANO Gli eredi e
aventi causa, ove esistenti,  della  sig.ra  Di  Gaetano  Camilla,  a
comparire innanzi al Trib. Civile  di  Trapani,  sez.  distaccata  di
Alcamo, sito in Via Verga, all'udienza del 23.02.2011  ore  di  rito,
dinanzi al  Giudice  designando  ai  sensi  dell'art.  168  bis,  con
l'invito a costituirsi in giudizio nel termine di GIORNI VENTI  prima
della fissata udienza ai sensi e nelle forme stabilite dall'art.  166
c.p.c., con  espresso  avvertimento  che  la  costituzione  oltre  il
suddetto termine implica le decadenze di cui agli articoli 38  e  167
c.p.c. e che, in difetto,  di  costituzione  si  procedera'  in  loro
declaranda contumacia. Tutto cio' premesso VOGLIA IL TRIBUNALE CIVILE
DI TRAPANI SEZIONE DISTACCATA  DI  ALCAMO  Disattesa  ogni  contraria
istanza, eccezione e difesa, in via principale dichiarare gli odierni
attori proprietari esclusivi dell'immobile sito  in  via  Madonna  di
Fatima n. 14, foglio 91, particella, n.275, sub. 2,  per  acquisto  a
titolo originario. in via istruttoria Ammettersi prova per testi  sui
seguenti capitoli: 1) Vero e' che vivo  a  Castellammare  del  Golfo,
nella via Madonna di Fatima.2) Vero e' che abito  da  61  anni  nella
predetta abitazione.3) Vero e' che  a  tutt'oggi  i  sig.ri  Scibilia
Pietro e Di Filippi Vita si sono sempre comportati come gli  unici  e
indiscussi proprietari dell'immobile sito in via Madonna di Fatima n.
14.Si indicano come testimoni:Messina Anna, nata a Castellammare  del
Golfo il 24.06.1922, ivi  residente  in  via  Madonna  di  Fatima  n.
30.Ammettersi prova per testi sui seguenti capitoli:1)Vero e' che  ho
abitato a Castellammare del Golfo, nella via Madonna di  Fatima,  dal
1960 al 1963.2) Vero e' che sia negli anni in cui  ho  abitato  nella
suddetta via, sia negli anni successivi, i sig.ri Scibilia  Pietro  e
Di Filippi Vita hanno sempre abitato in  via  Madonna  di  Fatima  n.
14.3) Vero e' che i sig.ri Scibilia Pietro e Di Filippi Vita si  sono
sempre  comportati  come  i  legittimi   e   indiscussi   proprietari
dell'immobile sito in via Madonna di Fatima n.  14.Si  indicano  come
testimoni:Caleca  Rosario,  nato  a  Castellammare   del   Golfo   il
31.07.1935, ivi residente in Viale  L.  da  Vinci  n.  102.Fiordilino
Paola, nata a Castellammare del Golfo il 5.4.1941,  ivi  residente  n
Viale Leonardo da Vinci n. 102.Con riserva  di  articolare  ulteriori
eccezioni processuali e di merito, non rilevabili d'ufficio, ex  art.
180  comma   2   c.p.c.,   nuove   argomentazioni,   precisazioni   e
modificazioni ai sensi dell'art.183  c.p.c.  ed  ulteriori  deduzioni
istruttorie ai sensi dell'art.184 c.p.c.Ai sensi dell'art.133  c.p.c.
il difensore dichiara di voler ricevere gli avvisi al seguente numero
di  fax:  0923-26800.Si  allega:certificato  attestante  la  data  di
nascita e di  morte  della  sig.ra  Di  Gaetano  Camilla,  rilasciato
dall'ufficiale d'anagrafe del Comune di Castellammare  del  Golfo  in
data 9.11.2009;ordinanza di  sgombero  dell'immobile  a  seguito  del
sisma tellurico, emanata dal Comune di  Castellammare  del  Golfo  il
23.4.1968,  nei  confronti  del   sig.   Scibilia   Pietro,   odierno
attore;visura immobile n. 738339, effettuata dal  geom.  Antonino  Di
Felice, il 16.11.2009;Ai sensi della l. 488/99, cosi' come modificata
e integrata dal d.P.R. 115/2002, si  dichiara  che  il  valore  della
presente causa e' di euro 44.416,00.Trapani, li' 11.01.2010.-Avvocato
Antonino Sugamele. Tribunale di Trapani Ricorso ex  art.  150  c.p.c.
Per i signori Scibilia Pietro  e  Di  Filippi  Vita  rappresentati  e
difesi dall'Avv. Antonino Sugamele con studio in  Trapani  nella  Via
Rocco Solina 2 che li rappresenta e difende. Ill.mo Sig.  Presidente,
il sottoscritto Avv. Antonino Sugamele, procuratore e  domiciliatario
dei   signori   Scibilia   Pietro   e   Di   Filippi   Vita,   attori
nell'instaurando  procedimento,  premesso:  -   che,   come   risulta
dall'atto  sovraesteso,  gli  istanti  intendono  promuovere   azione
giudiziaria al fine di  sentir  dichiarare  l'intervenuta  usucapione
dell'immobile sito in Castellammare del Golfo, via Madonna di  Fatima
n. 14, foglio 91, particella, 275, sub. 2, categoria a/3, classe 5; -
che, non e' stato possibile, nonostante le minuziose ricerche svolte,
individuare  gli  attuali  intestatari  dei  beni  in  oggetto  della
instauranda causa di usucapione; tanto premesso, chiede che  la  S.V.
ill.ma voglia autorizzare la  notifica  dell'atto  di  citazione  per
Pubblici Proclami ai sensi e per gli  effetti  di  cui  all'art.  150
c.p.c.  indicando  i  modi  piu'  opportuni  per  portare  l'atto   a
conoscenza dei possibili interessati. Deposita: Atto di citazione con
procura a margine con la documentazione ad  esso  allegata.  Trapani,
li' 15.01.2010. F.to Avv. A. Sugamele. Depositato in  cancelleria  il
15.1.2010. Al Sig. procuratore per  il  parere.  F.to  il  Presidente
24.1.10. V° nulla osta 3.2.2010 f.to Dr.  Umberto  Gioele  Monti.  Il
Presidente del Trib. Di Trapani Letto  il  ricorso  nel'interesse  di
Scibilia  Pietro  e  Di  Filippi  Vita   che   hanno   richiesto   la
notificazione per pubblici proclami; sentito il pm  che  ha  espresso
parere favorevole, ritenuto che la notificazione nei modi ordinari si
presenta difficoltosa per la mancata conoscenza di interessati e  per
la stessa difficolta' di identificarli tutti; visto l'art.  150  cpc,
autorizza la chiesta notificazione per pubblici proclami nelle  forme
stabilite nel terzo e  quarto  comma  del  detto  articolo  150  cpc.
Trapani 8.4.2010.  F.to  Il  presidente  del  Tribunale  di  Trapani.
Depositato l'8.4.2010. 

                       Avv. Antonino Sugamele 

 
T10ABA5727
mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato