BANCA PROGETTO S.P.A.

Iscritta all'Albo delle Banche al numero 5332, aderente al Fondo
Interbancario di Tutela dei Depositi, aderente al Fondo Nazionale di
Garanzia di cui all'art. 62, comma 1 del D. Lgs. 23 luglio 1996, n.
415

Sede legale: piazza A. Diaz n. 1 - 20123 Milano
Capitale sociale: Euro 8.540.685,37 i.v., per n. 23.296.660 azioni
ordinarie prive del valore nominale
Registro delle imprese: Milano 02261070136
Codice Fiscale: 02261070136

ISTITUTO FINANZIARIO EUROPEO S.P.A.

Societa' iscritta nell'Albo degli Intermediari Finanziari ex art. 106
del Decreto Legislativo del 1° settembre 1993, n. 385 al n. 41994

Sede legale: viale Santi Pietro e Paolo, n. 50 - 00144 Roma
Registro delle imprese: Roma 11067581006
Codice Fiscale: 11067581006

(GU Parte Seconda n.120 del 12-10-2017)

 
Avviso di cessione di crediti pro soluto ai  sensi  dell'articolo  58
del Decreto Legislativo n. 385 del 1° settembre 1993 (di  seguito  il
                       "Testo Unico Bancario") 
 

  Banca Progetto S.p.A. (il "Cessionario") comunica che, in forza  di
contratti di cessione  di  crediti  pecuniari  conclusi  in  data  25
settembre 2017 e  28  settembre  2017  (le  "Date  di  Cessione")  ha
acquistato pro soluto da  Istituto  Finanziario  Europeo  S.p.A.  (il
"Cedente"), con effetto dalle date  di  cessione,  ogni  e  qualsiasi
credito (compresi,  a  titolo  esemplificativo  ma  non  esaustivo  i
crediti relativi al capitale e agli interessi) derivante da mutui  (i
"Mutui") assistiti da cessione del quinto dello stipendio  e/o  della
pensione e/o da delegazione di pagamento del quinto  dello  stipendio
effettuata/e  in  favore  del  Cedente  dai  relativi   debitori   (i
"Debitori"). 
  Tali crediti, sono individuabili in blocco ai  sensi  della  citata
disposizione di legge e sono stati  selezionati  dal  Cedente  tra  i
crediti (i "Crediti") derivanti da Mutui che alle ore  13:00  del  25
settembre 2017 per quanto concerne la prima cessione, alle ore  13:00
del 28 settembre 2017 per quanto concerne la  seconda  cessione,  (le
"Date di Valutazione") soddisfacevano i seguenti criteri cumulativi: 
  1) siano mutui  personali  da  rimborsarsi  mediante  cessione  del
quinto  dello  stipendio  e/o  della  pensione  e/o  delegazione   di
pagamento del quinto  dello  stipendio  effettuata  dal  Debitore  in
favore del Cedente; 
  2) il cui piano di ammortamento  consegnato  al  relativo  Debitore
abbia una durata superiore o 
  uguale a 24 mesi e non superiore a 120 mesi; 
  3) le cui rate di pagamento siano mensili e di importo fisso; 
  4) il cui tasso di interesse applicabile sia fisso; 
  5) siano denominati in Euro e i relativi  contratti  di  mutuo  non
contengano previsioni che ne permettano la  conversione  in  un'altra
valuta; 
  6) siano stati interamente erogati e per i quali non sussista alcun
obbligo o possibilita' di effettuare ulteriori erogazioni; 
  7) siano stati erogati ai sensi di contratti di mutuo  disciplinati
dalla legge della Repubblica Italiana; 
  8)  siano  assistiti  da  una  polizza  assicurativa  di   cui   e'
beneficiario il Cedente per la copertura del rischio di  decesso  del
Debitore e/o del rischio di perdita dell'impiego del Debitore; 
  9) il Debitore sia una persona fisica, residente o  domiciliata  in
Italia,  dipendente  da  una  impresa  privata  o  da  una   pubblica
amministrazione ovvero  pensionata.  Inoltre  il  Debitore  non  deve
essere: 
  (i) un soggetto con altri  rapporti  contrattuali  con  il  Cedente
diversi (i) dal relativo contratto di mutuo da cui derivano i crediti
o (ii) da un altro mutuo personale - integrativo al  primo  contratto
di mutuo - da rimborsare mediante delegazione di pagamento del quinto
dello stipendio e/o cessione del quinto  dello  stipendio  e/o  della
pensione; 
  (ii) amministratore o dipendente del Cedente ne'  dipendente  della
medesima compagnia assicurativa con la quale e'  stata  stipulata  la
Polizza Assicurativa che assiste tale mutuo ai sensi  del  precedente
paragrafo 8; 
  (iii)  socio  o  rappresentante   (ossia   legale   rappresentante,
amministratore, procuratore, etc.)  del  relativo  datore  di  lavoro
presso il quale e' impiegato il relativo mutuatario ed a  coloro  che
abbiano legami di parentela con quest'ultimi; 
  10)  non  siano  classificati  come  "sofferenze"  ai  sensi  delle
disposizioni di Banca d'Italia; 
  11) non si  siano  verificati  eventi  in  relazione  ai  quali  la
compagnia assicurativa e' tenuta a liquidare il  relativo  indennizzo
sulla base della polizza assicurativa relativa al  mutuo  di  cui  e'
beneficiario il Cedente per la copertura del rischio di  decesso  del
Debitore e dei  "rischi  diversi  di  impiego",  ovvero  non  si  sia
verificato un sinistro vita e/o impiego, ovvero rispetto ai quali  il
relativo debitore non abbia notificato al Cedente un reclamo scritto; 
  12)  i  cui   relativi   mutui   non   siano   stati   oggetto   di
ristrutturazione o  riscadenzamento  delle  relative  rate,  rispetto
all'originario piano di ammortamento che era allegato al contratto di
mutuo; 
  13) non  siano  stati  stipulati  e  conclusi  (come  indicato  nel
relativo contratto  di  mutuo)  ai  sensi  di  qualsivoglia  legge  o
normativa che  preveda  sin  dall'origine  agevolazioni  finanziarie,
contributi pubblici di qualunque  natura,  sconti  di  legge,  limiti
massimi contrattuali al tasso d'interesse e/o  altre  previsioni  che
concedano agevolazioni o riduzioni ai debitori o ai relativi  garanti
riguardo al capitale e/o agli interessi; 
  14) siano stati denominati dal Cedente  "Progetto  Quinto"  e  tale
denominazione risulti dai relativi contratti di Mutuo. 
  Unitamente  ai  Crediti,  sono   stati   altresi'   trasferiti   al
Cessionario, senza bisogno di alcuna formalita' ed annotazione, salvo
iscrizione della cessione presso il registro delle  imprese  e  salvo
eventuali forme alternative di pubblicita' della  cessione  stabilite
dalla Banca d'Italia, ai sensi dell'Art 58 del Testo Unico  Bancario,
tutti gli altri diritti (inclusi i diritti di garanzia) spettanti  al
Cedente in relazione ai Crediti e, piu' in particolare, ogni diritto,
ragione e pretesa (anche di danni), azione ed eccezione sostanziali e
processuali, facolta' e  prerogativa  ad  essi  inerenti  o  comunque
accessori, derivanti da ogni legge applicabile. 
  I debitori ceduti ed i loro eventuali garanti, successori o  aventi
causa possono rivolgersi per ogni ulteriore informazione  al  Cedente
al seguente indirizzo: Viale dei Santi Pietro e Paolo, 50 20144  ROMA
PEC ifespa@legalmail.it 
  Inoltre, a seguito  della  cessione,  il  Cessionario  e'  divenuto
esclusivo titolare dei Crediti  e,  di  conseguenza,  "Titolare"  del
trattamento dei dati personali relativi ai debitori ceduti, ai  sensi
e per gli effetti delle disposizioni del decreto legislativo  n.  196
del 30 giugno 2003, in materia di protezione dei dati  personali  (la
"Legge Privacy"). 
  Tanto premesso, si comunica, che  il  Cessionario,  in  virtu'  dei
contratti sottoscritti nell'ambito dell'operazione, ha nominato quale
servicer dell'operazione  Istituto  Finanziario  Europeo  S.p.A.  (il
"Servicer"), affidandogli le  funzioni  di  gestione  e  incasso  dei
crediti. 
  Il Servicer svolgera' il ruolo di  "Responsabile"  del  trattamento
dei dati personali relativi ai debitori ceduti, ai sensi  e  per  gli
effetti della Legge Privacy. 
  Ai sensi e per gli effetti della Legge Privacy  (in  particolare  i
commi 1 e 2 dell'articolo 13),  il  Cessionario  e  il  Servicer  non
tratteranno  dati  definiti   dalla   stessa   Legge   Privacy   come
"sensibili". 
  I dati personali  relativi  ai  debitori  ceduti  continueranno  ad
essere trattati con le stesse modalita' e per le stesse finalita' per
le quali gli stessi sono stati raccolti in sede di instaurazione  dei
rapporti, cosi come a suo tempo illustrate. 
  In particolare, il Cessionario e il  Servicer  tratteranno  i  dati
personali per finalita'  connesse  e  strumentali  alla  gestione  ed
amministrazione del portafoglio di Crediti ceduti,  al  recupero  del
credito (ad es. conferimento a legali dell'incarico professionale del
recupero del credito, etc.), agli  obblighi  previsti  da  leggi,  da
regolamenti e dalla normativa  comunitaria  nonche'  da  disposizioni
emesse da autorita' a cio' legittimate dalla legge  e  da  organi  di
vigilanza e  controllo.  Il  Cessionario,  in  virtu'  dei  contratti
sottoscritti nell'ambito dell'operazione di  gestione  di  incassi  e
pagamenti ha nominato lo stesso  Servicer  quale  "Responsabile"  del
trattamento dei dati personali relativi ai debitori ceduti, ai  sensi
e per gli effetti della Legge Privacy. 
  Il Cessionario e il Servicer potranno comunicare i  dati  personali
per le "finalita' del trattamento  cui  sono  destinati  i  dati",  a
persone, societa', associazioni o studi  professionali  che  prestano
attivita' di assistenza o consulenza in materia legale e societa'  di
recupero crediti. 
  In relazione alle  indicate  finalita',  il  trattamento  dei  dati
personali  avviene  mediante   strumenti   manuali,   informatici   e
telematici con logiche strettamente correlate alle  finalita'  stesse
e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza  dei
dati stessi. 
  Un elenco dettagliato di tali soggetti  e'  disponibile  presso  la
sede del Responsabile Istituto Finanziario Europeo S.p.A., come sotto
indicato. 
  I soggetti esterni, ai  quali  possono  essere  comunicati  i  dati
sensibili del cliente a seguito del  suo  consenso,  utilizzeranno  i
medesimi in qualita' di "titolari" ai sensi del codice in materia  di
protezione dei dati personali, in piena autonomia,  essendo  estranei
all'originario trattamento effettuato presso il Responsabile. 
  I diritti previsti all'articolo  7  della  Legge  Privacy  potranno
essere esercitati anche mediante richiesta  rivolta  al  Responsabile
con lettera raccomandata indirizzata a Istituto  Finanziario  Europeo
S.p.A, Viale Santi Pietro e Paolo n.50,  o  in  alternativa  a  mezzo
e-mail all'indirizzo di posta elettronica ifespa@legalmail.it 
  Milano, 5 ottobre 2017 

          Banca Progetto S.p.a. - L'amministratore delegato 
                            Pietro D'Anzi 

 
TX17AAB10302
mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Realizzazione Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A