CREDEM CB S.R.L.
Sede legale: via Vittorio Alfieri, 1 - 31015 Conegliano (TV), Italia
Capitale sociale: Euro 10.000,00 i.v.
Registro delle imprese: Treviso-Belluno 04326290261
Codice Fiscale: 04326290261

CREDITO EMILIANO S.P.A.

Iscritta al numero 5350 all'Albo delle Banche tenuto presso la Banca
d'Italia ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs. n. 385 del 1 settembre
1993

Sede legale: via Emilia San Pietro, 4 - 42121 Reggio Emilia, Italia
Capitale sociale: Euro 332.392.107,00 i.v.
Registro delle imprese: Reggio Emilia 01806740153
Codice Fiscale: 01806740153

(GU Parte Seconda n.144 del 7-12-2017)

 
Avviso di cessione di crediti  pro  soluto  ai  sensi  del  combinato
disposto degli artt. 1 e 4 della legge n. 130  del  30  aprile  1999,
come successivamente  integrata  e  modificata  (la  "Legge  130")  e
dell'art.  58  del  D.Lgs.  n.  385  del  1  settembre   1993,   come
successivamente integrato e modificato (il "Testo Unico Bancario"), e
Informativa ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. n.  196  del  30  giugno
2003, come successivamente integrato  e  modificato  (il  "Codice  in
materia di Protezione dei Dati Personali") e  del  Provvedimento  del
Garante per la protezione dei dati personali del 18 gennaio  2007  in
materia  di  cessione  in  blocco  e  cartolarizzazione  dei  crediti
(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.  24
                        del 30 gennaio 2007). 
 

  CREDEM CB S.r.l. (il "Garante") comunica  di  aver  acquistato  pro
soluto, ai sensi e per gli effetti di cui al combinato disposto degli
artt. 1 e 7-bis della Legge  130  e  dell'art.  58  del  Testo  Unico
Bancario, in base ad un contratto di cessione  di  crediti  pecuniari
individuabili "in blocco" concluso in  data  29  ottobre  2010,  come
successivamente  integrato  e  modificato,  e  all'Atto  di  Cessione
concluso  in  data  1  dicembre  2017  con  Credito  Emiliano  S.p.A.
("CREDEM"), con effetto dal  1°  dicembre  2017  (incluso),  tutti  i
crediti, unitamente a  ogni  altro  diritto,  garanzia  e  titolo  in
relazione a tali crediti, derivanti  da  e/o  in  relazione  a  mutui
fondiari residenziali in bonis erogati ai sensi di contratti di mutuo
(rispettivamente, i "Mutui" e i "Contratti di  Mutuo")  stipulati  da
CREDEM con i propri clienti, che  alla  data  del  24  novembre  2017
(incluso) (la "Data di Cut-off") soddisfacevano i seguenti criteri: 
  1. (i) con riferimento ai Crediti Ipotecari Residenziali, ai  quali
si applichi una ponderazione del rischio non superiore al  35%  e  il
cui rapporto  fra  l'importo  capitale  residuo  del  relativo  Mutuo
Ipotecario sommato al capitale residuo di ogni altro precedente mutuo
garantito da ipoteca sul medesimo bene  immobile  non  sia  superiore
all'80% del valore dell'immobile, in  conformita'  alle  disposizioni
del Decreto del Ministero dell'Economia e delle  Finanze  numero  310
del 14 dicembre 2006 e che siano garantiti  da  ipoteca  su  immobili
residenziali utilizzati, destinati  ad  essere  utilizzati,  dati  in
locazione o destinati ad essere dati in locazione dal proprietario  o
(ii) con riferimento ai Crediti Ipotecari Commerciali,  ai  quali  si
applichi una ponderazione del rischio non superiore al 50% e  il  cui
rapporto fra l'importo capitale residuo del relativo Mutuo Ipotecario
sommato al capitale residuo di ogni altro precedente mutuo  garantito
da ipoteca sul medesimo bene immobile non sia superiore  al  60%  del
valore dell'immobile, in conformita' alle  disposizioni  del  Decreto
del Ministero  dell'Economia  e  delle  Finanze  numero  310  del  14
dicembre 2006 e che siano destinati a uffici, al commercio o ad altre
attivita' produttive; 
  2. che non derivino da Contratti di Mutuo che beneficiano di  forme
di agevolazione finanziaria,  ovvero  che  siano  stati  stipulati  e
conclusi ai sensi di  qualsivoglia  legge  o  normativa  che  preveda
agevolazioni finanziarie (cd. "mutui agevolati"), contributi pubblici
di qualunque natura, sconti di legge, limiti massimi contrattuali  al
tasso d'interesse e/o altre previsioni che concedano  agevolazioni  o
riduzioni ai debitori, ai datori d'ipoteca o ai garanti  riguardo  al
capitale e/o agli interessi; 
  3. che derivino da Contratti di Mutuo per cui e'  stato  concordato
un tasso d'interesse fisso, un tasso d'interesse variabile, un  Tasso
d'Interesse Misto o un Tasso d'Interesse Opzionale; 
  4. che non siano  stati  erogati  ai  sensi  della  disciplina  del
credito al consumo; 
  5. che non siano mutui agrari ai sensi degli articoli 43, 44  e  45
del decreto legislativo numero 385 del 1 settembre 1993; 
  6. che siano garantiti da ipoteca costituita su beni immobili  siti
sul territorio della Repubblica Italiana; 
  7. che  siano  garantiti  da  ipoteca  di  primo  grado  economico,
intendendosi per tale (i) un'ipoteca di primo grado ovvero  (ii)  (A)
un'ipoteca di secondo o  successivo  grado  rispetto  alla  quale  il
creditore garantito dall'ipoteca di primo grado e' CREDEM e  rispetto
alla  quale  le  obbligazioni  garantite  dalle  ipoteche  di   grado
superiore a questa ipoteca di secondo o successivo grado  sono  state
interamente soddisfatte, o (B) un'ipoteca  di  secondo  o  successivo
grado rispetto alla quale le obbligazioni garantite dalle ipoteche di
grado superiore a questa ipoteca di secondo o successivo  grado  sono
state interamente soddisfatte e il  relativo  creditore  ha  prestato
formalmente il consenso  alla  cancellazione  dell'ipoteca  di  grado
precedente, o (C) un'ipoteca di secondo o successivo  grado  rispetto
alla quale il creditore garantito dalle ipoteche di grado superiore a
questa ipoteca di secondo o successivo grado e' CREDEM (anche  se  le
obbligazioni garantite dalle ipoteche di  grado  superiore  non  sono
state interamente  soddisfatte)  e  i  crediti  garantiti  da  queste
ipoteche di secondo o successivo grado derivano da mutui residenziali
che soddisfano i presenti criteri; 
  8. rispetto ai quali il periodo di consolidamento applicabile  alla
relativa ipoteca sia interamente decorso e la  relativa  ipoteca  non
sia soggetta ad azione revocatoria  ai  sensi  dell'articolo  67  del
Regio Decreto numero 267 del 16 marzo 1942 ovvero  dell'articolo  39,
comma quarto del decreto legislativo numero 385 del 1 settembre 1993; 
  9. che siano stati interamente erogati  e  rispetto  ai  quali  non
sussistano obblighi o possibilita' di ulteriori erogazioni; 
  10. in relazione ai quali almeno  una  rata  comprensiva  di  quota
capitale sia stata pagata prima della relativa Data di Cut-off; 
  11. che prevedano modalita' di pagamento  con  ordine  di  addebito
diretto in conto corrente, pagamento mediante avviso (MAV) o mediante
altri rapporti interbancari diretti (RID); 
  12. in relazione ai quali,  alla  relativa  Data  di  Cut-off,  non
sussista alcuna rata non pagata oltre il periodo di franchigia  dalla
relativa ultima data di pagamento e in relazione ai  quali  tutte  le
rate precedentemente dovute sono state interamente pagate; 
  13. che siano disciplinati dalla legge italiana; 
  14. che siano denominati  in  Euro  (o  che  non  prevedono  alcuna
previsione che conceda la conversione in valuta differente); 
  15. in relazione ai quali, il relativo Contratto di  Mutuo  preveda
espressamente che siano stati erogati per l'acquisto, la  costruzione
o la ristrutturazione di un Bene Immobile, o al fine di  rifinanziare
un mutuo gia' erogato da altre banche (surrogazione); 
  16. che siano stati erogati o acquistati unicamente dal Cedente; 
  17. i cui Contratti di Mutuo non  contengano  alcuna  clausola  che
limiti la possibilita' per il Cedente di cedere  i  crediti  da  essi
derivanti o, qualora prevedano la necessita' del Debitore di prestare
il consenso alla cessione, che tale consenso sia stato ottenuto; 
  18. che prevedano il  pagamento  di  rate  mensili,  trimestrali  o
semestrali; 
  19.  che  non  siano  classificati  come   "attivita'   finanziarie
deteriorate", ai sensi della Circolare di Banca d'Italia n.  272  del
30 luglio 2008 recante la "Matrice dei Conti",  come  successivamente
modificata e integrata; 
  20. che non siano  stati  erogati  (neanche  in  cointestazione)  a
dipendenti o amministratori di Credito Emiliano S.p.A.  o  delle  sue
controllate facenti parte del Gruppo Bancario CREDEM; 
  21. che non derivino da Contratti di Mutuo che, alla relativa  Data
di Cut-off, siano oggetto  di  sospensione  dei  pagamenti  ai  sensi
dell'accordo  stipulato  il  18  dicembre  2009  tra   l'Associazione
Bancaria Italiana e le principali associazioni  dei  consumatori  (il
"Piano Famiglie"), del  Decreto  Legge  del  28  aprile  2009  n.  39
convertito nella  Legge  del  24  giugno  2009  n.  77  (il  "Decreto
Abruzzo") e/o di qualsiasi altra legge o regolamento applicabile; 
  22. che non siano stati erogati ad enti pubblici, consorzi pubblici
o enti ecclesiastici; 
  23. il cui debitore e' una persona fisica residente  e  domiciliata
in Italia che, in accordo con i criteri di classificazione  di  Banca
d'Italia definiti dalla Circolare n. 140 dell'11 febbraio 1991, cosi'
come modificata il 7 Agosto 1998, rientra  nella  categoria  SAE  600
("Famiglie consumatrici": tale categoria include un  individuo  o  un
gruppo di individui la cui funzione principale consiste nel consumare
e quindi, in particolare, gli operai,  gli  impiegati,  i  lavoratori
dipendenti, i  pensionati,  i  redditieri,  i  beneficiari  di  altri
trasferimenti e  in  genere  tutti  coloro  che  non  possono  essere
considerati  imprenditori  o  anche  piccoli   imprenditori),   nella
categoria SAE 614 ("Artigiani": tale categoria include le persone che
svolgono attivita' artigianali ai sensi della Legge 443/85)  e  nella
categoria SAE  615  ("Altre  Famiglie  Produttrici":  tale  categoria
include le famiglie che svolgono attivita'  diverse  dalle  attivita'
artigianali, compresi gli  ausiliari  finanziari  senza  dipendenti),
fermo restando che i Debitori che rientrano nelle categorie SAE 614 e
SAE 615 non hanno stipulato il relativo Contratto di Mutuo per motivi
connessi all'esercizio di impresa; 
  24. che siano stati erogati fino al 30 giugno 2017; 
  25. che siano garantiti da ipoteca rilasciata su un  bene  immobile
che presenta una categoria catastale del gruppo "A" diversa da  "A10"
("uffici e studi privati"); 
  26. che siano garantiti da ipoteca di primo grado; 
  27. che siano garantiti da ipoteca  costituita  su  un  unico  bene
immobile. 
  L'elenco dei crediti acquistati pro soluto dal Garante (individuati
sulla base del rispettivo codice pratica), che alla Data  di  Cut-off
rispettavano i crediti cumulativi sopra elencati, e' (i)  disponibile
sul  sito  internet  http://www.credem.it,  (ii)  disponibile  presso
ciascuna filiale di  Credem  e  (iii)  depositato  presso  il  Notaio
Gianluigi Martini, avente sede in P.le Artioli 9/d -  42046  Reggiolo
(RE) con atto di deposito Repertorio n. 132433 Raccolta n. 25146. 
  Il Garante ha conferito incarico a CREDEM ai sensi della Legge  130
affinche' per suo conto, in qualita'  di  soggetto  incaricato  della
riscossione dei  crediti  ceduti,  proceda  all'incasso  delle  somme
dovute in relazione ai crediti ceduti. In forza di tale  incarico,  i
debitori ceduti continueranno a pagare a CREDEM ogni somma dovuta  in
relazione  ai  crediti  ceduti  nelle  forme  previste  dai  relativi
Contratti di Mutuo o in forza di legge e  dalle  eventuali  ulteriori
istruzioni che potranno essere comunicate ai debitori ceduti. 
  I debitori ceduti e loro eventuali  garanti,  successori  o  aventi
causa potranno rivolgersi per ogni ulteriore informazione, dalle  ore
9:00 alle ore 13.00 e dalle ore 15:00 alle ore 16:00 durante i giorni
lavorativi, al Garante, con sede legale in Via Vittorio  Alfieri,  1,
31015 Conegliano (TV), Italia ovvero a CREDEM, con sede legale in Via
Emilia San Pietro, 4, 42100 Reggio Emilia, Italia. 
  Informativa  ai  sensi  dell'art.  13  del  Codice  in  materia  di
Protezione dei Dati Personali 
  La cessione dei crediti da parte di CREDEM al Garante, ai  sensi  e
per gli effetti del suddetto contratto di cessione,  unitamente  alla
cessione di ogni altro diritto, garanzia e titolo in relazione a tali
crediti, comporta il necessario trasferimento  al  Garante  dei  dati
personali relativi ai debitori ceduti ed  ai  rispettivi  garanti  (i
"Dati  Personali")  contenuti  in  documenti  cartacei  ed   evidenze
informatiche connesse ai crediti ceduti. Tra  i  Dati  Personali  non
figurano dati sensibili (per la definizione di "dati  sensibili",  si
rimanda all'articolo 4 del Codice in materia di Protezione  dei  Dati
Personali). 
  Il Garante trattera' i Dati Personali cosi' acquisiti nel  rispetto
del  Codice  in  materia  di  Protezione  dei  Dati   Personali.   In
particolare, il Garante trattera'  i  Dati  Personali  per  finalita'
strettamente connesse e strumentali alla gestione del portafoglio  di
crediti ceduti (ad es. effettuazione  di  servizi  di  calcolo  e  di
reportistica in merito agli incassi su  base  aggregata  dei  crediti
oggetto della  cessione)  ovvero  alla  valutazione  ed  analisi  dei
crediti ceduti. Il  Garante,  inoltre,  trattera'  i  Dati  Personali
nell'ambito delle  attivita'  legate  al  perseguimento  dell'oggetto
sociale  e  per  finalita'  strettamente  legate  all'adempimento  di
obblighi di legge, regolamenti e della normativa comunitaria ovvero a
disposizioni impartite da  organi  di  vigilanza  e  controllo  e  da
Autorita' a cio' legittimate dalla Legge. 
  In relazione alle  finalita'  indicate,  il  trattamento  dei  Dati
Personali  avverra'  mediante  strumenti   manuali,   informatici   e
telematici, con logiche strettamente connesse alle finalita' stesse e
in modo da garantire la loro sicurezza e riservatezza. 
  Per le finalita' di cui sopra, i Dati Personali saranno  comunicati
a CREDEM, con sede legale in Via Emilia S. Pietro,  4,  42121  Reggio
Emilia, Italia, in qualita' di servicer  ai  sensi  dell'articolo  2,
comma 3, della Legge 130, a Securitisation Services S.p.A., con  sede
legale in Via Vittorio Alfieri 1, 31015 Conegliano (TV), in  qualita'
di corporate servicer, nonche' a BDO Italia S.p.A., con  sede  legale
in Viale Abruzzi 94, 20131 Milano, in qualita' di asset monitor. 
  Inoltre, sempre per le finalita' di cui  sopra,  i  Dati  Personali
potranno  essere  comunicati,  a  titolo  esemplificativo,  anche   a
societa', associazioni o studi professionali che  prestano  attivita'
di assistenza o consulenza in materia legale al Garante,  a  societa'
controllate e societa' collegate a  queste,  nonche'  a  societa'  di
recupero crediti, aventi sede  anche  al  di  fuori  dell'Italia,  ma
comunque in Paesi appartenenti all'Unione Europea, ove  e'  garantito
un adeguato livello di protezione dei  Dati  Personali.  Pertanto  le
persone fisiche appartenenti a tali societa'  associazioni,  e  studi
professionali potranno venire a conoscenza  dei  Dati  Personali  nei
limiti delle mansioni a loro assegnate. 
  In ogni caso, i dati personali non saranno oggetto di diffusione. 
  L'informativa  completa,  unitamente  all'elenco   aggiornato   dei
responsabili del trattamento nominati e dei soggetti ai quali i  Dati
Personali possono essere comunicati, e' messa a  disposizione  presso
CREDEM CB S.r.l., con sede legale in Via Vittorio Alfieri,  1,  31015
Conegliano (TV), Italia, ovvero presso Credito Emiliano  S.p.A.,  con
sede  legale  in  Via  Emilia  San  Pietro,  4  (Ufficio   Segreteria
Societaria),  42121  Reggio   Emilia,   Italia,   ovvero   sul   sito
www.credem.it. 
  Titolare del trattamento dei Dati Personali e'  CREDEM  CB  S.r.l.,
con sede legale in Via Vittorio Alfieri, 1,  31015  Conegliano  (TV),
Italia. 
  Responsabile del trattamento dei Dati Personali e' Credito Emiliano
S.p.A., con sede legale in Via Emilia San  Pietro,  4,  42121  Reggio
Emilia, Italia. 
  Per l'esercizio dei diritti di cui all'articolo  7  del  Codice  in
materia  di  Protezione  dei  Dati  Personali,  il   cliente   potra'
rivolgersi  al  Responsabile  del  trattamento  dei  Dati  Personali,
all'indirizzo sopra indicato. 
  Il predetto articolo 7 del Codice in materia di Protezione dei Dati
Personali attribuisce a ciascun interessato specifici diritti tra cui
il diritto di chiedere ed ottenere la conferma dell'esistenza o  meno
dei propri dati personali, di conoscere l'origine  degli  stessi,  le
finalita'  e  le  modalita'  del  trattamento,  l'aggiornamento,   la
rettificazione nonche', qualora vi  abbia  interesse,  l'integrazione
dei dati personali medesimi. 
  L'informativa completa sara' inviata ai debitori ceduti alla  prima
occasione utile. 
  Conegliano (TV), li' 1 dicembre 2017 

  Credem CB S.r.l. - Il presidente del consiglio di amministrazione 
                           Nausica Pinese 

 
TX17AAB12318
mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato