GOLDEN BAR (SECURITISATION) S.R.L.

Iscritta all'elenco delle societa' veicolo tenuto dalla Banca
d'Italia, al n. 32474.9

Sede legale: via Principe Amedeo, 11 - Torino
Registro delle imprese: Torino 13232920150
Partita IVA: 13232920150

(GU Parte Seconda n.5 del 13-1-2018)

 
Avviso di cessione di crediti  pro-soluto  (ai  sensi  del  combinato
disposto degli artt. 1 e 4 della Legge n. 130 del 30 aprile  1999  in
materia di cartolarizzazioni di crediti (la "Legge 130") e  dell'art.
58 del Decreto Legislativo n. 385 del 1°  settembre  1993  (il  "T.U.
Bancario")), corredato dall'informativa ai sensi dell'art. 13,  commi
4 e 5 del Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003  (il  "Codice
Privacy")  e  del  provvedimento  dell'Autorita'   Garante   per   la
Protezione dei Dati Personali del 18 gennaio 2007 (il  "Provvedimento
                            del Garante") 
 

  La societa' Golden Bar (Securitisation) S.r.l. (in  seguito,  anche
"Golden Bar") come gia' comunicato con avviso in Gazzetta Ufficiale -
Parte  Seconda,  n.  90  del  6  agosto  2015,   codice   redazionale
T15AAB10727 (l'"Avviso di Cessione del 6 Agosto 2015"),  in  data  29
luglio 2015 ha  sottoscritto  un  contratto  quadro  di  cessione  di
crediti (in  seguito,  anche  il  "Contratto  di  Cessione")  con  la
Santander Consumer Bank S.p.A. (una banca costituita ed operante  con
la forma giuridica di societa' per azioni, con  sede  legale  in  Via
Nizza n. 262, 10126 Torino, Italia, codice  fiscale,  partita  IVA  e
numero di iscrizione presso  il  Registro  delle  Imprese  di  Torino
05634190010,  iscritta  all'albo  delle  banche  tenuto  dalla  Banca
d'Italia ai sensi dell'articolo 13 del  T.U.  Bancario  al  n.  5496,
capogruppo del Gruppo  Bancario  Santander  Consumer  Bank,  iscritto
all'albo dei gruppi  bancari  ai  sensi  dell'articolo  64  del  T.U.
Bancario) (in seguito, anche "Santander"). 
  Golden Bar comunica che in base al predetto Contratto di  Cessione,
in data 5 gennaio 2018 ha acquistato da  Santander,  con  effetto  in
pari  data,  tutti  i  crediti  (per   capitale,   interessi,   anche
eventualmente di mora, accessori, spese, ulteriori danni,  indennizzi
e quant'altro) di titolarita' di Santander derivanti dai e/o relativi
ai  finanziamenti  che  alla  data  del  1  gennaio  2018   (escluso)
soddisfacevano i seguenti criteri cumulativi: 
  (a) Finanziamenti retti dalla legge italiana; 
  (b) Finanziamenti stipulati ed  interamente  erogati  da  Santander
Consumer Bank S.p.A.; 
  (c) Finanziamenti il cui rimborso in linea capitale avviene in piu'
quote secondo il metodo di ammortamento c.d. "alla  francese"  (cosi'
come rilevabile alla data di sottoscrizione del relativo contratto di
finanziamento), per tale intendendosi quel metodo di ammortamento  ai
sensi del quale tutte  le  rate  sono  di  importo  costante  e  sono
comprensive  di  una   componente   capitale   fissata   al   momento
dell'erogazione e crescente nel tempo e di una  componente  interesse
decrescente nel tempo; 
  (d) Finanziamenti erogati a persone fisiche residenti in Italia  al
momento della stipulazione; 
  (e) Finanziamenti erogati e denominati in euro; 
  (f) Finanziamenti che maturano interessi ad un tasso fisso; 
  (g) Finanziamenti che prevedono un piano di rimborso mensile; 
  (h)  Finanziamenti  con  almeno  una  rata,  comprensiva   di   una
componente  capitale  e  di  una  componente  interessi,  scaduta   e
regolarmente pagata. 
  (i) Finanziamenti in relazione ai cui debitori  Santander  Consumer
Bank S.p.A. vanta un saldo creditorio complessivo in  linea  capitale
(al netto delle eventuali rate scadute e non pagate) non superiore  a
Euro 64.336,10; 
  (j) Finanziamenti che prevedono la scadenza di tutte le rate  entro
il 15 novembre 2027 ovvero, nel caso in cui tale giorno  non  sia  un
giorno lavorativo, il giorno lavorativo immediatamente successivo; 
  (k) Finanziamenti appartenenti ad una delle seguenti categorie: 
  (i) finanziamenti  vincolati  esclusivamente  all'acquisto  di  (A)
veicoli (ivi inclusi automobili, moto, camper e  veicoli  commerciali
con un peso fino  a  35  quintali)  registrati  al  P.R.A.  (Pubblico
Registro Automobilistico) e la cui  data  di  prima  immatricolazione
risale a non oltre 12 mesi dalla data di  stipulazione  del  relativo
contratto di credito  al  consumo;  (B)  imbarcazioni  registrate  al
R.I.D. (Registro  Imbarcazioni  Diporto)  e  la  cui  data  di  prima
registrazione risale a non oltre 12 mesi dalla data  di  stipulazione
del relativo contratto di credito al consumo;  e  (C)  motori  marini
nuovi, e che in ogni caso: (i) sono stati  concessi  al  debitore  ed
erogati  all'esercizio  commerciale  convenzionato;  (ii)  hanno   un
ammontare residuo per capitale (al netto delle eventuali rate scadute
e non pagate) compreso tra l'importo di Euro 64.336,10 e l'importo di
Euro 904,96; e (iii) hanno un  tasso  annuo  nominale  applicabile  a
ciascun credito pari o superiore al 5,93 per cento; e 
  (ii) finanziamenti vincolati  esclusivamente  all'acquisto  di  (A)
veicoli (ivi inclusi automobili, moto, camper e  veicoli  commerciali
con un peso fino  a  35  quintali)  registrati  al  P.R.A.  (Pubblico
Registro Automobilistico) e la cui  data  di  prima  immatricolazione
risale a oltre 12  mesi  dalla  data  di  stipulazione  del  relativo
contratto di credito  al  consumo;  (B)  imbarcazioni  registrate  al
R.I.D. (Registro  Imbarcazioni  Diporto)  e  la  cui  data  di  prima
registrazione risale a oltre 12 mesi dalla data di  stipulazione  del
relativo contratto di credito al consumo; e (C) motori marini  usati,
e che in ogni caso: (i) sono stati concessi al  debitore  ed  erogati
all'esercizio commerciale  convenzionato;  (ii)  hanno  un  ammontare
residuo per capitale (al netto delle eventuali  rate  scadute  e  non
pagate) compreso tra l'importo di Euro 42.964,04 e l'importo di  Euro
214,96; e (iii) hanno un tasso annuo nominale applicabile  a  ciascun
credito pari o superiore al 7,53 per cento; 
  (iii) finanziamenti senza  vincolo  di  destinazione,  concessi  ed
erogati direttamente al debitore o ad un soggetto da  esso  indicato,
ma diverso dall'esercizio commerciale  convenzionato,  e  recanti  la
dicitura "prestito personale" e che hanno (i)  un  ammontare  residuo
per capitale (al netto delle eventuali rate  scadute  e  non  pagate)
compreso tra l'importo di Euro 51.991,25 e l'importo di Euro 1.022,78
e (ii) un tasso annuo nominale applicabile a ciascun credito  pari  o
superiore al 7,00 per cento; e 
  (l) finanziamenti stipulati nel periodo compreso tra il 23 dicembre
2009 (incluso) ed il 4 dicembre 2017 (incluso). 
  Sono  tuttavia  esclusi  dalla  cessione  i  crediti  nascenti  dai
finanziamenti   che   presentano   una   o   piu'   delle    seguenti
caratteristiche: 
  (m) Finanziamenti il cui piano di ammortamento e' stato  prolungato
rispetto a quello originariamente previsto nel relativo contratto; 
  (n) Finanziamenti che hanno anche una sola rata insoluta (per  tale
intendendosi una rata che sia scaduta e non pagata  interamente  alla
prevista data di pagamento e che sia rimasta tale per un  periodo  di
almeno un mese solare a partire da tale data); 
  (o) Finanziamenti che hanno avuto in qualsiasi momento a  decorrere
dalla relativa data di erogazione piu' di tre rate insolute, per tali
intendendosi rate che siano scadute e  non  pagate  interamente  alla
prevista data di pagamento e che siano rimaste tali per un periodo di
almeno un mese solare a partire da tale data, anche non consecutive; 
  (p)  Finanziamenti  erogati  a  persone  fisiche  che,  al  momento
dell'erogazione, erano dipendenti, agenti o  mandatari  di  Santander
Consumer Bank  S.p.A.  o  di  altre  societa'  del  "Gruppo  Bancario
Santander Consumer Bank"; 
  (q) Finanziamenti la cui documentazione  contrattuale  richiede  lo
specifico consenso del debitore per la cessione dei crediti; 
  (r)  Finanziamenti  garantiti  dalla  cessione  del  quinto   dello
stipendio, della pensione o da delegazione di pagamento al datore  di
lavoro del relativo debitore; e 
  (s) Finanziamenti il  cui  bene  finanziato  non  e'  ancora  stato
consegnato al relativo debitore. 
  Ai  sensi  e  per  gli  effetti  di  cui  al   combinato   disposto
dell'articolo 1 e dell'articolo 4 della Legge 130 e dell'art. 58  del
T.U. Bancario, unitamente ai crediti  oggetto  della  cessione,  sono
stati altresi' trasferiti a Golden Bar, senza ulteriori formalita'  o
annotazioni, tutti i privilegi e le garanzie,  di  qualsiasi  tipo  e
natura che assistono i  predetti  crediti,  da  chiunque  prestati  o
comunque esistenti a favore di Santander, nonche' le  relative  cause
di prelazione. 
  Santander ha ricevuto incarico da Golden Bar di procedere, in  nome
e per conto  di  quest'ultima,  all'incasso  delle  somme  dovute  in
relazione ai crediti ceduti e, piu' in  generale,  alla  gestione  di
tali crediti. In virtu' di tale incarico, i  debitori  ceduti  e  gli
eventuali loro garanti, successori o aventi causa, sono legittimati a
pagare ogni somma dovuta in relazione ai crediti ceduti  nelle  forme
nelle quali il pagamento di tali somme  era  a  loro  consentito  per
contratto o in forza di legge anteriormente alla  suddetta  cessione,
salve le eventuali ulteriori  informazioni  che  potranno  essere  in
futuro comunicate ai debitori ceduti. 
  I debitori ceduti e gli eventuali loro garanti, successori o aventi
causa  potranno  rivolgersi,   per   ogni   ulteriore   informazione,
telefonicamente  al  numero  011.6318.860  o  inviando  un  fax  allo
011.19.526.118 (dal  lunedi'  al  venerdi'  in  orario  9-19)  o,  di
persona, presso la sede legale di Santander Consumer Bank  S.p.A.  in
Torino, via Nizza, 262. 
  Informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice Privacy 
  La cessione da parte di Santander, ai sensi e per gli  effetti  del
Contratto di Cessione, di tutte le ragioni  di  credito  vantate  nei
confronti  dei  debitori  ceduti  relativamente   ai   contratti   di
finanziamento a questi concessi, per  capitale,  interessi  e  spese,
nonche' dei relativi diritti accessori, azioni,  garanzie  reali  e/o
personali  e  quant'altro  di  ragione  (i  "Crediti   Ceduti"),   ha
comportato necessariamente il trasferimento anche dei dati  personali
- anagrafici, patrimoniali e reddituali - contenuti nei  documenti  e
nelle evidenze informatiche connessi ai Crediti Ceduti e relativi  ai
debitori  ceduti  e  ai  rispettivi   garanti   come   periodicamente
aggiornati  sulla  base  di  informazioni  acquisite  nel  corso  dei
rapporti contrattuali in  essere  con  i  debitori  ceduti  (i  "Dati
Personali"). 
  Cio' premesso, Golden Bar - tenuta a fornire ai debitori ceduti, ai
rispettivi  garanti,  ai  loro  successori  e   aventi   causa   (gli
"Interessati") l'informativa di cui all'art. 13, comma 4, del  Codice
Privacy - assolve  tale  obbligo,  ai  sensi  del  Provvedimento  del
Garante,  rinviando   gli   Interessati,   mutatis   mutandis,   alla
"Informativa  ai  sensi  dell'art.  13  del  Codice  in  materia   di
Protezione dei Dati Personali" resa nell'Avviso  di  Cessione  del  6
Agosto 2015. 

   p. Golden Bar (Securitisation) S.r.l. - L'amministratore unico 
                             Tito Musso 

 
TX18AAB359
mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Realizzazione Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A