TRIBUNALE CIVILE DI BERGAMO

(GU Parte Seconda n.16 del 8-2-2018)

 
Estratto di atto di citazione per usucapione con notifica ex art. 150
                               c.p.c. 
 

  Molendi Milvia, nata a Fontanella il 16.12.1940,  Raimondo  Emilia,
nata a Romano di Lombardia il 20.06.1937,  Raimondo  Franca,  nata  a
Romano di Lombardia il 01.04.1946 e Raimondo Maria, nata a Romano  di
Lombardia il 18.03.1949, nella  loro  qualita'  di  eredi  di  Andrea
Raimondo, rappresentate e difese  dall'avv.  Michele  Pizzocheri  del
foro     di     Bergamo      (fax      n.      0363/910626;      Pec:
michele.pizzocheri@bergamo.pecavvocati.it),     ed      elettivamente
domiciliate presso lo studio di quest'ultimo sito in  Bergamo,  Viale
Vittorio Emanuele II n. 23, hanno citato gli eredi di Laura  Felicita
Giuseppina Raimondi, nata a Firenze il 30.01.1898,  Maria  Zencovich,
nata a Trieste l'08.07.1897  e  Adele  Raimondi,  nata  a  Parigi  il
01.04.1922, a comparire dinanzi al Tribunale di Bergamo per l'udienza
del  12.12.2017,  per  sentir  accogliere  le  seguenti  conclusioni:
accertato e dichiarato, in virtu' del possesso pubblico,  pacifico  e
ininterrotto  per  oltre  quarant'anni,  l'intervenuto  acquisto  per
usucapione da parte di Andrea Raimondo, nato a Romano di Lombardia il
21.01.1934  e  deceduto  a  Romano  di   Lombardia   il   14.05.2012,
dell'appezzamento di terreno sito in Romano di Lombardia fino al 2013
identificato al Catasto Terreni del medesimo Comune  con  mappale  n.
1678 foglio 9 e ad oggi incluso nella particella n. 1674 foglio  9  e
relativa porzione di fabbricato successivamente edificato, dichiarare
Molendi Milvia, Raimondo Emilia, Raimondo Franca e Raimondo Maria, in
qualita'  di  eredi  legittime  di  Andrea   Raimondo,   proprietarie
esclusive di tutto l'appezzamento di terreno identificato al  Catasto
Terreni del Comune di Romano di Lombardia al foglio 9 - particella n.
1674, incluso l'appezzamento fino al  2013  identificato  al  Catasto
Terreni con mappale n. 1678 -  foglio  9  e  ad  oggi  incluso  nella
particella n. 1674 e relativa porzione di fabbricato  successivamente
edificato. Con decreto del 12.09.2017 il Presidente  f.f.,  esaminata
l'istanza  per  l'autorizzazione  alla  notificazione  per   pubblici
proclami dell'atto di citazione di cui sopra, tenuto conto del parere
favorevole del pubblico ministero, considerato che dalle  allegazioni
e dai documenti prodotti debbono ritenersi sussistenti le  condizioni
di somma difficolta' richieste dalla norma di cui all'art. 150 c.p.c,
ha autorizzato la notificazione a mezzo pubblici  proclami  dell'atto
introduttivo del ricorso per usucapione disponendo  che  la  notifica
avvenga  mediante  la  pubblicazione  dell'atto  suddetto  entro   il
25.10.2017 sul quotidiano "L'Eco di Bergamo"  in  aggiunta  a  quanto
previsto  dai  co.  3  e  4  dell'art.  150  c.p.c.  All'udienza  del
12.12.2017, il Giudice dott.ssa Maria Magri',  rilevato  che  non  e'
stato rispettato il termine a  comparire  di  90/150  giorni  di  cui
all'art. 163 bis c.p.c. poiche'  l'autorizzazione  a  notificare  per
pubblici proclami riguarda solo la modalita' della  notificazione  ma
non deroga al termine per  comparire,  ha  fissato  termine  fino  al
28.02.2017 per rinnovare la notificazione della citazione  unitamente
al verbale di prima udienza con la medesima  modalita'  dei  pubblici
proclami gia' autorizzata dal  Presidente  del  Tribunale,  rinviando
all'udienza del 18 settembre 2018 ore  9.30  per  la  verifica  della
regolarita' del contraddittorio. 
  Bergamo, 08.01.2018 

                       avv. Michele Pizzocheri 

 
TX18ABA1282
mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Realizzazione Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A