IL PRESIDENTE
                     DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
  Vista   la   legge  23 agosto  1988,  n.  400,  recante  disciplina
dell'attivita'   di   Governo  e  ordinamento  della  Presidenza  del
Consiglio dei Ministri, e successive modificazioni;
  Vista la legge 12 gennaio 1991, n. 13, recante determinazione degli
atti   amministrativi  da  adottarsi  nelle  forme  del  decreto  del
Presidente  della  Repubblica  e  in particolare l'art. 2 concernente
l'emanazione  di  atti  nella  forma  del  decreto del Presidente del
Consiglio dei Ministri;
  Vista  la  legge  costituzionale  18 ottobre  2001,  n.  3, recante
Ā«Modifiche al titolo V della parte seconda della CostituzioneĀ»;
  Considerata  la  necessita',  segnalata anche dalle amministrazioni
statali,   regionali   e   locali,  di  codificare  e  di  conformare
all'ordinamento  giuridico-costituzionale  le  prassi  in  materia di
cerimoniale,  nonche' l'esigenza di garantire la loro piu' generale e
uniforme  applicazione  da  parte degli organi pubblici, nel contesto
delle incrementate relazioni nazionali e internazionali;
  Visto  il  testo  di  disposizioni  elaborato  dalla commissione di
studio,   nominata   in   data   30 settembre   2002  e  composta  da
rappresentanti degli Organi costituzionali;
  Acquisito  su tale testo l'assenso degli Uffici di Presidenza delle
giunte  e  dei  consigli  delle  regioni  e  delle province autonome,
espresso   al   termine  degli  incontri  promossi  d'intesa  con  il
Dipartimento per gli affari regionali;
  Considerato  che  gli Organi costituzionali ai quali e' stato fatto
pervenire  il  testo  non  hanno  ritenuto  di  avanzare suggerimenti
integrativi   ed   acquisita   l'intesa   degli  Organi  dello  Stato
interessati;
                              Decreta:
  Sono  emanate  nel  testo  allegato,  che  fa  parte integrante del
presente  decreto, le disposizioni generali in materia di cerimoniale
e di precedenza tra le cariche pubbliche.
    Roma, 14 aprile 2006
                                              p. Il Presidente: Letta