MINISTERO DELLA DIFESA

COMUNICATO

Conferimento di onorificenza al Valore aeronautico
(GU n.67 del 21-3-2007)
    Con  decreto  del  Presidente della Repubblica 25 gennaio 2007 e'
conferita la Medaglia d'argento al valore aeronautico:
      Al  capitano  AArnn  Nav.  Pil.  Luca  Salvo  Parmitano, nato a
Paterno' (Catania) il 27 settembre 1976:
      con la seguente motivazione: «Il giorno 11 maggio 2005, durante
l'effettuazione  del  corso  di Tactical Leardership Program, il cap.
Parmitano  Luca, in qualita' di Capo coppia e con Gregario il Mission
commander di una missione estremamente difficoltosa, impattava con il
proprio   velivolo  AMX  contro  un  volatile  di  grosse  dimensioni
(successivamente  individuato  come  una  cicogna)  sul  Canale della
Manica.
    Tale  impatto, avvenuto sul blindovetro, provocava la distruzione
del  primo  strato  dello  stesso,  il parziale distacco del montante
sinistro  e  l'esplosione  dell'Head-Up  display.  In  condizioni  di
altissima criticita', dopo avere eseguito tutte le azioni d'emergenza
previste  dal Check - list, non esitava a valutare la possibilita' di
rientrare  nella  base  estera  di  rischieramento  lontana,  per  il
successivo  atterraggio.  Le  condizioni  di  scarsissima visibilita'
esterna  causate  dal  volatile,  la  quasi  totale  avaria  radio in
ricezione  date  dal  rumore  in  cabina,  le  precarie condizioni di
aeronavigazione,  seppur  giustificando  anche un'eventuale eiezione,
non gli impedivano di mantenere nervi saldi e sangue freddo.
    Il   Gregario,   capo  rischieramento  del  contigente  italiano,
avallava   la  decisione  di  tentare  l'atterraggio  sulla  base  di
rischieramento  e  monitorava il velivolo incidentato dalla posizione
di  chase,  prendendo  il controllo delle comunicazioni T/B/T e della
navigazione,  lasciando  al  pilota  in  emergenza  la conduzione del
velivolo, che si rivelava estremamente difficile ed impegnativa.
    L'atterraggio  da  lungo  finale,  avveniva  in  condizioni quasi
proibitive,  dovute  a  problemi  di  visuale  ridottissima, in parte
ovviati  dai suggerimenti del chase sulle correzioni di traiettoria e
a  problemi  aerodinamici  a  bassa velocita' legati alla rottura del
blindovetro.
    Il  cap. Parmitano riusciva superbamente a concludere l'emergenza
con  l'atterraggio sulla base designata, ottenendo il plauso di tutto
il  contingente  e dello staff aviatorie, dando lustro ed onore, dato
il  contesto  internazionale,  al  reparto,  All'Arma Azzurra ed alla
stessa nazione italiana». - Cieli del Belgio, 11 maggio 2005.