DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 17 marzo 2014 

Indizione  dei  comizi  elettorali  per  l'elezione  dei  membri  del
Parlamento europeo spettanti all'Italia. (14A02276) 
(GU n.64 del 18-3-2014)
 
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
  Vista la legge 6 aprile  1977,  n.  150,  recante  approvazione  ed
esecuzione  dell'atto  relativo   all'elezione   dei   rappresentanti
nell'Assemblea a suffragio universale diretto, firmato a Bruxelles il
20 settembre 1976 e  allegato  alla  decisione,  di  pari  data,  del
Consiglio delle Comunita' europee; 
  Vista  la  decisione   del   Consiglio   dell'Unione   europea   n.
2013/299/UE, Euratom del 14 giugno 2013,  pubblicata  nella  Gazzetta
ufficiale dell'Unione europea L 169 del 21 giugno 2013, relativa alla
fissazione del periodo, dal 22 al 25 maggio 2014, in cui si  terranno
le ottave  elezioni  dei  rappresentanti  del  Parlamento  europeo  a
suffragio universale diretto; 
  Vista la legge 24 gennaio 1979, n. 18, recante norme per l'elezione
dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia, e  successive
modificazioni; 
  Visto il decreto-legge 24 giugno 1994,  n.  408,  convertito  dalla
legge 3 agosto 1994, n. 483, recante disposizioni urgenti in  materia
di elezioni al Parlamento europeo, e successive modificazioni; 
  Visto l'articolo 1,  comma  399,  primo  periodo,  della  legge  27
dicembre 2013, n. 147 (Legge di stabilita' 2014); 
  Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri,  adottata  nella
riunione del 14 marzo 2014; 
  Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei ministri; 
 
                                Emana 
 
                         il seguente decreto 
 
                               Art. 1 
 
  I comizi per l'elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti
all'Italia sono convocati per il giorno di domenica 25 maggio 2014. 
  Il presente decreto e' pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica italiana. 
    Dato a Roma, addi' 17 marzo 2014 
 
                             NAPOLITANO 
 
                         Renzi, Presidente del Consiglio dei ministri