DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 marzo 2017 

Indizione   del   referendum   popolare   per   l'abrogazione   delle
disposizioni sul lavoro accessorio (voucher). (17A02125) 
(GU n.62 del 15-3-2017)
 
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
  Visti gli articoli 75 e 87 della Costituzione; 
  Vista  la  legge  25  maggio  1970,  n.  352,  recante  "Norme  sui
referendum previsti dalla Costituzione e sulla iniziativa legislativa
del popolo", e successive modificazioni; 
  Visto l'articolo 1, comma 399, della legge 27 dicembre 2013, n. 147
(Legge di stabilita' 2014); 
  Vista l'ordinanza del 6 dicembre  2016  depositata  il  9  dicembre
2016, con la quale l'Ufficio centrale per  il  referendum  presso  la
Corte suprema di  cassazione  ha  dichiarato  conforme  a  legge  una
richiesta di referendum popolare per l'abrogazione degli articoli 48,
49 (come modificato al suo terzo comma  dal  decreto  legislativo  n.
185/2016) e 50 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, recante
"Disciplina organica  dei  contratti  di  lavoro  e  revisione  della
normativa in tema di mansioni, a  norma  dell'articolo  1,  comma  7,
della legge 10 dicembre 2014, n.  183  (voucher)",  con  la  seguente
denominazione:  "Abrogazione  disposizioni  sul   lavoro   accessorio
(voucher)" e con il seguente quesito: 
    «Volete voi l'abrogazione degli artt. 48, 49 (come modificato  al
suo terzo comma dal d. lgs. n. 185/2016) e 50 del d. lgs.  15  giugno
2015, n. 81 recante "Disciplina organica dei contratti  di  lavoro  e
revisione della normativa in tema di mansioni, a norma  dell'art.  1,
comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183 (voucher)"?»; 
  Vista la sentenza della Corte costituzionale n. 28 dell'11  gennaio
2017, depositata il 27  gennaio  2017  e  pubblicata  nella  Gazzetta
Ufficiale - 1ª Serie speciale - n. 5 del 1°  febbraio  2017,  con  la
quale e' stata dichiarata  ammissibile  la  richiesta  di  referendum
popolare  secondo  il  quesito  di  cui  alla  suindicata   ordinanza
dell'Ufficio centrale per il referendum; 
  Vista la deliberazione del Consiglio dei  ministri  adottata  nella
riunione del 14 marzo 2017; 
  Sulla proposta  del  Presidente  dei  Consiglio  dei  ministri,  di
concerto con i Ministri dell'interno e della giustizia; 
 
                              E m a n a 
                        il seguente decreto: 
 
  Il referendum popolare per  l'abrogazione  degli  articoli  48,  49
(come modificato al  suo  terzo  comma  dal  decreto  legislativo  n.
185/2016) e 50 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, recante
"Disciplina organica  dei  contratti  di  lavoro  e  revisione  della
normativa in tema di mansioni, a  norma  dell'articolo  1,  comma  7,
della legge 10 dicembre 2014, n.  183  (voucher)",  con  la  seguente
denominazione:  "Abrogazione  disposizioni  sul   lavoro   accessorio
(voucher)", e' indetto sul seguente quesito: 
    «Volete voi l'abrogazione degli artt. 48, 49 (come modificato  al
suo terzo comma dal d. lgs. n. 185/2016) e 50 del d. lgs.  15  giugno
2015, n. 81 recante "Disciplina organica dei contratti  di  lavoro  e
revisione della normativa in tema di mansioni, a  norma  dell'art.  1
comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183 (voucher)"?». 
  I relativi comizi sono convocati  per  il  giorno  di  domenica  28
maggio 2017. 
  Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana. 
    Dato a Roma, addi' 15 marzo 2017 
 
                             MATTARELLA 
 
                                  Gentiloni Silveri,  Presidente  del
                                  Consiglio dei ministri 
 
                                  Minniti, Ministro dell'interno 
 
                                  Orlando, Ministro della giustizia