Art. 15 
 
            Ammissione alla ferma prefissata quadriennale 
 
    1. I concorrenti utilmente collocati nelle graduatorie di cui  al
precedente  art.  13,  nonche'  quelli   destinatari   di   eventuali
ripianamenti, saranno convocati  -  con  le  modalita'  indicate  nel
precedente art. 5 - nei tempi e nei  modi  concordati  con  la  Forza
armata, presso gli enti a tal fine designati, per  la  frequenza  del
corso di formazione e specializzazione di cui al successivo art. 16. 
    La dichiarazione di accettazione o di rinuncia alla ferma  dovra'
essere inviata all'indirizzo r1d2s4@persomil.difesa.it 
    2. Con decreto interdirigenziale emanato dalla DGPM  di  concerto
con il Comando generale  del  Corpo  delle  Capitanerie  di  porto  i
vincitori incorporati sono ammessi alla ferma prefissata quadriennale
con il grado di  Comune  di  1^  classe,  previa  perdita  del  grado
eventualmente rivestito. 
    3. L'ammissione alla ferma prefissata quadriennale  decorre,  per
gli effetti giuridici, dal  31  dicembre  2019  e,  per  gli  effetti
amministrativi, dalla data di effettiva presentazione presso gli enti
designati. 
    4. Coloro che non si presenteranno  nella  data  fissata  per  la
convocazione saranno considerati rinunciatari, salvo  motivate  cause
di impedimento che dovranno essere rappresentate entro i  due  giorni
successivi  alla  DGPM,  mediante  messaggio  di  posta   elettronica
certificata  -  utilizzando  esclusivamente  un  account   di   posta
elettronica certificata - all'indirizzo persomil@postacert.it  ovvero
mediante messaggio di posta elettronica - utilizzando  esclusivamente
un    account    di     posta     elettronica     -     all'indirizzo
persomil@persomil.difesa.it - La DGPM potra' differire la data  della
convocazione, a  seguito  di  valutazione  insindacabile  dei  motivi
dell'impedimento, per un  periodo  comunque  non  superiore  a  dieci
giorni. 
    5. Gli idonei convocati, all'atto della presentazione presso  gli
enti designati  dalla  Forza  armata,  devono  essere  muniti  di  un
documento di riconoscimento  in  corso  di  validita',  provvisto  di
fotografia, rilasciato  da  un'Amministrazione  dello  Stato  -  come
definito al precedente art. 3, comma 4,  lettera  a)  -  nonche'  del
codice fiscale. 
    6. Gli idonei convocati che sono stati  differiti  ai  sensi  del
precedente art.  1,  comma  8  sono  ammessi  alla  ferma  prefissata
quadriennale con decorrenza giuridica  dalla  data  di  presentazione
prevista per il concorso alle cui prove e/o accertamenti  sono  stati
differiti. 
    7. All'atto della  presentazione,  i  volontari  provenienti  dal
congedo  sono  sottoposti,  da  parte  del  dirigente  del   Servizio
sanitario dell'ente o di un ufficiale medico del  Servizio  sanitario
di riferimento, a visita medica al fine di verificare il mantenimento
dei requisiti fisici richiesti. Qualora emergano possibili motivi  di
inidoneita', essi sono immediatamente inviati  presso  le  infermerie
presidiarie della Marina militare territorialmente competenti e/o  le
strutture sanitarie  della  Difesa,  per  la  verifica  del  possesso
dell'idoneita'  quali  volontari  in  servizio  permanente,   nonche'
dell'idoneita' specifica per il settore d'impiego di assegnazione, ai
sensi della  pubblicazione  SMM/IS/150  dello  Stato  maggiore  della
Marina e del decreto del Ministro della difesa 16 settembre 2003. Nel
caso di giudizio di perdita dell'idoneita' specifica per  il  settore
d'impiego di assegnazione  ovvero  di  permanente  inidoneita'  o  di
temporanea inidoneita' superiore a venti giorni  per  infermita'  non
dipendente  da  causa  di  servizio,  i  concorrenti   sono   esclusi
dall'arruolamento con provvedimento della DGPM. 
    8. I concorrenti incorporati saranno sottoposti alle vaccinazioni
obbligatorie previste dalla normativa sanitaria  in  ambito  militare
per il servizio in Patria e all'estero. A tal fine, dovranno altresi'
presentare, all'atto dell'incorporazione: 
      il certificato  vaccinale  infantile  e  quello  relativo  alle
eventuali  vaccinazioni  effettuate  per  turismo  e  per   attivita'
lavorative pregresse; 
      in caso di assenza della  relativa  vaccinazione,  il  dosaggio
degli anticorpi per morbillo, rosolia e parotite. 
    Informazioni  in  ordine  agli  eventuali  rischi  derivanti  dal
protocollo  vaccinale  saranno  rese  ai  vincitori  incorporati  dal
personale sanitario di cui alla direttiva tecnica  14  febbraio  2008
della Direzione generale della sanita' militare,  recante  Ā«Procedure
applicative e data di introduzione delle schedule vaccinali  e  delle
altre misure di profilassiĀ». 
    9. I  volontari  in  servizio,  ove  nel  corso  della  procedura
concorsuale e fino alla  data  di  presentazione  abbiano  subito  un
declassamento nel profilo sanitario per infermita' non dipendente  da
causa di servizio, che comporti l'inidoneita' all'impiego in qualita'
di volontario in servizio permanente e/o il venir meno dell'idoneita'
specifica  prevista  dalla  pubblicazione  SMM/IS/150   dello   Stato
maggiore della Marina e dal decreto  del  Ministro  della  difesa  16
settembre 2003 e  risulti  da  provvedimento  medico-legale  adottato
secondo la normativa vigente per i militari in servizio, sono esclusi
con provvedimento della DGPM. 
    10. Ai volontari in ferma prefissata, una volta incorporati, e ai
concorrenti idonei non vincitori potra' essere chiesto di prestare il
consenso ad essere presi in considerazione ai fini  di  un  eventuale
successivo impiego presso gli organismi di informazione  e  sicurezza
di cui alla legge 3 agosto 2007, n. 124, previa verifica del possesso
dei requisiti.