Art. 4.
                 Elementi da indicare nella domanda
   1. Il candidato in servizio nella Guardia di finanza deve indicare
nella domanda (modello in allegato 2):
    a)  grado,  contingente di appartenenza, cognome, nome, matricola
meccanografica, data e luogo di nascita;
    b) il reparto cui e' in forza;
    c)  di  non  essere  gia'  stato rinviato, d'autorita', dal corso
allievi marescialli o equipollenti della Guardia di finanza;
    d)  il  titolo  di  studio di cui e' in possesso o che presume di
conseguire nell'anno scolastico 2007/2008;
    e)  di  non  essere  stato  giudicato,  nell'ultimo biennio, ┬źnon
idoneo┬╗ all'avanzamento;
    f) l'eventuale possesso dei titoli preferenziali e/o maggiorativi
di punteggio, tra quelli elencati nell'articolo 21;
    g)  di  essere  disposto,  in  caso  di  nomina  a maresciallo, a
raggiungere qualsiasi sede di servizio.
   2.  Il  candidato che non presta servizio nella Guardia di finanza
deve indicare nella domanda (modello in allegato 1):
    a)  cognome,  nome,  codice  fiscale,  data e luogo di nascita (i
militari  devono indicare anche il grado rivestito nonche' il Comando
cui sono in forza);
    b) il possesso della cittadinanza italiana;
    c)  lo  stato  civile  e  il  numero  dei figli, eventualmente, a
carico;
    d)  di  essere  iscritto  nelle  liste  elettorali  del Comune di
residenza e di godere dei diritti civili;
    e)  di  non  essere  imputato,  e di non aver subito condanne per
delitti non colposi, ne' sottoposto a misura di prevenzione;
    f)  di  non  essere  gia'  stato rinviato, d'autorita', dal corso
allievi marescialli o equipollenti della Guardia di finanza;
    g) la posizione nei riguardi del servizio militare;
    h)  di  non  essere  stato  ammesso a prestare il servizio civile
nazionale  quale  obiettore  di coscienza ovvero di aver rinunciato a
tale  status,  ai  sensi dell'articolo 15, comma 7-ter, della legge 8
luglio 1998, n. 230;
    i)  il  titolo  di  studio di cui e' in possesso o che presume di
conseguire nell'anno scolastico 2007/2008;
    l)  di  non  essere  stato  destituito  o dispensato dall'impiego
presso una pubblica amministrazione;
    m) l'indirizzo proprio ed, eventualmente, della propria famiglia,
completo del codice di avviamento postale;
    n)  l'indirizzo  presso  il  quale  desidera  ricevere  eventuali
comunicazioni, completo, ove possibile, di un recapito telefonico;
    o) l'eventuale possesso dei titoli preferenziali e/o maggiorativi
di punteggio, tra quelli elencati nell'articolo 21;
    p)  di  essere  disposto,  in  caso  di  nomina  a maresciallo, a
raggiungere qualsiasi sede di servizio.
   3. Il candidato, nella domanda di partecipazione al concorso, puo'
richiedere   di   essere   sottoposto   anche   alle  seguenti  prove
facoltative:
    a) esame di conoscenza di una o piu' lingue estere, scelte tra le
seguenti: francese, inglese, spagnolo e tedesco;
    b) prova di informatica.
   4. Gli aspiranti in possesso dell'attestato di bilinguismo, di cui
all'articolo   1,   comma   2,   devono   compilare   la  domanda  di
partecipazione precisando, in allegato alla stessa, gli estremi ed il
livello del titolo in base al quale concorrono per i posti riservati,
indicando  la  lingua  (italiana  o  tedesca)  nella  quale intendono
sostenere le previste prove scritta e orale.
   5.  I  candidati,  inoltre,  devono  dichiarare, nella domanda, di
essere  a conoscenza che la prova preliminare si svolgera' secondo le
modalita' stabilite all'articolo 11.
   6. La domanda di partecipazione ha valore di autocertificazione ed
il sottoscrittore attesta, tra l'altro, di essere consapevole che, in
caso  di  false  dichiarazioni,  incorre  nelle sanzioni previste dal
codice  penale  e  dalle  leggi  speciali e decade da ogni beneficio,
eventualmente  conseguente  al provvedimento emanato sulla base della
dichiarazione non veritiera fornita.
   7.  I candidati di cui al comma 2 devono segnalare ogni variazione
di  indirizzo  direttamente,  e  nel  modo  piu'  celere,  al Comando
Provinciale  della  Guardia  di  finanza competente (ovvero al locale
Comando  Regionale della Guardia di finanza, per i residenti in Valle
d'Aosta)  o al Centro di Reclutamento della Guardia di finanza, per i
residenti  all'estero,  i  quali  non assumono alcuna responsabilita'
circa  possibili  disguidi  derivanti  da  errate,  mancate o tardive
segnalazioni di variazioni di recapito o da eventi di forza maggiore.
Gli  stessi  reparti, inoltre, non assumono alcuna responsabilita' in
caso  di  ritardata  ricezione,  da parte dei candidati, di avvisi di
convocazione,  dovuta  a  disguidi  postali  o  ad  altre  cause  non
imputabili    a    propria   inadempienza.   Deve,   infine,   essere
tempestivamente  comunicata  agli  stessi reparti ogni variazione che
dovesse  intervenire, concorso durante, nella posizione del candidato
ai fini del servizio militare.