Art. 4 
 
 
                       Contenuto della domanda 
 
 
    Nella domanda di partecipazione il candidato dovra' dichiarare: 
      a) nome e cognome; 
      b) codice fiscale; 
      c) data e luogo di nascita, indirizzo  di  residenza,  recapito
telefonico e indirizzo e-mail; 
      d) il possesso della cittadinanza italiana o di uno degli Stati
dell'Unione europea o di essere familiare  di  un  cittadino  di  uno
degli  Stati  membri  dell'Unione  europea  titolare  di  diritto  di
soggiorno  o  del  diritto  di  soggiorno  permanente,  o  di  essere
cittadino di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno
CE per soggiornanti di lungo  periodo  o  di  essere  titolari  dello
status di rifugiato ovvero dello  status  di  protezione  sussidiaria
(sono equiparati ai cittadini  gli  italiani  non  appartenenti  alla
Repubblica); 
      e) (se cittadino italiano): il comune  ove  e'  iscritto  nelle
liste elettorali, ovvero  i  motivi  della  non  iscrizione  o  della
cancellazione da tali liste; 
      f) (se cittadino di uno degli Stati membri dell'Unione  europea
o familiare di un cittadino di uno  degli  Stati  membri  dell'Unione
europea o se cittadino di Paesi terzi): di godere dei diritti  civili
e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza  ovvero
i motivi del mancato godimento e di avere adeguata  conoscenza  della
lingua italiana; 
      g) di non aver mai riportato condanne  penali  e  di  non  aver
procedimenti penali in corso. In caso contrario indicare le  condanne
riportate,  specificando  la  data  della  sentenza   e   l'autorita'
giudiziaria che l'ha emessa, da indicare anche se e'  stata  concessa
amnistia, perdono giudiziale, condono, indulto, non menzione, ecc.  e
anche se nulla risulta  sul  casellario  giudiziale.  I  procedimenti
penali pendenti devono essere indicati qualsiasi sia la natura  degli
stessi; 
      h) il possesso del titolo di  studio  di  cui  all'art.  2  del
bando; 
      i) il possesso della patente di guida B; 
      j) la posizione nei riguardi degli obblighi militari; 
      k)   gli   eventuali   servizi   prestati   presso    pubbliche
amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti  rapporti  di
impiego; 
      l) di non essere stato  destituito  o  dispensato  dall'impiego
presso una pubblica  amministrazione  per  persistente  insufficiente
rendimento, non  essere  stato  dichiarato  decaduto  da  un  impiego
statale per aver conseguito l'impiego stesso mediante  la  produzione
di documenti falsi o viziati da invalidita' non sanabili e non essere
stato licenziato a decorrere dalla data  di  entrata  in  vigore  del
primo contratto collettivo nazionale di lavoro (21 maggio 1996); 
      m) di avere l'idoneita' fisica all'impiego; 
      n) eventuale possesso di titoli che danno diritto ad  usufruire
delle preferenze, a parita'  di  merito,  previste  dall'art.  9  del
presente bando. 
    Nella domanda di ammissione al concorso i cittadini italiani o di
uno degli Stati dell'Unione europea devono autocertificare, nei  casi
e nei limiti previsti dalla normativa vigente, il  titolo  di  studio
richiesto dal bando per la partecipazione al concorso. 
    Nell'autocertificazione il candidato  deve  specificare  in  modo
analitico e preciso ogni elemento utile al fine della valutazione dei
titoli e dell'espletamento dei necessari controlli sulla  veridicita'
dei dati autocertificati. 
    Ai sensi dell'art. 40, comma 1 del decreto del  Presidente  della
Repubblica n. 445/2000, si invita a  NON  allegare  alla  domanda  di
ammissione alcun certificato. Eventuali certificazioni  allegate  non
potranno essere prese in considerazione  ai  fini  della  valutazione
della candidatura. 
    I candidati portatori di  handicap,  in  relazione  alla  propria
disabilita', possono richiedere l'utilizzo di appositi ausili. 
    In applicazione della legge n. 170/2010, i candidati con disturbi
specifici dell'apprendimento potranno  usufruire  del  30%  di  tempo
aggiuntivo nelle prove scritte,  e  di  eventuali  ulteriori  ausili,
previa richiesta, di supporti. 
    Tale richiesta dovra' essere effettuata  esclusivamente  all'atto
della compilazione della candidatura on-line seguendo le  indicazioni
fornite in procedura. 
    I candidati sono tenuti a versare un importo,  non  rimborsabile,
pari ad euro 12,00 effettuando  un  bonifico  bancario  intestato  a:
Universita' degli studi di Pavia  e  indicando  obbligatoriamente  la
causale ┬źRimborso spese  concorso  2019-10C1-facility┬╗  -  IBAN:  IT.
IBAN: IT 77 X 05696 11300  000007000X47  -  SWIFT:  POSOIT22 -  Banca
Popolare di Sondrio, succursale di Pavia  -  piazzale  Ponte  Coperto
Ticino, n. 11, 27100 - Pavia. 
    La ricevuta  di  avvenuto  bonifico  deve  essere  allegata  alla
domanda di partecipazione. 
    In caso di esclusione dal concorso non si dara' luogo al rimborso
dell'importo versato. 
    La domanda deve essere obbligatoriamente corredata da: 
      1. documento di riconoscimento in corso di validita', anche per
quelle sottoscritte con firma digitale; 
      2. ricevuta di avvenuto bonifico.