Art. 5.

                 Domande e termine di presentazione

    Le  domande di ammissione al concorso, redatte in carta semplice,
secondo   lo   schema   (allegato   1),   indirizzate   al  Direttore
amministrativo  di questa Universita', dovranno pervenire all'Ufficio
protocollo  dell'Area risorse umane, via S. Maria del Rosario, n. 9 -
95131  Catania,  entro  il  termine perentorio di giorni trenta dalla
data  di  pubblicazione  del  presente bando nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana - 4a serie speciale "Concorsi ed esami".
    Non  saranno  prese  in considerazione le domande pervenute oltre
tale termine.
    Fa'  fede  il  timbro  a  data  dell'Ufficio protocollo dell'Area
risorse   umane  accettante.  L'amministrazione  non  risponde  della
eventuale  dispersione  della  domanda affidata al servizio postale o
corrieri privati.
    Nella  domanda  di ammissione il candidato, oltre che indicare la
precisa denominazione del concorso, dovra' dichiarare, ai sensi della
legge  n. 15/1968  e  del  decreto  del  Presidente  della Repubblica
n. 403/1998, e sotto la propria responsabilita':
      1)  il  proprio  cognome  e  nome  (le donne coniugate dovranno
indicare  nell'ordine,  il  cognome  da nubile, il nome proprio ed il
cognome del coniuge);
      2) la data ed il luogo di nascita;
      3)  di  essere  in possesso della cittadinanza italiana o della
cittadinanza di uno Stato membro dell'Unione europea;
      4)  il  comune  nelle  cui  liste elettorali risultano iscritti
ovvero  i motivi della mancata iscrizione o della cancellazione dalle
liste medesime;
      5)  di  non  avere riportato condanne penali (in caso contrario
indicare  le  eventuali condanne penali riportate, anche se sia stata
concessa  amnistia,  condono,  indulto o perdono giudiziale) e di non
avere  procedimenti  penali  pendenti,  dei  quali eventualmente deve
essere specificata la natura;
      6)  il  possesso  del  titolo  di studio richiesto dall'art. 4,
punto  4)  del  presente  bando,  indicando  l'istituzione  che lo ha
rilasciato,  la  data  del  conseguimento,  la  votazione  riportata,
nonche'  il possesso dell'eventuale esperienza lavorativa presso enti
pubblici  o  privati, con una anzianita' di servizio di almeno cinque
anni, come richiesto dallo stesso art. 4, punto 4), lettera b).
    Nel   caso   in   cui   il   candidato  appartenga  al  personale
dell'Universita'  degli studi di Catania, lo stesso dovra' dichiarare
- oltre al possesso del titolo di studio richiesto dall'art. 4, punto
4)  del presente bando, indicando l'istituzione che lo ha rilasciato,
la  data  del  conseguimento  nonche'  la  votazione  riportata  - la
struttura  presso  la  quale presta servizio, la qualifica rivestita,
l'anzianita'  di  servizio  maturata,  la  tipologia  del rapporto di
lavoro.
    Qualora  il  titolo di studio sia stato conseguito all'estero, si
dovra'  specificare  l'autorita'  competente che ha riconosciuto tale
titolo equipollente al titolo italiano richiesto;
      7) la posizione rivestita nei riguardi degli obblighi militari;
      8)  di essere idoneo al servizio continuativo ed incondizionato
nell'impiego al quale il concorso si riferisce;
      9) non essere stato destituito o dispensato dall'impiego presso
una    pubblica   amministrazione   per   persistente   insufficiente
rendimento,  ne'  dichiarato decaduto da un impiego statale, ai sensi
dell'art. 127,   primo  comma,  lettera  d)  del  testo  unico  delle
disposizioni  concernenti  lo  statuto  degli  impiegati civili dello
Stato,   approvato   con  decreto  del  Presidente  della  Repubblica
10 gennaio  1957,  n. 3 (la dichiarazione va resa anche in assenza di
rapporti di pubblico impiego);
      10)   gli   eventuali   servizi   prestati   presso   pubbliche
amministrazioni  e  le  cause  di eventuali risoluzioni di precedenti
rapporti di impiego;
      11)  l'eventuale possesso dei titoli di preferenza a parita' di
merito   previsti   dall'art. 5  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni posseduti
alla  data  di  scadenza del termine utile per la presentazione delle
domande di ammissione al concorso (allegato 4 al presente bando).
    I  candidati  cittadini  degli  Stati  membri dell'Unione europea
dovranno  dichiarare,  altresi',  di  godere  dei  diritti  civili  e
politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza, ovvero i
motivi del mancato godimento, e di avere un'adeguata conoscenza della
lingua italiana.
    Dalle    domande    deve   risultare,   altresi',   il   recapito
dell'aspirante  ai  fini  di ogni eventuale comunicazione relativa al
concorso  che  gli verra' trasmessa mediante raccomandata a.r.. Sara'
utile  indicare  un  eventuale  recapito  telefonico.  Il  candidato,
altresi',  si  impegna  a  segnalare tempestivamente le variazioni di
recapito che dovessero intervenire successivamente.
    I  candidati  riconosciuti  handicappati  ai  sensi  della  legge
n. 104/1992  dovranno  fare  esplicita  richiesta,  in  relazione  al
proprio    handicap,   riguardo   all'ausilio   necessario,   nonche'
l'eventuale  necessita'  di tempi aggiuntivi per l'espletamento delle
prove di esame.
    La  firma  del  candidato,  apposta  in  calce  alla  domanda  di
ammissione, non va autenticata.
    Verranno  esclusi  dal  concorso gli aspiranti le cui domande non
contengono  tutte le dichiarazioni circa il possesso dei requisiti di
ammissione.
    L'amministrazione   non  assume  alcuna  responsabilita'  per  la
dispersione  di  comunicazioni dipendente da inesatte indicazione del
recapito  da  parte  del  concorrente  oppure  da  mancata  o tardiva
comunicazione  del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda,
ne'   per   eventuali  disguidi  postali  o  telegrafici  o  comunque
imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.
    Ai  sensi  della  legge n. 675/1996, i dati personali forniti dai
candidati  saranno trattati per le finalita' di gestione del concorso
e del rapporto di lavoro instaurato.