Art. 21 
 
                        Mancata presentazione 
                    e differimento del candidato 
 
    1.   Il   candidato   che,   per    cause    non    riconducibili
all'Amministrazione che ha  indetto  il  presente  concorso,  non  si
presenta per: 
      a) sostenere la  prova  preliminare  di  cui  all'art.  12,  se
prevista, l'accertamento dell'idoneita' psico-fisica di cui  all'art.
17, l'accertamento dell'idoneita' attitudinale di cui all'art.  19  e
la prova orale di cui all'art. 20, e'  considerato  rinunciatario  e,
quindi, escluso dal concorso. Compatibilmente con i tempi tecnici  di
espletamento delle  succitate  fasi  selettive,  i  presidenti  delle
sottocommissioni di cui all'art. 8, comma 1, lettere a), b), c) e d),
hanno facolta' -  su  istanza  dell'interessato,  esclusivamente  per
documentate cause di forza maggiore ovvero, se militare  in  servizio
della Guardia di finanza, su richiesta del Reparto  di  appartenenza,
solo per  improvvise  e  improrogabili  esigenze  di  servizio  -  di
anticipare o posticipare la convocazione dei candidati, nel  rispetto
del calendario di svolgimento delle  stesse.  L'istanza  deve  essere
inviata    all'indirizzo    di    posta    elettronica    certificata
concorsoRTLA2019@pec.gdf.it 
      b) sostenere la prova scritta, nella data prevista all'art. 13,
e' considerato rinunciatario e, quindi, escluso dal concorso. 
    2.   Il   candidato   che,   per    cause    non    riconducibili
all'Amministrazione che ha  indetto  il  presente  concorso,  non  si
presenti per la visita medica di incorporamento,  prevista  dall'art.
23, e' considerato rinunciatario e, quindi, escluso dal concorso. 
    Eventuali ritardi nella presentazione, dovuti a  causa  di  forza
maggiore  e  debitamente  documentati,   devono   essere   comunicati
all'indirizzo di posta elettronica certificata  Bg0200000p@pec.gdf.it
entro il terzo giorno solare  successivo  alla  data  di  svolgimento
della visita medica di incorporamento. 
    Il  Comandante  dell'Accademia,  sentito  il   presidente   della
sottocommissione per la visita medica di incorporamento e valutate le
documentate cause impeditive, puo' differire - con giudizio  motivato
e insindacabile - la presentazione del candidato purche'  il  ritardo
sia contenuto improrogabilmente entro il  decimo  giorno  dall'inizio
del corso. I giorni di assenza maturati sono computati ai fini  della
proposta di rinvio d'autorita' dal  corso,  secondo  le  disposizioni
vigenti. 
    Le decisioni assunte in  relazione  alle  predette  istanze  sono
comunicate agli interessati tramite il Centro di  reclutamento  della
Guardia di finanza. 
    3. Il candidato che, avendo chiesto e  ottenuto  il  differimento
delle prove ai sensi dei commi 1, lettera a), e 2,  non  si  presenta
nel giorno e  nell'ora  stabiliti  e'  considerato  rinunciatario  e,
quindi, escluso dal concorso. 
    4. Avverso tale  esclusione,  gli  interessati  possono  produrre
ricorso secondo le modalita' di cui all'ultimo comma dell'art. 12.