Art. 5 
 
                        Titoli di preferenza 
 
    1. I titoli di preferenza verranno valutati  esclusivamente  allo
scopo di determinare la posizione  in  graduatoria  tra  due  o  piu'
candidati che abbiano conseguito, in esito alle prove di concorso, il
medesimo punteggio complessivo (ex-aequo). 
    2. Costituiscono titoli di preferenza le idoneita' conseguite  in
concorsi banditi dall'ICPAL e  dall'Opificio  delle  pietre  dure  di
Firenze oppure le idoneita'  conseguite  in  concorsi  banditi  dagli
istituti formativi per l'insegnamento del restauro accreditati  dalla
┬źCommissione  tecnica  per  le  attivita'   istruttorie   finalizzate
all'accreditamento delle istituzioni formative┬╗ (D.I. 07/02/2011) per
il percorso formativo professionalizzante 5; 
    3. Il possesso dei titoli sopraddetti  dovra'  essere  dichiarato
con autocertificazione nella domanda di partecipazione al concorso  e
dovra' riferirsi a titoli aventi data precedente a quella di scadenza
del termine utile per la presentazione delle domande. 
    4. Non sono valutabili titoli diversi da quelli suindicati.