Nel  bando  di  concorsi pubblici, citati in epigrafe, pubblicato
nella  sopra  indicata  Gazzetta  Ufficiale,  sono  da  apportare  le
seguenti correzioni:
      alla pag. 10, all'art. 3 (Requisiti per l'ammissione), al punto
1)  lettera  d),  all'ultimo  periodo,  dove e' scritto: "..., ovvero
altro  diploma  di  scuola  secondaria  di  secondo  grado e corso di
formazione  in  informatica legalmente riconosciuto oppure diploma di
qualifica   di  maestro  d'arte  rilasciato  dall'Istituto  d'arte;",
leggasi:  "...,  ovvero altro diploma di scuola secondaria di secondo
grado e corso di formazione in informatica legalmente riconosciuto;".