In esecuzione della deliberazione n. 286 del 30 aprile 2003, sono
attivate  le  procedure  di  cui  all'art. 15 del decreto legislativo
n. 502/1992  e  decreto del Presidente della Repubblica n. 484/1997 e
dal decreto legislativo 19 giugno 1999, n. 229, per l'attribuzione di
un incarico per direttore di struttura complessa, area della medicina
diagnostica  e  dei servizi, disciplina neuroradiologia, con rapporto
esclusivo, presidio ospedaliero unico azienda unita' sanitaria locale
n. 1 Imperiese.
    L'assegnazione    della    sede    di   lavoro   sara'   definita
contestualmente alla stipula del contratto individuale.
    Sara'  corrisposto  il trattamento economico annuo lordo previsto
dalla vigente normativa contrattuale.
    Ai  sensi  delle  vigenti  disposizioni  di  legge,  e' garantita
parita'  e  pari  opportunita'  tra  uomini  e donne per l'accesso al
lavoro ed al relativo trattamento sul lavoro.
    A) Possono   partecipare   all'avviso  coloro  che  posseggono  i
seguenti requisiti generali:
      1)  cittadinanza  italiana,  salve  le  equiparazioni stabilite
dalle  leggi  vigenti,  o  cittadinanza  di uno dei Paesi dell'Unione
europea;
      2) idoneita' fisica all'impiego, il relativo accertamento sara'
effettuato   a   cura   di  questa  unita'  sanitaria  locale,  prima
dell'immissione  in  servizio.  Il  personale dipendente da pubbliche
amministrazioni e' dispensato dalla visita medica.
    B) Requisiti specifici di ammissione:
      1) iscrizione  all'albo  dell'ordine  dei  medici, attestata da
certificato  in  data  non  anteriore a sei mesi rispetto a quella di
scadenza del bando. L'iscrizione al corrispondente albo professionale
di  uno dei Paesi dell'Unione europea consente la partecipazione alla
selezione,  fermo  restando  l'obbligo  dell'iscrizione  all'albo  in
Italia prima dell'assunzione in servizio;
      2)  anzianita'  di  servizio di sette anni, di cui cinque nella
disciplina  di  neuroradiologia.  In  luogo della specializzazione in
neuroradiologia   sono  ammesse  le  specializzazioni  in  radiologia
diagnostica, radiodiagnostica, radiologia e radiologia medica;
      3)  curriculum  professionale  ai sensi dell'art. 8 del decreto
del Presidente della Repubblica n. 484/1997.
    E'   fatto   obbligo   acquisire   entro   un   anno  dall'inizio
dell'incarico l'attestato di formazione manageriale di cui all'art. 7
del decreto del Presidente della Repubblica n. 484/1997
    La  partecipazione al presente avviso non e' soggetta a limiti di
eta',  salvo  quelli  previsti  per  il  collocamento  a  riposo  dei
dipendenti. In considerazione di tali limiti e della possibile durata
del  contratto, il primo incarico per l'avviso di cui trattasi potra'
essere  conferito  qualora il termine finale del contratto coincida o
comunque non superi il 65° anno di eta' dei candidati, fatte salve le
maggiorazioni e le esenzioni di legge.
    Tutti  i suddetti requisiti debbono essere posseduti alla data di
scadenza  del termine stabilito per la presentazione della domanda di
ammissione.
    Nella  domanda,  datata  e  sottoscritta,  gli  aspiranti  devono
dichiarare sotto la propria responsabilita':
      a) cognome  e  nome,  la  data  ed  il  luogo  di  nascita,  la
residenza;
      b) il   possesso  della  cittadinanza  italiana,  ovvero  altre
condizioni sostitutive richieste dalla vigente normativa;
      c) il  comune  di  iscrizione  nelle liste elettorali, ovvero i
motivi  della  non  iscrizione  o  della  cancellazione  dalle  liste
medesime;
      d) le  eventuali  condanne penali riportate, ovvero di non aver
riportato condanne penali;
      e)  il  possesso, con dettagliata specificazione, dei requisiti
specifici di ammissione;
      f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
      g) i   servizi   prestati   come  dipendenti  presso  pubbliche
amministrazioni;
      h) il  domicilio  presso  il  quale  deve essere fatta, ad ogni
effetto,   ogni   necessaria   comunicazione.   In  caso  di  mancata
indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza.
    La  firma  in  calce alla domanda non deve essere autenticata, ai
sensi della legge n. 127/1997.
    La  presentazione  della  domanda  vale,  ai  sensi  della  legge
31 dicembre  1996,  n. 675,  come esplicita autorizzazione all'unita'
sanitaria   locale   n. 1  Imperiese  per  il  trattamento  dei  dati
personali,  finalizzato  agli  adempimenti  per  l'espletamento della
presente   procedura.   I   suddetti   dati  saranno  trattati  anche
successivamente  all'eventuale  instaurazione  del rapporto di lavoro
per  le  finalita'  inerenti  la  gestione  del rapporto medesimo. La
comunicazione,  da parte del candidato, di tali dati, e' obbligatoria
ai  fini  della  valutazione  dei  requisiti  di partecipazione, pena
l'esclusione  dalla  procedura  medesima.  Le  medesime  informazioni
potranno  essere comunicate unicamente alle amministrazioni pubbliche
direttamente   interessate  alla  posizione  giuridico-economica  del
candidato.
    Non  possono  accedere  all'incarico  coloro  che  siano  esclusi
dall'elettorato  attivo,  nonche'  coloro  che siano stati dispensati
dall'impiego  presso  pubbliche  amministrazioni  per aver conseguito
l'incarico stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati
da invalidita' non sanabile.
    I  beneficiari  della  legge  5  febbraio  1992,  n. 104, debbono
specificare   nella  domanda  di  ammissione,  qualora  lo  ritengano
indispensabile,  l'ausilio  eventualmente necessario per sostenere il
previsto   colloquio   in   relazione  al  proprio  handicap  nonche'
l'eventuale necessita' di tempi aggiuntivi.

              Documentazione da allegare alla domanda.

    I candidati dovranno produrre, in allegato alla domanda:
      un  curriculum  professionale  datato e firmato i cui contenuti
dovranno   concernere   le   attivita'   professionali,   di  studio,
direzionali,  organizzative,  come  meglio  specificato nel paragrafo
«Criteri sul colloquio e sul curriculum professionale»;
      certificazioni    di    servizio    attestanti    il   possesso
dell'anzianita'  di  servizio  di  cui  al  punto  2)  dei  requisiti
specifici di ammissione;
      l'iscrizione  all'ordine  dei  medici,  rilasciata  in data non
anteriore a sei mesi dalla scadenza del presente avviso;
      eventuali pubblicazioni;
      tutti   i   documenti  ed  i  titoli  che  ritengono  opportuno
presentare agli effetti della valutazione di idoneita';
      elenco  in  triplice  copia, in carta semplice, dei documenti e
dei titoli presentati;
      fotocopia  di  un  documento  di  riconoscimento  in  corso  di
validita', relativamente alle autocertificazioni.
    I   contenuti   del  curriculum,  esclusi  quelli  relativi  alla
tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal
candidato,  possono  essere  autocertificate  dal candidato, ai sensi
dell'art. 8,  comma  5  del  decreto  del Presidente della Repubblica
n. 484/1997  ed in conformita' al disposto degli articoli 47 e 38 del
decreto   del   Presidente   della   Repubblica  n. 445/2000  (vedere
fac-simile  allegato  al  bando)  stante  i  quali e' necessario, tra
l'altro,  produrre, unitamente all'autocertificazione un documento di
riconoscimento.   I   candidati   che   intendono   avvalersi   della
dichiarazione  sostitutiva  di  certificazione  e della dichiarazione
sostitutiva  dell'atto  di  notorieta'  potranno utilizzare il modulo
predisposto allegato al bando.
    Le autocertificazioni rese in termini difformi da quanto disposto
dalla  normativa  vigente  in  materia  (decreto del Presidente della
Repubblica    n. 445/2000)    e,   pertanto,   anche   quelle   prive
dell'allegazione  di  un  documento  di  riconoscimento,  non saranno
considerate valide al fine dell'accertamento dei requisiti ne' per la
valutazione  dei  titoli  (per l'autocertificazione vedere fac-simile
allegato B al bando).
    Le  pubblicazioni  devono  essere edite a stampa e possono essere
prodotte,  come  pure  tutti  i titoli e documenti, in originale o in
fotocopia  accompagnata  da  dichiarazione  sostitutiva  dell'atto di
notorieta'.
    Ai  sensi  della  legge  n. 370  del 23 agosto 1998 le domande di
partecipazione all'avviso non sono soggette all'imposta di bollo, ne'
i relativi documenti allegati.
    La domanda, con la documentazione allegata, deve essere inoltrata
a  mezzo  del  servizio  pubblico  postale  al seguente indirizzo: al
direttore  generale dell'azienda unita' sanitaria locale, oppure puo'
essere  presentata  direttamente  all'unita'  sanitaria  locale  n. 1
Imperiese, via Aurelia n. 97 - 18032 Bussana di Sanremo.
    La  domanda  deve  essere presentata, entro il termine perentorio
del   trentesimo   giorno   non   festivo  successivo  alla  data  di
pubblicazione  del  presente  avviso  nella  Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
    Per le domande inoltrate a mezzo del servizio postale, la data di
spedizione  e'  comprovata  dal  timbro  a  data dell'ufficio postale
accettante.
    L'amministrazione non assume alcuna responsabilita' per eventuali
disguidi  dipendenti  da  inesatte  indicazioni della residenza o del
recapito   da  parte  dell'aspirante  o  da  mancata  oppure  tardiva
comunicazione  del  cambiamento  degli  stessi o comunque da eventi o
fatti non imputabili a colpa dell'amministrazione stessa.
    Il termine fissato per la presentazione della domanda e documenti
e'  perentorio;  l'eventuale riserva di invio successivo di documenti
e' priva di effetto.
    Trascorsi  due  anni  dalla  data  di conferimento dell'incarico,
verranno   attivate  le  procedure  di  scarto  della  documentazione
relativa  al  presente  avviso  ad  eccezione  degli  atti oggetto di
contenzioso, che saranno comunque conservati fino all'esaurimento del
contenzioso  stesso. Prima della scadenza del termine di cui sopra, i
candidati  possono  chiedere,  con  apposita domanda, la restituzione
della   documentazione  prodotta.  Nel  caso  la  restituzione  venga
effettuata   tramite   spedizione  le  spese  saranno  a  carico  del
destinatario.
    Costituiscono motivo di esclusione:
      la mancanza dei requisiti prescritti;
      la presentazione della domanda fuori termine utile.
Modalita' di attribuzione dell'incarico.
    L'incarico  verra' conferito dal direttore generale sulla base di
una  rosa di candidati idonei selezionati da un'apposita commissione,
nominata  dal  direttore generale e composta dal direttore sanitario,
che  la  presiede,  e  da  due  dirigenti dei ruoli del personale del
Servizio  sanitario  nazionale,  preposti  ad una struttura complessa
della  disciplina  oggetto  dell'incarico, di cui uno individuato dal
direttore generale ed uno dal collegio di direzione.
    La  data  e la sede del colloquio saranno comunicate agli ammessi
mediante  lettera raccomandata. La mancata presentazione al colloquio
equivale a rinuncia.
Criteri sul colloquio e sul curriculum professionale.
    La  commissione  di  esperti,  di  cui  all'art. 15  del  decreto
legislativo  n. 502/1992  e  successive modificazioni e integrazioni,
accerta  l'idoneita'  dei  candidati sulla base del colloquio e della
valutazione del curriculum professionale.
    I  contenuti  del  curriculum professionale saranno esaminati con
riguardo a:
      a) tipologia   delle   istituzioni  in  cui  sono  allocate  le
strutture  presso  le quali il candidato ha svolto la sua attivita' e
alla tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime;
      b) posizione  funzionale  del candidato nelle strutture ed alle
sue  competenze  con  indicazione  di  eventuali  specifici ambiti di
autonomia professionale con funzioni dirigenziali;
      c) tipologia  quali-quantitativa  delle  prestazioni effettuate
dal candidato;
      d) soggiorni  di  studio  o  di addestramento professionale per
attivita' attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o
estere di durata non inferiore a tre mesi con esclusione dei tirocini
obbligatori;
      e) attivita'  didattica  presso  scuole  universitarie  per  il
conseguimento di diploma universitario, laurea e/o specializzazione o
presso   scuole   per   la  formazione  di  personale  sanitario  con
indicazione delle ore annue di insegnamento;
      f) partecipazione  a  corsi,  congressi,  convegni  e seminari,
anche  effettuati  all'estero,  valutati  secondo  i  criteri  di cui
all'art. 9  del  decreto del Presidente della Repubblica n. 484/1997,
nonche' alle pregresse idoneita' nazionali.
    Nella  valutazione  del  curriculum  e'  presa  in considerazione
altresi',  la  produzione  scientifica  strettamente  pertinente alla
disciplina  di  esame,  pubblicata  su  riviste italiane e straniere,
caratterizzate  da  criteri  di  filtro nell'accettazione dei lavori,
nonche' il suo impatto nella comunita' scientifica.
    Il   colloquio   e'  diretto  alla  valutazione  delle  capacita'
professionali   del   candidato   nella   specifica   disciplina  con
riferimento  anche alle esperienze professionali documentate, nonche'
all'accertamento  delle  capacita'  gestionali,  organizzative  e  di
direzione  del  candidato  stesso  con  riferimento  all'incarico  da
svolgere.
    Prima   di  procedere  alla  valutazione  del  curriculum  ed  al
colloquio, la commissione stabilisce i criteri di valutazione, tenuto
conto delle specificita' proprie del posto da ricoprire.
Modalita' di attribuzione dell'incarico.
    L'incarico  verra' conferito dal direttore generale sulla base di
una  rosa di candidati idonei selezionati da un'apposita commissione,
nominata  dal  direttore generale e composta dal direttore sanitario,
che  la  presiede,  e  da  due  dirigenti dei ruoli del personale del
Servizio  sanitario  nazionale,  preposti  ad una struttura complessa
della  disciplina  oggetto  dell'incarico, di cui uno individuato dal
direttore generale ed uno dal collegio di direzione.
    La  data  e la sede del colloquio saranno comunicate agli ammessi
mediante  lettera raccomandata. La mancata presentazione al colloquio
equivale a rinuncia.
Modalita' di svolgimento dell'incarico.
    L'incarico avra' la durata prevista dall'art. 15-ter, comma 2 del
decreto  legislativo  19 giugno 1999, n. 229, con facolta' di rinnovo
per  lo  stesso periodo o per un periodo piu' breve. Il dirigente non
confermato  alla  scadenza  dell'incarico  di  direzione di struttura
complessa e' destinato ad altra funzione con il trattamento economico
relativo   alla  funzione  di  destinazione  previsto  dal  contratto
collettivo   nazionale   di   lavoro;   contestualmente   viene  reso
indisponibile un posto di organico del relativo profilo.
    Il  dirigente  di  struttura complessa e' sottoposto, oltre che a
verifica  triennale,  anche  a  verifica al termine dell'incarico. Le
verifiche   riguardano   le  attivita'  professionali  svolte  ed  ai
risultati  raggiunti  e  sono  effettuate  da  un  collegio  tecnico,
nominato  dal  direttore  generale  e  presieduto  dal  direttore del
dipartimento. L'esito positivo delle verifiche costituisce condizione
per il conferimento o la conferma dell'incarico.
    L'incarico  e'  revocato,  secondo  le  procedure  previste dalle
disposizioni vigenti e dal contratto collettivo nazionale del lavoro,
in caso di:
      inosservanza delle direttive impartite dalla direzione generale
o dalla direzione del dipartimento;
      mancato raggiungimento degli obiettivi assegnati;
      responsabilita' grave o reiterata;
      in tutti gli altri casi previsti dai contratti di lavoro.
    Nei casi di maggiore gravita' il direttore generale puo' recedere
dal  rapporto di lavoro, secondo le direttive del codice civile e dei
contratti collettivi nazionali di lavoro.
    L'incarico   di  direzione  di  struttura  complessa  implica  il
rapporto  di  lavoro  esclusivo,  ai  sensi dell'art. 15-quinques del
decreto legislativo 19 giugno 1999, n. 229.
Adempimenti del candidato designato.
    Il  concorrente  cui  verra'  affidato  l'incarico  e'  tenuto  a
presentare, entro la data di assunzione in servizio:
      una   dichiarazione   sostitutiva   relativa  al  possesso  dei
requisiti  gia'  attestati  in sede di presentazione della domanda di
partecipazione (entro trenta giorni dalla lettera di nomina ed a pena
di decadenza);
      fotocopia del codice fiscale.
    Si  precisa  che ai sensi dell'art. 76 del decreto del Presidente
della  Repubblica  n. 445/2000  le dichiarazione mendaci, la falsita'
negli  atti  e  l'uso  di  atti falsi sono puniti ai sensi del codice
penale e delle leggi speciali in materia.
    L'amministrazione,  ai  sensi di quanto previsto dall'art. 71 del
decreto  del  Presidente  della Repubblica n. 445/2000, si riserva la
facolta'  di  effettuare controlli anche a campione sulla veridicita'
delle dichiarazioni sostitutive prodotte dai candidati.
    L'amministrazione   si   riserva  altresi'  la  facolta'  di  non
procedere  all'attribuzione dell'incarico in relazione all'intervento
di  particolari  vincoli  legislativi,  regolamentari,  finanziari od
organizzativi  per  cui gli stessi non potranno vantare alcun diritto
soggettivo od interesse legittimo alla nomina.
    Per quanto non espressamente previsto dal presente bando e' fatto
rinvio alle norme di legge vigenti.
    L'amministrazione   si   riserva   la   facolta'  di  modificare,
sospendere  o  revocare  il  presente  avviso qualora ne rilevasse la
necessita' o l'opportunita' per motivi di interesse aziendale.
    Per eventuali informazioni rivolgersi all'unita' operativa affari
del  personale  dell'unita'  sanitaria  locale  n. 1  Imperiese,  via
Aurelia  n. 97  - 18032 Bussana di Sanremo - tel. 0184/536559 tutti i
giorni, escluso il sabato.
                                  Il direttore generale: Barabino