IL SEGRETARIO GENERALE
   Visto  il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957,
n.  3,  con  il  quale  e'  stato  approvato  il  testo  unico  delle
disposizioni  concernenti  lo  Statuto  degli  impiegati civili dello
Stato e successive modificazioni ed integrazioni;
   Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 1957, n.
686,  relativo  alle  norme  di  esecuzione  del citato testo unico e
successive modificazioni ed integrazioni;
   Vista  la  legge  30  dicembre  1986,  n.  936,  recante norme sul
Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro;
   Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, concernente norme in materia
di  procedimento  amministrativo e di diritto di accesso ai documenti
amministrativi e successive modificazioni ed integrazioni;
   Vista  la  legge  10  aprile  1991,  n.  125,  che garantisce pari
opportunita' fra uomini e donne per l'accesso al lavoro;
   Visto  l'art.  1,  comma 1, lettera a), del decreto del Presidente
del  Consiglio  dei Ministri 7 febbraio 1994, n. 174 con cui e' stato
adottato  il  regolamento  recante  norme  sull'accesso dei cittadini
degli  Stati  membri dell'Unione europea ai posti di lavoro presso le
amministrazioni pubbliche;
   Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n.
487,  concernente  norme  sull'accesso  agli impieghi nelle pubbliche
amministrazioni   e  le  modalita'  di  svolgimento  dei  concorsi  e
successive integrazioni e modificazioni;
   Vista  la  legge  12  marzo  1999,  n. 68, contenente norme per il
diritto al lavoro dei disabili;
   Visto  il  decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 286, concernente
il  riordino  ed  il  potenziamento  dei  meccanismi  e  strumenti di
monitoraggio  e valutazione dei costi, dei rendimenti e dei risultati
dell'attivita' svolta dalle amministrazioni pubbliche;
   Visto il decreto del Ministero dell'istruzione, dell'universita' e
della  ricerca  3  novembre  1999,  n. 509, regolamento recante norme
concernenti l'autonomia didattica degli atenei;
   Vista  la  circolare della Presidenza del Consiglio dei Ministri -
Dipartimento  della funzione pubblica, 27 dicembre 2000, n. 6350/4.7,
concernente  la  valenza ai fini dell'accesso al pubblico impiego dei
titoli  universitari  previsti  dall'art.  3  del  citato  decreto n.
509/1999;
   Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000,
n. 445 ┬źtesto unico delle disposizioni legislative e regolamentari in
materia di documentazione amministrativa┬╗;
   Visto  il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, contenente le
norme  generali  sull'ordinamento  del  lavoro  alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche e successive modificazioni ed integrazioni;
   Vista la legge 15 luglio 2002, n. 145, recante disposizioni per il
riordino  della  dirigenza  statale  e  per  favorire  lo  scambio di
esperienze e l'interazione tra pubblico e privato;
   Visto  il  decreto  legislativo 30 giugno 2003, n. 196, recante il
codice in materia di protezione dei dati personali;
   Visto il decreto del Ministero dell'istruzione, dell'universita' e
della  ricerca  e del Ministro per la funzione pubblica 5 maggio 2004
recante  equiparazione  dei diplomi di laurea (DL) secondo il vecchio
ordinamento  alle  nuove classi di lauree specialistiche (LS) ai fini
della partecipazione ai concorsi pubblici;
   Visto il decreto del Ministero dell'istruzione, dell'universita' e
della  ricerca  22  ottobre  2004,  n.  270  inerente le modifiche al
regolamento  recante  norme  concernenti  l'autonomia didattica degli
atenei, approvato con decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509 ed
in particolare l'art. 3;
   Visto  il  contratto  collettivo nazionale di lavoro del personale
dirigente  del  CNEL  relativo  al  quadriennio normativo 2002--2005,
sottoscritto in data 19 gennaio 2007;
   Vista  la  legge  29  luglio  2003,  n. 229, recante interventi in
materia   di   qualita'  della  regolazione,  riassetto  normativo  e
codificazione - legge di semplificazione 2001 - ed in particolare gli
articoli 13 e 14;
   Visto  il  decreto  del  Presidente  della Repubblica 24 settembre
2004,  n. 272 che, in applicazione dell'art. 28, comma 5, del decreto
legislativo  n.  165/2001,  disciplina  le  modalita' di accesso alla
qualifica di dirigente ed in particolare l'art. 3, commi 1 e 2;
   Vista la legge 30 dicembre 2004, n. 311 - legge finanziaria 2005;
   Vista  la  determinazione  del  presidente  del  CNEL n. 31 del 20
aprile  2005  con  la  quale  si stabilisce la dotazione organica del
personale  del  CNEL  ai  sensi dell'art. 1, comma 93, della legge n.
311/2004;
   Vista  la nota n. DFP - 0045529/1.2.3.2, del 26 novembre 2007, con
la  quale  il  Dipartimento  della  funzione  pubblica  ha comunicato
l'inesistenza di personale in disponibilita' da ricollocare nel ruolo
del  personale  dirigente  del  CNEL,  cosi'  come previsto dall'art.
34-bis del decreto legislativo n. 165/2001;
   Visto  l'art.  3,  comma 88 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 -
legge finanziaria 2008;
   Visto  il  regolamento  interno  di  organizzazione  del Consiglio
nazionale   dell'economia   e   del  lavoro  approvato  con  delibera
dall'assemblea  nella  seduta  del 22 febbraio 2006 a norma dell'art.
20, comma 1, della legge 30 dicembre 1986, n. 936;
   Visto   il   verbale  dell'Ufficio  di  presidenza  del  Consiglio
nazionale dell'economia e del lavoro del 5 dicembre 2007;
   Ravvisata la necessita' di indire un concorso pubblico, per titoli
ed  esami,  ad  un  posto  di  dirigente  di  seconda  fascia a tempo
indeterminato  in  prova - formazione giuridico economica - nel ruolo
dei  dirigenti  del  segretariato  generale  del  Consiglio nazionale
dell'economia e del lavoro;
                             Determina:
                               Art. 1.
                          Posti a concorso
   E'  indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, ad un posto
di  dirigente  di  seconda  fascia  a  tempo  indeterminato in prova,
formazione   giuridico-economica,   nel   ruolo   dei  dirigenti  del
segretariato  generale  del  Consiglio  nazionale dell'economia e del
lavoro.