AUTORITA' PORTUALE DI PALERMO

(GU 5a Serie Speciale - Contratti Pubblici n.119 del 17-10-2014)

 
Bando di gara. Lavori di completamento del molo  di  sottoflutto  del
                      porto di Termini Imerese 
 

Sezione I: amministrazione aggiudicatrice. 
  I.1) Denominazione: Autorita' Portuale di Palermo.  Indirizzo:  via
Piano  dell'Ucciardone  n.  4,  90139,  Palermo,  Italia.  Punti   di
contatto: tel. +390916277111, fax +390916374291.  All'attenzione  di:
ing. Sergio La Barbera;. posta elettronica: labarbera@portpalermo.it;
c.montebello@portpalermo.it. Indirizzo internet:  www.portpalermo.it.
Ulteriori informazioni sono disponibili presso: i punti  di  contatto
sopra  indicati.  Il   capitolato   d'oneri   e   la   documentazione
complementare sono disponibili presso:  i  punti  di  contatto  sopra
indicati. Le offerte vanno inviate  a:  i  punti  di  contatto  sopra
indicati. 
  I.2) Tipo di amministrazione aggiudicatrice: organismo  di  diritto
pubblico. 
  I.4) L'amministrazione aggiudicatrice acquista per conto  di  altre
amministrazioni aggiudicatrici: no. 
Sezione II: oggetto dell'appalto. 
  II.1.1) Denominazione  conferita  all'appalto  dall'amministrazione
aggiudicatrice: lavori di completamento del molo di  sottoflutto  del
porto di Termini Imerese. 
  II.1.2)  Tipo  di  appalto   e   luogo   di   esecuzione:   lavori,
progettazione ed esecuzione, porto di  Termini  Imerese,  Cod.  NUTS:
ITG12. 
  II.1.3) Informazioni sugli appalti pubblici: l'avviso  riguarda  un
appalto pubblico. 
  II.1.5) Breve  descrizione  dell'appalto  o  degli  acquisti:  come
II.1.1). 
  II.1.6) CPV: 45241300-1. 
  II.1.8) Lotti: no. 
  II.1.9) Ammissibilita' di varianti: si. 
  II.2) Quantitativo o entita' dell'appalto: 
    II.2.1) quantitativo o entita' totale: 26.021.101,66 euro, di cui
200.000,00 euro  per  l'attuazione  del  piano  della  sicurezza  non
soggetti a ribasso e 298.932,19 euro per parcella  per  progettazione
esecutiva comprensiva di spese soggetta al ribasso. La  modalita'  di
determinazione del corrispettivo e' interamente a corpo. 
  II.3)  Termine  di   esecuzione:   23   mesi   (dall'aggiudicazione
dell'appalto). 
Sezione  III:  informazioni  di   carattere   giuridico,   economico,
  finanziario e tecnico. 
  III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste: garanzia di cui all'art. 75
del decreto legislativo n. 163/2006 come indicata nel disciplinare di
gara; cauzione definitiva di cui all'art. 113  del  suddetto  decreto
legislativo; garanzia di cui all'art. 124, comma  1,  del  D.P.R.  n.
207/2010; copertura di  cui  all'art.  129,  comma  1,  del  suddetto
decreto legislativo e all'art. 125 del suddetto D.P.R. per una  somma
assicurata pari all'importo netto del contratto, mentre il  massimale
per l'assicurazione contro la responsabilita' civile verso  terzi  e'
pari al 5 per cento della somma assicurata per le opere con un minimo
di 500.000,00 euro garanzia di cui all'art. 111 del suddetto  decreto
legislativo  per  un  massimale  non  inferiore  al  20   per   cento
dell'importo dei lavori progettati al netto del ribasso d'asta con il
limite di 2 milioni e 500 mila euro I.V.A. esclusa; garanzia  di  cui
all'art. 129, comma 2, del suddetto decreto  legislativo  e  all'art.
126 del suddetto D.P.R. con un limite di indennizzo  pari  al  trenta
per cento del valore dell'opera realizzata ed,  inoltre,  polizza  di
responsabilita' civile per danni cagionati a terzi di cui al  secondo
comma del suddetto art. 126, con un indennizzo pari al  5  per  cento
del valore dell'opera realizzata con un minimo di 500.000 euro ed  un
massimo di 5.000.000 euro. 
  III.1.2) Principali modalita' di finanziamento e di  pagamento  e/o
riferimenti alle disposizioni  applicabili  in  materia:  Accordo  di
Programma sottoscritto il 27/10/2011 ai  sensi  dell'art.  111  della
L.R.  12/5/2010,  n.  11.  Anticipazione  pari  al   10   per   cento
dell'importo contrattuale ai sensi dell'art. 26-ter, D.L. n. 69/2013.
Si richiama l'art. 16 del CSA. 
  III.1.3) Forma giuridica che dovra' assumere il  raggruppamento  di
operatori   economici   aggiudicatario   dell'appalto:    ai    sensi
dell'articolo 37 del decreto legislativo n. 163/2006.  I  concorrenti
che non possiedono la qualificazione per prestazione di progettazione
e costruzione o che non raggiungono i  requisiti  previsti  al  punto
III.2.3) attraverso il proprio staff possono partecipare alla gara in
raggruppamenti temporanei con i soggetti di cui all'art. 90, comma 1,
lett. da d) ad h) del decreto legislativo n. 163/2006. 
  III.2.1) Situazione personale degli operatori, inclusi i  requisiti
relativi  all'iscrizione  nell'albo  professionale  o  nel   registro
commerciale: concorrenti di cui all'art. 34 del  decreto  legislativo
n. 163/2006 lettere da a) a f-bis) in possesso dei requisiti  di  cui
all'art.  38  del  suddetto  decreto  legislativo.  Iscrizione   alla
C.C.I.A.A. Indipendentemente dalla natura giuridica  del  concorrente
la progettazione esecutiva dovra' essere espletata da  professionisti
iscritti  negli  appositi  albi  previsti  dai  vigenti   ordinamenti
professionali, personalmente responsabili e nominativamente  indicati
in sede di presentazione delle offerte, in possesso dei requisiti  di
cui all'art. 38 del decreto legislativo n. 163/2006 e per i quali non
sussistano le condizioni di cui all'art. 253, commi 1 e 2, del D.P.R.
n. 207/2010. 
  III.2.2) Capacita'  economica  e  finanziaria.  Livelli  minimi  di
capacita' richiesti: ai sensi dell'art. 12  della  legge  n.  80/2014
qualificazione nella categoria prevalente OG7 per 24.365.461,29 euro,
classifica  adeguata  e  qualificazione  nelle  seguenti   categorie,
scorporabili e subappaltabili: OG10 per 881.145,92  euro,  classifica
adeguata e OG6  per  475.562,26  euro,  classifica  adeguata.  Ovvero
qualificazione nella  sola  categoria  prevalente  OG7  per  l'intero
importo dei lavori, classifica adeguata, ed  impegno  a  subappaltare
ulteriori  categorie  ad   imprese   in   possesso   della   relativa
qualificazione, classifica adeguata. E' fatto salvo  quanto  previsto
dall'art. 61, comma 2, del D.P.R.  n.  207/2010.  Per  i  concorrenti
stabiliti in  Stati  diversi  dall'Italia  -  documentazione  di  cui
all'art.  62  del  suddetto   D.P.R.   L'impresa   in   possesso   di
qualificazione nella classifica VIII dovra', altresi',  possedere  il
requisito di  cui  al  comma  6  dell'art.  61  del  suddetto  D.P.R.
Informazioni e formalita' necessarie per valutare la  conformita'  ai
requisiti:  per  i  concorrenti  stabiliti  in  Italia,  attestazioni
rilasciate da societa' di attestazione (SOA)  di  cui  al  D.P.R.  n.
207/2010  regolarmente  autorizzate,  in  corso  di  validita',   che
documentino  il  possesso  della  qualificazione  nelle  categorie  e
classifiche previste dal presente bando. La comprova del requisito di
cui all'art. 61, comma 6, del  suddetto  D.P.R.  e'  attuata  secondo
quanto previsto all'art. 79, commi 3 e 4, del suddetto DPR. 
  III.2.3) Capacita' tecnica. Livelli minimi di capacita'  richiesti:
ai sensi dell'art. 253, comma  15-bis,  del  decreto  legislativo  n.
163/2006, della circolare del Ministero  Infrastrutture  e  Trasporti
del 12.11.09, n. 4649 e  dell'art.  263  del  D.P.R.  n.  207/2010  i
soggetti incaricati per la progettazione esecutiva dovranno essere in
possesso dei seguenti requisiti  minimi:  a)  fatturato  globale  per
servizi di cui all'art. 252 del suddetto D.P.R. espletati nei  cinque
migliori anni del decennio precedente la data  di  pubblicazione  del
presente bando di gara  per  un  importo  non  inferiore  a  3  volte
l'importo della parcella per progettazione esecutiva e quindi pari ad
896.796,57 euro; b) avvenuto espletamento nel decennio antecedente la
pubblicazione del presente bando di servizi di cui all'art.  252  del
suddetto D.P.R., relativi a lavori appartenenti alla classe categoria
dei lavori cui si riferiscono i servizi da affidare, per  un  importo
globale dei lavori progettati  non  inferiore  a  2  volte  l'importo
stimato dei lavori da progettare e, quindi, non inferiore al seguente
valore: Vllc 51.444.338,94 euro; c) avvenuto svolgimento nel decennio
antecedente la pubblicazione del presente bando di due servizi di cui
all'articolo  252  del   suddetto   D.P.R.,   relativi   ai   lavori,
appartenenti alla classe e categoria dei lavori  cui  si  riferiscono
i servizi da affidare, per un importo totale  non  inferiore  al  40%
dell'importo dei lavori da progettare, riferiti a tipologie di lavori
analoghi per dimensione  e  per  caratteristiche  tecniche  a  quelli
oggetto dell'affidamento e, quindi, non inferiore al seguente valore:
Vllc 10.288.867,79 euro; d) numero medio annuo del personale  tecnico
utilizzato nei migliori tre anni del quinquennio precedente  la  data
di pubblicazione del bando di gara (comprendente  i  soci  attivi,  i
dipendenti e i consulenti su base annua, muniti di partita  I.V.A.  e
che firmino il progetto, ovvero firmino i rapporti  di  verifica  del
progetto, ovvero facciano parte dell'ufficio di  direzione  lavori  e
che  abbiano  fatturato  nei  confronti  della  societa'  una   quota
superiore  al  cinquanta  per  cento  del  proprio  fatturato   annuo
risultante dall'ultima dichiarazione  I.V.A.  ed  i  collaboratori  a
progetto in caso di soggetti non esercenti arti  e  professioni),  in
una misura  non  inferiore  a  3  volte  le  unita'  stimate  per  lo
svolgimento dell'incarico (4 unita') e, quindi,  pari  ad  almeno  12
unita'; e) (in  caso  di  societa'  di  ingegneria)  presenza  di  un
direttore tecnico dotato di laurea in ingegneria o architettura o  in
una disciplina tecnica,  abilitato  all'esercizio  della  professione
nonche' iscritto al  relativo  albo  professionale  ovvero  abilitato
all'esercizio  della  professione  secondo   le   norme   dei   paesi
dell'Unione Europea cui  appartiene  il  soggetto;  f)  (in  caso  di
societa'  di  ingegneria,  di  societa'  professionali)  organigramma
aggiornato  della  societa';  g)  (in  caso  di   raggruppamenti   di
progettisti di cui all'art.  90,  comma  1,  lett.  g),  del  decreto
legislativo n. 163/2006) ai sensi dell'art. 253, comma 5, del  D.P.R.
n. 207/2010, presenza di un professionista laureato abilitato da meno
di 5 anni all'esercizio della professione. Informazioni e  formalita'
necessarie per valutare la conformita'  ai  requisiti:  ai  fini  dei
controllo sul possesso dei requisiti di capacita' di cui all'art.  48
del decreto legislativo n. 163/2006 i concorrenti,  entro  10  giorni
dalla   richiesta   dell'amministrazione   aggiudicatrice,   dovranno
produrre: con riferimento a quanto richiesto alla  lettera  a)  copia
conforme dei bilanci relativi  al  periodo  dichiarato  nell'istanza,
corredati  della  nota  integrativa  ovvero  copia   conforme   delle
dichiarazioni I.V.A. relative al periodo considerato; con riferimento
alle lettere b) e c) attestazione delle prestazioni con l'indicazione
degli importi dei lavori con la suddivisione in classi  e  categorie,
la descrizione del servizio (livello della  progettazione,  direzione
lavori, etc.), delle date e dei destinatari, pubblici o privati,  dei
servizi:  i.  se  trattasi  di   servizi   prestati   a   favore   di
amministrazioni o enti pubblici, esse  sono  provate  da  certificati
rilasciati  in  originale  o  in  copia  conforme  e  vistati   dalle
amministrazioni o dagli enti medesimi; ii.  se  trattasi  di  servizi
prestati a privati, la prestazioni effettivamente svolta e' attestata
dal committente mediante certificazione da presentarsi in originale o
mediante copia autentica  dei  contratti  e  delle  relativi  fatture
emesse;  con  riferimento  alla  lett.   d)   idoneo   documento   di
riconoscimento e titolo di studio del  personale  tecnico  utilizzato
nel periodo indicato nell'istanza;  con  riferimento  alla  lett.  e)
idoneo documento d riconoscimento, titolo di studio,  certificato  di
abilitazione all'esercizio della professione, estremi d'iscrizione al
relativo albo  professionale,  copia  del  contratto  di  lavoro  del
direttore tecnico indicato nell'istanza; con riferimento  alla  lett.
f) organigramma aggiornato della societa' ed estremi di presentazioni
all'Autorita' per la vigilanza sui lavori pubblici;  con  riferimento
alla lett. g) idoneo documento di riconoscimento, titolo  di  studio,
certificato  di  abilitazioni  alla  professione  di   architetto   o
ingegnere del soggetto indicato nell'istanza. 
Sezione IV: procedura. 
  IV.1.1) Tipo di procedura: aperta. 
  IV.2.1) Criterio di  aggiudicazione:  offerta  economicamente  piu'
vantaggiosa in base  ai  criteri  indicati  di  seguito:  1.  offerta
economica, punti 30; 2. riduzione  del  tempo  utile  di  ultimazione
lavori di cui all'art. 29, comma 5, lett. a) del D.P.Reg. 13/2012, p.
10;  3.  ottimizzazione  della  cantierizzazione  delle  opere  anche
attraverso una riduzione delle aree di  cantiere  con  pianificazione
delle interferenze, considerato che si opera all'interno di un  porto
operativo ed in concomitanza di analogo intervento  che  riguarda  il
molo di sopraflutto, p.5; 4. soluzioni tecniche migliorative rispetto
alle scelte del progetto definitivo nel rispetto di  quanto  previsto
nei pareri acquisiti e di quanto specificato alla lett. f), sez.  VI)
del presente  bando,  tali  da  garantire  maggiori  performance  del
progetto definitivo approvato con riguardo ai seguenti  fattori:  4.1
metodologie costruttive previste per il  prolungamento  del  molo  di
sottoflutto e delle colmate a costruzione dei piazzali,  intesi  agli
accorgimenti  idonei  ad  accelerare  nel  tempo   il   processo   di
compattazione con  limitazione  dei  cedimenti  attesi  in  corso  di
realizzazione dell'opera e durante le fasi di esercizio. In uno  alla
proposta si  dovranno  indicare  le  modalita'  di  monitoraggio  dei
cedimenti per la verifica in corso d'opera  e  gli  accorgimenti  che
s'intendono adottare per limitare e/o accelerare detti cedimenti,  p.
13; 4.2 soluzioni tecniche migliorative per  la  realizzazione  della
pavimentazione dei  piazzali,  anche  con  riferimento  al  costo  di
utilizzazione e manutenzione, p. 15; 4.3 caratteristiche ambientali e
contenimento  dei  consumi  energetici  relativamente  agli  impianti
elettrici, illuminotecnici, impianto  di  smaltimento  e  trattamento
acque  piovane,  p.  10;  4.4  migliorie   estetiche   e   funzionali
relativamente agli arredi  previsti  in  progetto  (orlatura,  bitte,
parabordi, scalette emergenza, segnalazione ostacoli etc.), p. 2;  5.
costo del lavoro di cui all'art. 29, comma 5, lett. b)  del  D.P.Reg.
13/2012, p. 5; 6. utile impresa di cui all'art. 29, comma 5, lett. c)
del D.P.Reg. 13/2012, p. 10. 
  IV.3.1)   Numero   di    riferimento    attribuito    al    dossier
dall'amministrazione aggiudicatrice: codice CIG 5879549552. 
  IV.3.4) Termine per il ricevimento delle  offerte:  ore  13,00  del
10/12/2014. 
  IV.3.6) Lingua utilizzabile per  la  presentazione  delle  offerte:
italiano. 
  IV.3.7) Periodo minimo durante il quale  l'offerente  e'  vincolato
alla  propria  offerta:  240  giorni  (dal  termine  ultimo  per   il
ricevimento delle offerte). 
  IV.3.8) Modalita' di apertura delle offerte.  Data,  ora  e  luogo:
18/12/2014, ore 10,00 presso la sede di cui al  punto  I.1).  Persone
ammesse ad assistere all'apertura  delle  offerte:  si.  Informazioni
complementari sulle persone ammesse e la procedura  di  apertura:  la
procedura di apertura avverra' in seduta pubblica cui sono ammessi  i
legali rappresentanti dei concorrenti ovvero soggetti, uno  per  ogni
concorrente, muniti di specifica delega loro conferita  dai  suddetti
legali rappresentanti. 
Sezione VI: altre informazioni. 
  VI.2) Informazioni sui  fondi  dell'Unione  europea.  L'appalto  e'
connesso  ad  un  progetto  e/o  programma   finanziato   dai   fondi
dell'Unione europea: no. 
  VI.3)  Informazioni   complementari:   a)   il   responsabile   del
procedimento e' l'ing. Sergio la Barbera; b) il  progetto  definitivo
dei lavori in appalto e' stato validato in  data  05.06.2014;  c)  la
procedura e'  autorizzata  con  decreto  n.  16  del  25.07.2014  del
Presidente dell'Autorita' portuale di Palermo;  d)  la  verifica  del
possesso dei requisiti di carattere  generale,  tecnico-organizzativo
ed economico-finanziario  avverra',  ai  sensi  dell'art.  6-bis  del
decreto legislativo n.163/2006,  attraverso  l'utilizzo  del  sistema
AVCpass; e) la sanzione pecuniaria di cui all'art. 38,  comma  2-bis,
del decreto legislativo n.  163/2006,  pari  all'uno  per  mille  del
valore della gara, e' di 26.021,10 euro; f) rispetto al punto II.1.9)
si specifica che ai sensi dell'art. 76  del  decreto  legislativo  n.
163/2006 sono ammesse varianti limitatamente alla voce  di  punteggio
n. 4 di cui  al  punto  IV.2.1)  del  bando.  Le  eventuali  varianti
proposte  dovranno  comunque  assicurare:   il   mantenimento   della
funzionalita' globale dell'opera; il  mantenimento  dell'impostazione
progettuale dell'opera; caratteristiche dimensionali non inferiori  a
quelle  del  progetto  base  approvato;   maggiore   durabilita'   di
materiali, componenti o tecnologie rispetto  a  quelli  previsti  dal
progetto  base  approvato;  il  miglioramento  delle  caratteristiche
estetiche ed ambientali  rispetto  al  progetto  base  approvato.  Le
proposte di  varianti  in  contrasto  con  i  detti  criteri  non  si
ritengono accettabili e comporteranno, quindi, un'attribuzione pari a
0 della voce di punteggio cui esse  si  riferiscono;  g)  in  ragione
della  specificita'  dell'appalto  ed  alla  luce  della   Corte   di
giustizia, sent. 10  ottobre  2013  la  stazione  appaltante  intende
limitare l'uso dell'avvalimento ad una sola  impresa  ausiliaria  per
ciascuna   categoria   di   qualificazione;   h)    l'amministrazione
aggiudicatrice si riserva la facolta' di procedere contemporaneamente
alla verifica di anomalia delle migliori 5 offerte;  i)  rispetto  al
punto II.3) del  presente  bando  si  specifica  che  il  termine  di
esecuzione per la progettazione esecutiva e' di 60 giorni naturali  e
consecutivi dalla data dell'ordine di servizio del  responsabile  del
procedimento; il termine di esecuzione  dei  lavori  e'  di  23  mesi
naturali e consecutivi  dalla  data  di  consegna  dei  lavori; j)  i
pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore  o  cottimista
verranno  effettuati   dall'aggiudicatario   che   e'   obbligato   a
trasmettere, entro venti  giorni  dalla  data  di  ciascun  pagamento
effettuato, copia delle fatture quietanzate con  l'indicazione  delle
ritenute a garanzie effettuate; k) ai fini  del  presente  bando  per
decreto legislativo n. 163/2006  si  intende  il  testo  del  decreto
legislativo 12 aprile 2006, n. 163, coordinato con  le  norme  recate
dalla legge regionale 12 luglio 2011, n. 12 e con le vigenti leggi  e
decreti  legislativi   nazionali   di   modifica,   sostituzione   ed
integrazione in materia; per D.P.R. 207/2010 si  intende  il  decreto
del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207 Regolamento di
esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile,  n.  163,
recante ¬ęCodice dei contratti pubblici relativi a lavori,  servizi  e
forniture. Ulteriori informazioni complementari  sono  contenute  nel
disciplinare di gara. 
  VI.4.1) Organismo responsabile  delle  procedure  di  ricorso:  Tar
Sicilia (Palermo). 
  VI.4.2) Presentazione di ricorsi: 30 giorni dalla pubblicazione del
bando. 
  VI.5) Data di trasmissione del bando alla GUUE: 6/10/2014. 

                            Il presidente 
                      ing. Vincenzo Cannatella 

 
TC14BFG17408
mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Realizzazione Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.