P. Q. M.
    Con  riserva  di  ulteriormente  argomentare,  la  Regione  Valle
d'Aosta, come sopra rappresentata e difesa, chiede che codesta ecc.ma
Corte  costituzionale  in  accoglimento  del  presente ricorso voglia
accertare   l'avvenuta   violazione,   come   sopra  prospettata,  di
attribuzioni   e   competenze  costituzionalmente  e  statutariamente
fissate    in    capo   alla   regione   ricorrente,   ed   annullare
conseguentemente  gli  atti in epigrafe individuati, ossia il disegno
di legge costituzionale approvato con deliberazione del Consiglio dei
ministri nella seduta n. 52 del 23 maggio 2007, recante ┬źDistacco del
Comune  di  Carema  dalla  Regione  Piemonte  e sua aggregazione alla
Regione  Valle  d'Aosta,  ai  sensi dell'articolo 132, secondo comma,
della  Costituzione┬╗,  nonche'  l'atto  di presentazione di esso alla
Camera  dei  deputati,  datato  4  giugno 2007, ad opera del Ministro
dell'interno  e  del Ministro per gli affari regionali e le autonomie
locali (Atto Camera n. 2727 - XV legislatura).
        Roma, addi' 19 luglio 2007
 Prof. Avv. Giovanni Guzzetta - Prof. Avv. Francesco Saverio Marini
07C1050