TRIBUNALE DI PERUGIA

(GU Parte Seconda n.153 del 30-12-2023)

 
        Chiusura eredita' giacente di Gloria Erminda Peverini 
 
 
                         decreto 21/12/2023 
 

  Il Giudice Dott. Edoardo Postacchini, a scioglimento della  riserva
che precede, ha pronunciato il seguente 
  DECRETO 
  Viste le  istanze  di  approvazione  del  rendiconto  finale  e  di
liquidazione del compenso depositate dall'Avv.  Francesca  Barcaccia,
quale curatore dell'eredita' giacente di Gloria Erminda Peverini; 
  Rilevato che tali istanze sono state regolarmente  notificate  alla
parte ricorrente e all'Agenzia del Demanio; 
  Rilevato, quanto alla chiusura dell'eredita' giacente,  che  Gloria
Erminda Peverini, nata a Lisciano  Niccone  (PG)  il  16/01/1922,  e'
deceduta il 23/11/2004, e che la sua eredita' non  risulta  accettata
da alcuno nel termine decennale di prescrizione di cui  all'art.  480
c.c., spirato il 23/11/2014; 
  Ritenuto dunque che, ai sensi dell'art. 586 c.c., l'eredita'  della
defunta si sia devoluta di  diritto  allo  Stato,  senza  bisogno  di
accettazione, e che pertanto sussistano i presupposti di cui all'art.
532 c.c. per la chiusura dell'eredita' giacente; 
  Rilevato che l'eredita' giacente e' stata aperta  con  decreto  del
09/08/2016 su istanza di Magnete Securitisation S.r.l.; 
  Viste  le  relazioni  di  rendiconto  del  Curatore   dell'eredita'
giacente - Avv. Francesca Barcaccia - del 07/03/2017, del 05/12/2017,
del 21/01/2019, del 13/01/2020, del 21/01/2021, del  14/01/2022,  del
13/12/2022, del 03/03/2023, del 24/04/2023, del  01/06/2023,  nonche'
la relazione finale del 14/09/2023; Visto l'inventario  dell'eredita'
depositato in data 18/05/2017; Rilevato che, rispetto  al  rendiconto
finale presentato dal Curatore dell'eredita' giacente, depositato  il
14/09/2023, non risulta pervenuta alcuna osservazione ne' dalla parte
ricorrente ne' dall'Agenzia del Demanio e che da  esso  non  emergono
irregolarita' di gestione; Ritenuto dunque che tale rendiconto  possa
essere approvato; 
  Vista infine l'istanza di liquidazione del compenso  da  parte  del
Curatore dell'eredita' giacente; 
  Rilevato che la legge  non  pone  uno  specifico  criterio  per  la
liquidazione  del  compenso  del  curatore  dell'eredita'   giacente;
Ritenuto che non possa farsi applicazione dei criteri di liquidazione
previsti per  il  curatore  fallimentare,  stante  la  disomogeneita'
dell'attivita' prestata (cfr. Cass. Civ.,  n.  12767/1991);  Ritenuto
dunque di poter liquidare il compenso in base al  DM  55/2014,  e  in
particolare in base ai parametri  stabiliti  per  i  procedimenti  di
volontaria  giurisdizione;  Rilevato  che   il   valore   complessivo
dell'attivo e' compreso tra € 5.200,00 ed € 26.000,00, come si evince
dai  valori  indicati  dal  Curatore  nella  propria   relazione   di
rendiconto; Ritenuto che, a fronte della durata dell'incarico,  degli
adempimenti espletati e della complessita'  dell'attivita'  prestata,
puo' ritenersi congruo l'importo di € 1.418,00, oltre oneri fiscali e
previdenziali come per legge, tenuto conto del fatto che il  compenso
per l'attivita' difensiva svolta nel giudizio di divisione  e'  stato
separatamente  liquidato;  Rilevato  che  le   spese   anticipate   e
documentate dal Curatore ammontano a complessivi €  245,25;  Ritenuto
che possano essere riconosciute le spese di viaggio per €  47,97,  ai
sensi dell'art. 55 DPR  115/2002:  Ritenuta  la  congruita'  di  tali
spese,  in  quanto  necessariamente  sostenute  per  lo   svolgimento
dell'incarico; Ritenuto che tali spese debbano essere poste a  carico
dell'attivo  ereditario,   trattandosi   di   costi   necessariamente
collegati allo svolgimento della procedura; 
  P.Q.M. 
  - Approva il rendiconto finale  dell'eredita'  giacente  presentato
dal Curatore Avv. Francesca Barcaccia in data 14/09/2023; 
  - Liquida al Curatore Avv. Francesca Barcaccia  il  compenso  di  €
1.418,00, oltre oneri fiscali e previdenziali come per legge, nonche'
l'importo di € 293,22 a titolo di rimborso  delle  spese  anticipate,
ponendo tali spese a carico dell'eredita'; 
  - Dichiara la devoluzione dell'eredita' di Gloria Erminda Peverini,
nata a Lisciano Niccone (PG) il 16/01/1922 e deceduta il  23/11/2004,
al Demanio dello Stato, ai sensi dell'art. 586 c.c.; 
  - Dichiara chiusa l'eredita' giacente di Gloria Erminda Peverini; 
  - Autorizza il Curatore ad immettere l'Agenzia  del  Demanio  nella
disponibilita'  dei  beni  ereditari,  previo  prelievo  delle  somme
spettanti a titolo di compenso e rimborso delle spese; 
  - Autorizza il Curatore a  pubblicare  il  presente  decreto  nella
Gazzetta Ufficiale, ponendo i relativi costi a carico dell'eredita'; 
  - Autorizza il Curatore, all'esito di tali operazioni,  a  chiudere
il libretto intestato alla procedura. 
  Si comunichi. 
  Perugia, 21/12/2023 
  Il Giudice 
  Dott. Edoardo Postacchini 

                             Il curatore 
                         Francesca Barcaccia 

 
TX23ABH12527
mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Realizzazione Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.