Art. 2.
                        Principi ed obiettivi
 
  1. Costituiscono principi e obiettivi della presente legge:
   a) la predisposizione e l'attivazione  di  strumenti  informativi,
anche  in  collaborazione  con  le  associazioni di volontariato, per
diffondere tra la popolazione e gli operatori sanitari la  conoscenza
degli  aspetti  clinici, tecnici e normativi del prelievo e trapianto
di organi, tessuti e  cellule  staminali  emopoietiche,  midollari  e
periferiche,  nonche' per favorire la coscienza di scelte consapevoli
sulla donazione, sia da cadavere che da  vivente,  nel  rispetto  dei
convincimenti personali;
   b)  l'adozione  in  tutte  le  Aziende  ospedaliere ove ha sede il
prelievo di cui alla lettera a) di codici comportamentali  diretti  a
garantire  l'anonimato  del  donatore  e  a  sostenere le esigenze di
informazione e di assistenza connesse all'atto della donazione;
   c)  l'adeguamento  ed  il  potenziamento  dei  reparti  e  servizi
direttamente impegnati nelle attivita' di prelievo e trapianto di cui
alla  lettera  a)  e  nella  selezione  e  assistenza  medica  pre  e
post-trapianto;
   d)  l'organizzazione  dell'attivita'  trapiantologica   in   forma
dipartimentale,   anche   interaziendale,   secondo  quanto  indicato
all'articolo 3, al fine di ottenere un miglior coordinamento  tra  le
diverse   unita'   operative   e  una  piu'  elevata  qualita'  delle
prestazioni sul piano assistenziale e scientifico;
   e)  la  formazione  e  l'aggiornamento  degli  operatori  sanitari
operanti nelle strutture di cui al punto c).