Art. 5.
                     Programma degli interventi
 
  1. Entro centoventi giorni dalla data di entrata  in  vigore  della
presente   legge,   la  Giunta  regionale  di  Governo,  su  proposta
dell'Assessore regionale  per  la  sanita',  sentita  la  Commissione
legislativa  "Servizi  sociali  e  sanitari" dell'Assemblea regionale
siciliana,  definisce  programmi  poliennali  di  interventi  per  il
potenziamento,   la   razionalizzazione   e  il  coordinamento  delle
attivita' di prelievo e trapianto di organi e tessuti.
  2. Il programma, in coerenza con le previsioni del piano  sanitario
regionale,  definisce  le  modalita' e le risorse con cui si realizza
l'intervento delle Aziende ospedaliere per  il  raggiungimento  degli
obiettivi indicati all'articolo 2.
  3.  Nel  primo anno di applicazione del programma di cui al comma 2
le  risorse  finanziarie  destinate  alla   sua   applicazione   sono
prioritariamente finalizzate ai seguenti interventi:
   a)  consolidare  e  migliorare  l'operativita' delle strutture che
gia' svolgono le attivita' di cui al punto c) dell'articolo 2;
   b) costituire equipes qualificate per la  formazione  dei  collegi
medici di cui all'articolo 2 della legge 29 dicembre 1993, n. 578;
   c)  realizzare  il  collegamento  informatico  fra tutte le unita'
operative che interagiscono nelle attivita' di prelievo  e  trapianto
ed  il  Centro  regionale  di  riferimento  e  tra questo ed i Centri
interregionali e il Centro nazionale;
   d) attivare,  anche  in  collaborazione  con  le  associazioni  di
volontariato,  programmi  di informazione diretti alla popolazione ed
agli operatori sanitari.