(all. 2 - art. 1 )
NOTE ESPLICATIVE PER LA COMPILAZIONE DELLE DICHIARAZIONI VITIVINICOLE
                (Raccolta Uve e Produzione vinicola)

AVVERTENZE GENERALI

   I modelli per la presentazione delle dichiarazioni di raccolta uve
e produzione vinicola e relativi allegati, a decorrere dalla campagna
2004/2005, modificano e sostituiscono quelli riportati nei D.M. del 1
agosto 1995, del 6 agosto 1997 e del 16 ottobre 2001.

   DISPOSIZIONI TRANSITORIE:

   Tutte  le dichiarazioni di raccolta uve e produzione vinicola, con
relativi  allegati,  presentate  secondo  le  precedenti disposizioni
(Modelli riportati nei DM del 10 agosto 1995, del 6 agosto 1997 e del
16  ottobre  2001)  e  consegnate  ai Comuni di riferimento fino ai 5
giorni  successivi  al  giorno  della pubblicazione del decreto sulla
Gazzetta Ufficiale sono da considerarsi valide.
   Successivamente  alla  pubblicazione  dello  stesso sulla Gazzetta
Ufficiale   potranno   essere  accettate  soltanto  dichiarazioni  di
raccolta  uve  e  produzione vinicola con relativi allegati scaricate
dal portale SIAN (www.sian.it) oppure presentate tramite CAA.
   N.B.  Le  dichiarazioni di raccolta uve e produzione vinicola, con
relativi  allegati,  presentate  ai  Comuni  possono essere compilate
soltanto  con la vecchia modulistica; i Comuni dovranno far pervenire
agli  Organismi Pagatori competenti le dichiarazioni ricevute entro e
non oltre 20 giorni dalla pubblicazione del decreto.

1)   Soggetti  obbligati  alla  compilazione  e  presentazione  della
dichiarazione di raccolta uve

   Le persone fisiche o giuridiche o le associazioni di dette persone
che producono uve da vino. Sono altresi' obbligati alla dichiarazione
di  raccolta  uve i produttori di uva a duplice attitudine, destinate
alla  vinificazione  e/o  alla trasformazione in mosto per succhi nei
limiti   del   DM   del  19/12/2000.  Inoltre,  sono  obbligati  alla
dichiarazione  di raccolta uve i produttori di uve da mensa destinate
alla trasformazione in mosto per succhi.

2)   Soggetti  esonerati  alla  compilazione  e  presentazione  della
dichiarazione di raccolta uve

   Le persone fisiche o giuridiche o le associazioni di dette persone
la cui produzione di uve e' interamente destinata ad essere consumata
come tale, ad essere essiccata.
   Sono  inoltre  dispensati  dalla  dichiarazione  di raccolta uve i
produttori  le cui aziende comprendono meno di 10 are di vigneto e la
cui   produzione  non  e'  stata  e  non  sara',  neppure  in  parte,
commercializzata sotto qualsiasi forma.
   Sono,   altresi',   esonerati   dalla   presentazione   di   detta
dichiarazione  i  produttori di uve che consegnano la totalita' della
propria  produzione  ad un organismo associativo. Tali soggetti sono,
comunque,  tenuti  alla  compilazione  dell'allegato  F2  secondo  le
modalita' successivamente indicate.

3)   Soggetti  obbligati  alla  compilazione  e  presentazione  della
dichiarazione di produzione vinicola

   Le  persone  fisiche  o  giuridiche  o  le  associazioni  di dette
persone,   incluse  le  cantine  cooperative  di  vinificazione,  che
nell'ambito della campagna in corso:

- hanno prodotto vino, e/o
- detengono,  alla  data  del  30 novembre, prodotti diversi dal vino
  (mosti  concentrati  e/o  concentrati  rettificati  ottenuti  nella
  campagna  in corso), uve, mosti, vini nuovi ancora in fermentazione
  anche  se  destinati ad utilizzazioni diverse quali i succhi d'uva,
  acetifici, ecc.;
- hanno  proceduto  all'  acquisto  e/o  trasformazione di prodotti a
  monte del vino e li hanno ceduti totalmente prima del 30 novembre.

   I  produttori  di  succhi di uva sono obbligati alla presentazione
della  dichiarazione  in  quanto  hanno  proceduto  all'acquisto  e/o
trasformazione  di uve e/o dei prodotti a monte del vino, anche se li
hanno ceduti totalmente prima del 30 novembre.

4)   Soggetti  esonerati  alla  compilazione  e  presentazione  della
dichiarazione di produzione vinicola

   Sono  esonerati  dalla dichiarazione di produzione vino le persone
fisiche o giuridiche o le associazioni di dette persone gia' indicate
come  soggetti esonerati al precedente punto 2 della dichiarazione di
raccolta  uve,  nonche'  i produttori che, mediante vinificazione nei
loro  impianti  dei prodotti acquistati, ottengono un quantitativo di
vino inferiore a 10 hl, che non e' stato e non sara' commercializzato
sotto qualsiasi forma.

   Modalita' e termine di presentazione della dichiarazione

   Le  dichiarazioni  di  raccolta  uve e produzione vinicola, devono
pervenire  all'Organismo  Pagatore di competenza entro e non oltre il
10  dicembre di ciascun anno con riferimento alla provincia in cui si
trovano  i vigneti o gli impianti di vinificazione; se un soggetto ha
vigneti  o impianti in piu' province deve compilare una dichiarazione
per ciascuna provincia.
   Le   dichiarazioni   di   raccolta   uve   e  produzione  vinicola
confluiranno  nel sistema informativo dell'Organismo di Coordinamento
Agea  tramite  acquisizione  telematica oppure a mezzo raccomandata o
presentazione  diretta  presso  l'Organismo  Pagatore  competente. In
particolare:
   Per  la  compilazione  e  la  presentazione della dichiarazione di
raccolta uve e produzione vinicola per via telematica, i soggetti che
hanno  gia'  dato  mandato  ad  un CAA devono avvalersi dello stesso.
Mentre  i  soggetti  non  aderenti  ad  un  CAA  che hanno intenzione
anch'essi  di  avvalersi  di  un  Centro  autorizzato  di  Assistenza
Agricola (CAA) dovranno preventivamente conferire mandato.
   Per  i dichiaranti che non si avvalgano dell'assistenza di un CAA,
dichiaranti  in  proprio,  l'Amministrazione  ha predisposto sul sito
internet   www.sian.it,   nella  sezione  modulistica  accessibile  a
chiunque,  una  funzione  disponibile  per  la  stampa gratuita di un
modello  di  dichiarazione  in bianco. Attraverso questa funzione gli
uffici  delle Regioni, delle Province e dei Comuni, nonche' tutti gli
organismi pagatori, potranno rendere disponibili modelli in bianco ai
dichiaranti in proprio che non dispongano di un Personal Computer.
   Tale modello dovra' essere scaricato ed utilizzato in originale in
quanto  su  esso e' stampato un codice a barre (barcode) che fungera'
da identificativo univoco.
   Sono  ricevibili  solo  ed  esclusivamente  i modelli scaricati in
originale, recanti il codice a barre univoco e riportanti gli estremi
del  documento  di  riconoscimento  di  cui  si allega fotocopia alla
dichiarazione.
   I soggetti obbligati alla sola dichiarazione di raccolta delle uve
(quadro   C)  devono  compilare  la  medesima  con  riferimento  alla
Provincia  nel  cui  territorio sono ubicati i vigneti dai quali sono
state ottenute te uve oggetto della dichiarazione stessa. Se un unico
vigneto ricade in Province diverse, l'interessato deve presentare una
dichiarazione per ciascuna Provincia.
   I   soggetti  obbligati  alla  sola  dichiarazione  di  produzione
vinicola (quadro G) devono compilare la medesima con riferimento alla
Provincia   nel   cui   territorio   sono  ubicati  gli  impianti  di
vinificazione. Se l'interessato ha impianti in Province diverse, deve
presentare una dichiarazione per ciascuna Provincia.
   I  soggetti  interessati  alla  compilazione  della  dichiarazione
vitivinicola (raccolta uve e produzione vinicola) devono compilare la
medesima  con  riferimento  alla  Provincia  nel  cui territorio sono
ubicati  i  vigneti e/o gli impianti di vinificazione, secondo quanto
indicato  in  precedenza.  Se l'interessato ha vigneti ed impianti in
Province  diverse,  deve  presentare  una  dichiarazione per ciascuna
Provincia.
   Per  coloro che hanno proceduto all'acquisto e/o trasformazione di
prodotti  a  monte del vino e li hanno ceduti totalmente prima del 30
novembre  la  dichiarazione  deve  essere  compilata riferimento alla
Provincia nel cui territorio e' ubicato il centro di intermediazione.
   Qualora  dopo  la  presentazione  si  siano  verificate  modifiche
rispetto  alla  dichiarazione  presentata, il dichiarante e' tenuto a
presentare una successiva dichiarazione sostitutiva della precedente,
sempre che la presentazione avvenga entro la data del 10 dicembre.
   In  tale  ipotesi,  il  dichiarante  deve  riportare  sulla  nuova
dichiarazione  accanto  alla  dicitura  prestampata "dichiarazione in
sostituzione della dichiarazione N. ......... ", il numero del codice
a barre identificativo della dichiarazione che si intende sostituire.
   Pertanto, la dichiarazione sostitutiva deve essere compilata su un
altro  modello  recante  un  codice  identificativo diverso da quello
della dichiarazione gia' precedentemente inviata in AGEA.

   Sanzioni

   La    normativa    comunitaria,    relativa   alle   dichiarazioni
vitivinicole, contempla sanzioni dettate dagli artt. 12 e 13 del Reg.
CE   n.   1282/2001   per   le   dichiarazioni  omesse  o  presentate
successivamente al 10 dicembre oppure incomplete e/o inesatte.
   Resta,  in  ogni  caso,  valida  la  sanzione  nazionale  prevista
dall'art. 1 comma 9 del DL. n. 260 del 10/08/2000.

     ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO DI DICHIARAZIONE
          VITIVINICOLA (Raccolta uve e Produzione vinicola)

Quadro A - Dati relativi all'identificazione del dichiarante.

Sezione I (Dati anagrafici)

   In caso di DITTA INDIVIDUALE barrare la relativa casella.
   Per  le  persone fisiche indicare il codice fiscale o CUAA (Codice
univoco  azienda agricola) obbligatorio, la partita IVA, il cognome e
nome,  il  sesso, la data di nascita, il Comune e la Provincia oppure
lo  Stato  estero  di nascita, il domicilio o sede legale (indirizzo,
numero civico, Comune, C.A.P. e Provincia).
   Per  le  persone  giuridiche  indicare  il  codice  fiscale o CUAA
(Codice  univoco  azienda  agricola) obbligatorio, la partita IVA, la
ragione sociale, il domicilio o la sede legale.
   Si  fa  presente  che  nel  caso in cui la sede dello stabilimento
enologico  sia  coincidente  con  il  domicilio  o  sede  legale  del
dichiarante  non e necessario compilare l'allegato A1. Detto allegato
dovra',  invece,  essere compilato nel caso di sedi non coincidenti o
di piu' stabilimenti.
   In   questa   sezione   dovranno,  altresi',  essere  indicate  le
generalita' del rappresentante legale cognome e nome, codice fiscale,
domicilio,  comune di residenza, data e luogo di nascita) della ditta
qualora questa sia una persona giuridica.
   Nel  caso  di ditta individuale, i dati relativi al rappresentante
legale   dovranno   essere  riportati  solo  se  sul  certificato  di
attribuzione  della  Partita  IVA  la  denominazione  del soggetto di
imposta non coincide esattamente con il cognome e nome del titolare.

Sezione  II  (Informazioni  relative  ai  dichiaranti  che presentano
dichiarazione di raccolta uve)

   Indicare,  negli appositi riquadri, la superficie vitata totale in
produzione  (in  ettari e are) condotta dal dichiarante, specificando
quella  di proprieta' e quella condotta ad altro titolo (es. affitto,
comodato   o   altro).   Le   superfici   indicate   si   riferiscono
esclusivamente  alla  dichiarazione  in causa. Il medesimo conduttore
puo'   presentare   altra/e  dichiarazione/i  per  superfici  di  sua
proprieta'  o in conduzione ricadenti in altra provincia per le quali
e' tenuto a presentare distinta dichiarazione.
   Inoltre,  e'  necessario  indicare  il codice Istat il Comune e la
sigla della Provincia dove e' stata effettuata la raccolta delle uve.
   Nel caso di raccolta effettuata in piu' Comuni riportare quello in
cui la quantita' di uva raccolta e' prevalente.
   Indicare  se  la  totalita'  dell'uva  raccolta  e' stata ceduta o
conferita  ad un solo soggetto. In caso affermativo riportarne i dati
identificativi nel rigo sottostante e non compilare il quadro E.
   I  produttori che cedono e/o conferiscono l'uva raccolta a piu' di
un soggetto compilano il quadro E ed il modello A2.
   Le   superfici   indicate   si   riferiscono  esclusivamente  alla
dichiarazione  in  causa.  Il  medesimo  conduttore  puo'  presentare
altra/e   dichiarazione/i  per  superfici  di  sua  proprieta'  o  in
conduzione  ricadenti  in  altra  provincia  per le quali e' tenuto a
presentare distinta dichiarazione.
   La superficie vitata e' calcolata secondo le indicazioni contenute
nell'articolo   unico   del   Decreto  ministeriale  26  luglio  2000
(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 220 del 20 settembre 2000).

Sezione  III  (Informazioni  relative  ai  dichiaranti che presentano
dichiarazione di produzione vinicola)

   Indicare,  barrando  le  apposite caselle, se il dichiarante e' un
produttore  vinicolo  singolo  o  un  produttore  vinicolo  associato
(cantina  sociale  e cooperativa). Se il dichiarante e' un produttore
singolo  indicare  se il vino e/o gli altri prodotti a monte del vino
sono  stati  ottenuti  a partire da: - uve proprie - da uve e/o altri
prodotti  a monte del vino acquistati. Barrare entrambe le caselle se
sussistono le due precedenti condizioni.

Quadro B - Elenco allegati

   Barrare la casella relativa agli allegati compilati e specificarne
il numero.
   Al  numero  degli  allegati  F1  ricevuti  dai propri fornitori va
aggiunto  l'eventuale  F1, compilato in proprio e riepilogativo della
quantita'  di uve totale ceduta ai soggetti privati (utilizzatori non
vinificatori)  a  loro  volta  esonerati  dalla  presentazione  della
dichiarazione   in   quanto   dalle   stesse  uve  e'  ottenibile  un
quantitativo di vino inferiore ai 10 Hl, che non e' stato e non sara'
commercializzato sotto qualsiasi forma.

   Quadro C - Dati relativi alla raccolta delle uve

   Questo  quadro  deve  essere compilato dai soggetti indicati nelle
avvertenze  generali  che raccolgono le uve destinate alla produzione
di vino da tavola, vino a I.G.T., V.Q.P.R.D e altre destinazioni.
   N.B.  I  produttori  delle  uve  da  mensa,  destinate  a mosti da
utilizzarsi  per gli usi consentiti ad esclusione della vinificazione
devono  dichiarare  le  stesse nell'apposito allegato M2. Le relative
cessioni dovranno essere riportate nell'allegato F4.
   N.B.  I  produttori  delle  uve  da  mensa  a  duplice  attitudine
destinate  alla  vinificazione  devono  dichiarare le eccedenze delle
stesse uve nell'apposito allegato M1 (art. 28 del Reg. CE 1493/99 del
Consiglio  e  Decreto Ministeriale del 19 dicembre 2000). Le relative
cessioni dovranno essere riportate nell'allegato F3.

   Sezione I (Raccolta uve)

   Indicare la quantita' (in centinaia di kg.) dell'uva raccolta e la
relativa  superficie  di  origine  (in  ettari  e  are)  per ciascuna
categoria  di  vigneti.  Si  precisa  che i quantitativi di uve vanno
indicati  arrotondati: per difetto, cioe' all'unita' inferiore, per i
quantitativi  compresi  tra  1 e 49 kg; per eccesso, cioe' all'unita'
superiore,  per  i  quantitativi compresi tra 50 e 99 kg. A titolo di
esempio 449 kg dovranno essere indicati come 4 (kg x 100), mentre 450
kg dovranno essere indicati come 5 (kg x 100).
   Al  rigo C1 devono essere indicati i quantitativi di uve (bianche,
nere, totale) provenienti da vigneti per vino da tavola e la relativa
superficie.
   Al rigo C2 vanno riportati i quantitativi delle uve provenienti da
vigneti  per  vino  ad  indicazione  geografica  tipica e la relativa
superficie.
   Al  rigo  C3  vanno  indicati i quantitativi di uve provenienti da
vigneti  per  V.Q.P.R.D.  da vinificare come vino da tavola o vino ad
indicazione  geografica tipica in quanto le uve superano il limite di
resa (chilogrammi di uva per ettaro) ammesso dal disciplinare.
   Al rigo C4 devono essere riportati:

- colonna 3, il totale dei quantitativi indicati ai righi C1, C2, C3;
- colonna 4, il totale delle superfici indicate ai righi C1 e C2;

   Al  rigo  C5  vanno  indicati i quantitativi delle uve destinate a
dare V.Q.P.R.D. e la relativa superficie.
   Nelle  colonne  5,  6  e  7  deve essere specificata, per ciascuna
categoria  di prodotti ottenibili dalle uve raccolte, la destinazione
dell'uva (vinificazione in proprio, cessione o altre destinazioni).
   Il  dichiarante  che  ha compilato il quadro C e cede tutte le uve
raccolte  ad un solo soggetto, che non sia un organismo associativo e
che  non ha effettuato acquisti di uve e/o altri prodotti a monte del
vino  (non  deve  pertanto  compilare  il  quadro  E) deve apporre la
propria  firma  nell'apposito spazio in fondo alla seconda pagina; e'
comunque   tenuto   alla   compilazione  dell'allegato  F1  che  deve
consegnare al destinatario del prodotto.
   Si  chiarisce  che,  per  quanto  riguarda  le  uve classificate a
duplice  attitudine  (da  vino  e  da  mensa) i relativi quantitativi
ammessi  alla vinificazione non possono superare i 10000 kg/ha quando
si tratta di uva ottenuta dai vitigni "Regina" e "Regina dei Vigneti"
coltivati  nell'ambito  della  Provincia  di  Chieti e di 4000 kg /ha
quando  si  tratta di uva del vitigno "Moscato di Terracina" raccolta
nell'ambito della Provincia di Latina.

   Sezione II (Dichiarazioni superfici vitate)

   Questa  sezione  deve  essere compilata solo se il soggetto che ha
presentato  la  dichiarazione  delle superfici vitate risulta diverso
dal  dichiarante  riportato nel Quadro A sezione I e che ha compilato
la sezione I del Quadro C.
   Devono  essere  indicati  il  Codice  Fiscale e la partita IVA del
soggetto  che  ha presentato la dichiarazione delle superfici vitate,
completato con il codice identificativo della dichiarazione stessa il
codice  prestampato  contenuto  nel modello della dichiarazione della
superficie  vitata).  Qualora  i dichiaranti (conduttori dei vigneti)
non  siano in possesso di tale codice identificativo possono omettere
l'indicazione dello stesso.
   Deve   essere  utilizzata  una  riga  per  ogni  dichiarazione  di
superficie cui fare riferimento.
   Nello  spazio relativo alla superficie, per ciascuna dichiarazione
di   superficie  vitata,  deve  essere  indicata  solo  la  parte  di
superficie condotta da cui l'uva e' stata raccolta.
   Se  la  sezione  e' insufficiente deve essere compilato l'apposito
allegato  C1,  debitamente  sottoscritto,  da inviare unitamente alla
dichiarazione.
   In  caso di compilazione della sezione II, il soggetto dichiarante
si   impegna   a   provvedere   alla   compilazione  dei  modelli  di
aggiornamento  della  dichiarazione delle superfici vitate secondo le
modalita' e i tempi previsti dalle rispettive delibere Regionali.

   Quadro D - Riepilogo dei dati relativi ai prodotti ricevuti

   Il quadro D deve essere compilato da coloro che hanno ricevuto uve
e/o  altri prodotti a monte del vino. Per ricevuti si intendono sia i
prodotti acquistati dal dichiarante che quelli conferiti da parte dei
propri soci.
   In  tale  quadro  occorre riportare il riepilogo delle quantita' e
delle  superfici ottenuto effettuando la somma dei dati contenuti nei
singoli  allegati  F1  (attestato  di  consegna) compilati da ciascun
fornitore  e,  nel caso delle cantine sociali, dei dati contenuti nei
singoli   allegati   F2  (attestato  di  consegna  sostitutivo  della
dichiarazione).
   Questo  quadro  deve essere compilato anche dai soggetti che hanno
ricevuto  ed eventualmente trasformato prodotti a monte del vino e li
hanno ceduti totalmente prima del 30 novembre.

   Quadro E - Riepilogo dei dati relativi ai prodotti ceduti

   Il  quadro  E deve essere compilato da coloro che hanno ceduto uve
e/o  altri  prodotti  a monte del vino. Per ceduti si intendono sia i
prodotti venduti dal dichiarante che quelli conferiti ad un organismo
associativo.
   In tale quadro occorre riportare il riepilogo effettuato a partire
dai  dati  relativi  alle  quantita'  e  alle superfici contenuti nei
singoli   allegati   F1   (attestato   di   consegna)  compilati  dal
dichiarante.
   Questo  quadro  deve  essere  compilato anche dai soggetti che non
sono  tenuti  alla  compilazione  del quadro C relativo alla raccolta
delle  uve  ma che avendo avuto la disponibilita' di prodotti a monte
del vino li hanno ceduti totalmente prima del 30 novembre.

   Quadro G - Dati relativi alle operazioni di vinificazione

   Questo quadro deve essere compilato da coloro che hanno effettuato
operazioni  di  trasformazione  di uve e/o altri prodotti a monte del
vino,  anche  se  detti  prodotti  sono  stati  ceduti  prima  del 30
novembre.  In  questo  ultimo  caso  i dichiaranti dovranno compilare
esclusivamente la sezione II e se del caso le sezioni III e IV.
   N.B. I soggetti che hanno ottenuto vino e/o altri prodotti a monte
del  vino,  a partire dalle eccedenze delle uve a duplice attitudine,
devono compilare l'allegato M1.
   N.B.  I  soggetti  che  hanno  ottenuto  mosto  per succhi d'uva a
partire da uve da mensa, devono compilare l'allegato M2.

Sezione  I  (Coefficiente  ottenuto  nella trasformazione dell'uva in
vino,  ad  esclusione  del  volume  dei  m.c.  e  m.c.r. utilizzati e
ottenuti)

   Indicare per le categorie vino da tavola, vino IGT e V.Q.P.R.D. il
coefficiente  di  trasformazione  ottenuto  nel passaggio dall'uva in
vino  feccioso,  escludendo le quantita' eventualmente utilizzate per
la  produzione di mosti concentrati e mosti concentrati rettificati e
le  quantita'  di  mosti  concentrati e mosti concentrati rettificati
utilizzati per l'arricchimento.

Sezione II (Prodotti introdotti in cantina compresi quelli utilizzati
per  la  produzione  di prodotti a monte del vino ceduti prima del 30
novembre).

   Indicare  in ettolitri di vino feccioso e per le diverse categorie
di  vini  (vini  da  tavola,  vino IGT e V.Q.P.R.D.) le quantita' dei
prodotti  utilizzati per la vinificazione (uve, mosti compresi quelli
eventualmente utilizzati per la concentrazione e vini nuovi ancora in
fermentazione) e le rispettive superfici di origine in ettari e are.
   Si  precisa  che  devono  essere  indicati  anche  i  quantitativi
utilizzati  o  introdotti  per la produzione di prodotti ceduti prima
del 30 novembre.

Sezione  III  (Mosti  concentrati  e concentrati rettificati ottenuti
dalla concentrazione)

   Indicare  i  quantitativi  in ettolitri di vino feccioso dei mosti
utilizzati  per  la  produzione  in  proprio o tramite terzi di mosti
concentrati  e  concentrati  rettificati  e  i  quantitativi di mosti
concentrati  e  concentrati  rettificati  ottenuti  in  ettolitri  di
prodotto.

Sezione  IV  (Mosti  concentrati e concentrati rettificati utilizzati
per l'arricchimento)

   Riportare  per  ognuna  delle  due  categorie di vini, da tavola e
V.Q.P.R.D.,  i  quantitativi  in  ettolitri  di  prodotto  dei  mosti
concentrati e concentrati rettificati utilizzati per l'arricchimento.

Sezione  V  (Vino  ottenuto, prodotti a monte del vino e succhi d'uva
detenuti al 30/11)

   Nella  colonna  1  dovra'  essere  indicato  il  dato  relativo al
quantitativo  di  vino  complessivamente  ottenuto  dall'inizio della
campagna  fino  alla  data  del  30  novembre anche se lo stesso, nel
frattempo, e' stato, in tutto o in parte, consumato o ceduto.
   Le colonne (2-3-4-5-6) sono riservate ai prodotti diversi dal vino
detenuti alla data del 30 novembre.
   Nelle  righe G16 e G17 devono essere riportati, rispettivamente, i
quantitativi di succhi d'uva e di succhi d'uva concentrati.

Sezione  VI  (Mosti concentrati e concentrati rettificati detenuti al
30/11)

   I  mosti  concentrati  ed i mosti concentrati rettificati detenuti
alla  data del 30 novembre vanno indicati in questa sezione, espressi
in  ettolitri  di  prodotto  e  devono  riguardare  sia  quelli della
campagna in corso che quelli delle campagne precedenti.

   Registro di carico e scarico

   Per le registrazioni di carico e scarico e' riportato lo schema di
registro  che  puo'  essere utilizzato unicamente dai viticoltori che
vinificano  esclusivamente  uve di propria produzione senza procedere
all'acquisto  di  altri  prodotti, ed a condizione che non effettuino
l'aumento    del    titolo    alcolometrico,   l'acidificazione,   la
disacidificazione,  la dolcificazione, il taglio, l'imbottigliamento,
la  distillazione,  l'elaborazione di vini spumanti, di vini spumanti
gassificati,  l'elaborazione  dei  vini  liquorosi, l'elaborazione di
mosto    d'uva    concentrato,   rettificato   o   non   rettificato,
l'elaborazione  dei  vini  alcolizzati,  altri  casi  di  aggiunta di
alcole, la trasformazione in vino aromatizzato.
   Gli  aventi titolo avranno cura di compilare il registro di carico
e  scarico,  indicando i dati relativi alla giacenza alla data del 31
luglio  e  la  produzione  vino  e prodotto vinicoli come risulta nel
quadro G sezione V, della dichiarazione vitivinicola alla data del 30
novembre.
   Si   precisa  che  la  fincatura  relativa  a  "descrizione  delle
operazioni e note" dovra' essere utilizzata per identificare non solo
il  tipo  di  registrazione  ma  anche l'eventuale identificazione di
qualita' di prodotti vitivinicoli registrati.
   I  viticoltori  che effettuano un numero di operazioni tali da non
poter  essere  contabilizzate  sul  foglio  - registro, riportato sul
modello  di  dichiarazione,  devono munirsi di un normale registro di
carico  e  scarico,  preventivamente vidimato dagli Uffici periferici
dell'ispettorato    centrale   repressione   frodi   competenti   per
territorio.
   Anche il foglio registro, per essere valido, deve essere vidimato,
in  alternativa,  dalle Regioni, dai Comuni, dagli Organismi Pagatori
Regionali,   dagli   Uffici   periferici   dell'ispettorato  centrale
repressione frodi oppure dai CAA.

   Allegato F1 (Attestato di consegna uve o mosti)

   Deve  essere compilato da coloro che cedono uve e/o altri prodotti
a monte del vino, sia propri che acquistati. Cio' significa che detto
modello deve essere compilato dal:

- produttore di uve che cede parte o tutto del proprio raccolto;
- produttore di altri prodotti a monte del vino, propri o acquistati,
  che cede parte o tutti i prodotti ottenuti;
- soggetto  che  cede  uve e/o altri prodotti a monte del vino non di
  propria produzione.

N.B.  I  soggetti,  invece, che consegnano la totalita' delle proprie
uve ad un organismo associativo devono compilare l'allegato F2.

   La  compilazione  dell'allegato  F1  e' a carico del fornitore, il
quale   e'   tenuto  a  far  pervenire  all'acquirente  del  prodotto
l'originale  firmato  entro  i 6 giorni antecedenti il termine ultimo
stabilito per la presentazione della "dichiarazione".
   Il  fornitore  non  deve  inserire  il  proprio  allegato  F1 alla
dichiarazione  di  raccolta;  e'  a  carico del destinatario inserire
tutti  gli  allegati dei vari fornitori alla propria dichiarazione di
raccolta e produzione.
   Unica eccezione quando il fornitore cede le uve a soggetti privati
non vinificatori che ottengono quantitativi di vino inferiori a 10 Hl
che  comunque  non  saranno commercializzati neppure parzialmente; in
questo  caso  il  fornitore deve allegare un modello F1 riepilogativo
dei quantitativi ceduti a tale tipologia di acquirenti.

Quadro   A1  e  Quadro  A2  (Dati  relativi  all'identificazione  del
fornitore e del destinatario)

   I  dati  indicati  in  questi  quadri  devono essere gli stessi di
quelli  riportati  dal fornitore e dal destinatario, relativamente ai
dati   anagrafici,   nel   quadro   A   sezione  I  delle  rispettive
dichiarazioni vitivinicole.
   Nel  caso in cui il dichiarante compila in proprio un allegato F1,
riepilogativo  della  quantita'  di  uve  totale  ceduta  ai soggetti
privati (utilizzatori non vinificatori, v. quadro B Elenco allegati),
riportare,  nel  quadro A2 campo cognome e nome, la scritta "Cessione
piccoli   quantitativi",   barrando   la  casella  "Utilizzatore  non
vinificatore".
   Il   dichiarante   e'  comunque  tenuto  ad  indicare  nell'elenco
acquirenti,  allegato  A2,  gli estremi identificativi dei soggetti a
cui ha ceduto le uve.
   Indicare  la  provincia  di  provenienza  dell'uva e/o degli altri
prodotti  a  monte  del  vino;  scrivere  'STATO  ESTERO'  qualora il
prodotto  provenga  da  un  altro  Stato  dell'Unione  Europea. Se il
fornitore consegna prodotti ottenuti in Italia e prodotti ottenuti in
Paesi dell'Unione Europea deve compilare 2 modelli F1 distinti, anche
se riferiti allo stesso destinatario.

   Quadro C (Dichiarazioni delle superfici vitate)

   La  compilazione di tale quadro e' effettuata solo nel caso in cui
il produttore di uve cede uve di propria produzione, e cioe' nel caso
di compilazione dell'allegato da parte del produttore di uve che cede
parte o tutto del proprio raccolto.
   Le  modalita' di compilazione di tale quadro sono quelle contenute
nelle  istruzioni  per  la compilazione del quadro C sezione II della
dichiarazione di raccolta delle uve.

Quadro  F (Dati relativi ai prodotti consegnati (ceduti o conferiti o
venduti)

   Devono  essere indicate le quantita' e le superfici, per categoria
di  prodotti, di tutti i prodotti ceduti al destinatario indicato nel
quadro A2.

Allegato F2 (Attestato di consegna sostitutivo della dichiarazione di
raccolta delle uve)

   Questo  attestato  deve  essere  compilato,  in sostituzione della
dichiarazione  di raccolta delle uve, da parte dei soci che cedono la
totalita'  dell'uva  prodotta  ad  un  unico  organismo  associativo,
pertanto   chi   compila   l'allegato   F2   non  deve  compilare  la
dichiarazione di raccolta uva.
   L'allegato F2, compilato e firmato dal fornitore che ne tratterra'
una  copia  per  se, sara' fatto pervenire al destinatario durante il
periodo  vendemmiale  e  comunque  almeno 10 giorni prima del termine
ultimo stabilito per la presentazione della "dichiarazione".

Quadro A1 (Dati relativi all'identificazione del socio fornitore)

Sezione I (Dati anagrafici)

   Devono   essere   indicate  le  generalita'  del  socio  fornitore
(conferente).

   In caso di DITTA INDIVIDUALE barrare la relativa casella.

   Per  le  persone fisiche indicare il codice fiscale o CUAA (Codice
univoco  azienda agricola) obbligatorio, la partita IVA, il cognome e
nome,  il  sesso, la data di nascita, il Comune e la Provincia oppure
lo  Stato  estero  di nascita, il domicilio o sede legale (indirizzo,
numero civico, Comune, C.A.P. e Provincia).
   Per  le  persone  giuridiche  indicare  il  codice  fiscale o CUAA
(Codice  univoco  azienda  agricola) obbligatorio, la partita IVA, la
ragione sociale, il domicilio o la sede legale.
   In   questa   sezione   dovranno,  altresi',  essere  indicate  le
generalita' del rappresentante legale cognome e nome, codice fiscale,
domicilio,  comune di residenza, data e luogo di nascita) della ditta
qualora   questa  sia  una  persona  giuridica.  L'indicazione  viene
riportata nella seconda pagina dell'allegato stesso.
   Nel  caso  di ditta individuale, i dati relativi al rappresentante
legale   dovranno   essere  riportati  solo  se  sul  certificato  di
attribuzione  della  Partita  IVA  la  denominazione  del soggetto di
imposta non coincide esattamente con il cognome e nome del titolare.

Sezione  II  (Informazioni  relative  ai  terreni  vitati  del  socio
fornitore)

   Indicare,  negli appositi riquadri, la superficie vitata totale in
produzione   (in   ettari   e  are)  condotta  dal  socio  fornitore,
specificando  quella  di proprieta' e quella condotta ad altro titolo
(affitto,  comodato  o  altro).  Le superfici indicate si riferiscono
esclusivamente all'allegato in causa.
   Inoltre,  e'  necessario  indicare il codice Istat, il Comune e la
sigla  della Provincia dove la quantita' di uva raccolta e' risultata
prevalente.

Quadro   A2   (Dati   relativi   all'identificazione   dell'organismo
associativo)

   Indicare il codice fiscale, la partita I.V.A. e la ragione sociale
dell'organismo associativo cui e' stata ceduta la totalita' dell'uva.

   Quadro C (Dati relativi alle uve raccolte dal socio)

   Sezione I (Raccolta uve)

   Devono essere indicate le quantita' (in centinaia di kg.) dell'uva
raccolta  e  le  relative  superfici di origine (in ettari e are) per
ciascuna  categoria  di vigneti delle uve raccolte dal socio e cedute
totalmente all'organismo associativo.
   Per le modalita' di compilazione si rimanda alle istruzioni per la
compilazione del quadro C della dichiarazione di raccolta delle uve.

   Sezione II (Dichiarazione delle superfici vitate)

   Per  le modalita' di compilazione di tale quadro da parte dei soci
che  cedono  la  totalita'  dell'uva  prodotta  ad un unico organismo
associativo  valgono  le  istruzioni per la compilazione del quadro C
sezione II della dichiarazione di raccolta delle uve.

   Allegati M1, M2, F3, F4

   Gli  allegati  M1  ed  F3  (D.M.  6  agosto 1997, pubblicato nella
Gazzetta  Ufficiale  del  26  agosto  1997  n.  198)  sono  riservati
esclusivamente   alla  dichiarazione  relativa  ai  produttori  delle
varieta' "Moscato di Terracina" prodotto dalle uve nella provincia di
Latina  e  della  varieta'  "Regina"  e "Regina dei vigneti" prodotte
nella provincia di Chieti che eccedono le quantita' massime ammesse a
dare  vino  da tavola previste all'art. 2 del decreto ministeriale 19
dicembre 2000:

- per   le   uve   destinate   alla   vinificazione   da  distillarsi
  obbligatoriamente;
- per le uve destinate alla trasformazione in mosti per succhi d'uva.

   I  soggetti  che  hanno  prodotto  e/o acquistato uve da mensa e/o
ottenuto  mosto  da  uve  da  mensa  devono compilare l'allegato M2 e
l'allegato F4, nel caso di cessione delle uve medesime.

Allegato  M1 (Uve a duplice attitudine destinate alla vinificazione o
alla trasformazione in mosto per succhi)

   Questo allegato deve essere compilato da coloro che hanno prodotto
e/o  acquistato uve a duplice attitudine destinate alla vinificazione
o alla trasformazione in mosto per succhi.
   Sono  altresi'  obbligati  alla  compilazione i soggetti che hanno
proceduto  all'acquisto  di  uve  a  duplice attitudine ai fini della
vinificazione e le hanno cedute prima del 30 novembre.
   L'allegato M1 deve essere trasmesso secondo le stesse modalita' di
presentazione  indicate  nelle avvertenze generali alla dichiarazione
vitivinicola,   insieme   con   la   prima   pagina  del  modello  di
dichiarazione stessa (quadro A e quadro B).

   Quadro A (Dati relativi all'identificazione del dichiarante)

   Deve  contenere i dati anagrafici e deve essere compilato da tutti
i soggetti obbligati. Quadro C (Dati relativi alla raccolta delle uve
a duplice attitudine)

   Sezione I (Raccolta delle uve a duplice attitudine)

   Devono  essere  indicate  le quantita' e la superficie delle uve a
duplice attitudine destinate alla vinificazione.
   Vanno  altresi' specificate le uve destinate alla vinificazione in
proprio e/o alla cessione.

   Sezione II (Dichiarazione superfici vitate)

   Le  modalita' di compilazione di tale quadro sono quelle contenute
nelle  istruzioni  per  la compilazione del quadro C sezione II della
dichiarazione di raccolta delle uve.

   Quadro D ed E

   Vanno  indicate  le  quantita' con le relative superfici delle uve
acquistate e cedute.

Quadro  G  (Dati  relativi  alla  vinificazione  delle  uve a duplice
attitudine)

   Devono essere indicati i quantitativi di uve a duplice attitudine,
distinti   tra   quelli  di  origine  propria  e  quelli  acquistati,
utilizzati per la trasformazione in vino nonche' il vino ottenuto con
la relativa superficie.

Allegato  F3  (Attestato  di  consegna delle uve a duplice attitudine
destinate alla vinificazione)

   Deve   essere  compilato  da  coloro  che  cedono  uve  a  duplice
attitudine  destinate  alla  vinificazione  o  alla trasformazione in
mosto per succhi.
   L'allegato F3, compilato e firmato dal fornitore che ne tratterra'
una  copia  per  se,  sara'  fatto pervenire al destinatario almeno 6
giorni  prima del termine ultimo stabilito per la presentazione della
"dichiarazione".
   Il  fornitore  non  deve  inserire  il  proprio  allegato  F3 alla
dichiarazione  di  raccolta;  e'  a  carico del destinatario inserire
tutti  gli  allegati dei vari fornitori alla propria dichiarazione di
raccolta e produzione.

   Quadri A1 e A2

   Devono  essere riportati i dati identificativi del fornitore e del
destinatario.

   Quadro C (Dichiarazione delle superfici vitate)

   La  compilazione di tale quadro e' effettuata solo nel caso in cui
il produttore di uve cede uve di propria produzione, e cioe' nel caso
di compilazione dell'allegato da parte del produttore di uve che cede
parte o tutto del proprio raccolto.
   Le  modalita' di compilazione di tale quadro sono quelle contenute
nelle  istruzioni  per  la compilazione del quadro C sezione II della
dichiarazione di raccolta delle uve.

   Quadro F (Dati relativi alle uve a duplice attitudine consegnate)

   Devono  essere  indicate  le  quantita'  e  le superfici delle uve
cedute.

   Allegato M2 (Uve da mensa destinate alla trasformazione in mosto)

   Questo allegato deve essere compilato da coloro che hanno prodotto
e/o  acquistato  uve  da mensa destinate alla trasformazione in mosto
per  succhi  d'uva.  Sono  altresi'  obbligati  alla  compilazione  i
soggetti  che  hanno  proceduto  all'acquisto di uve da mensa ai fini
della  trasformazione  in  mosto  e  le  hanno  cedute  prima  del 30
novembre.
   L'allegato M2 deve essere trasmesso secondo le stesse modalita' di
presentazione  indicate  nelle avvertenze generali alla dichiarazione
vitivinicola,   insieme   con   la   prima   pagina  del  modello  di
dichiarazione stessa (quadro A e quadro B).

   Quadro A (Dati relativi all'identificazione del dichiarante).

   Deve  contenere i dati anagrafici e deve essere compilato da tutti
i soggetti obbligati.

   Quadro C (Dati relativi alla raccolta delle uve da mensa).

   Sezione I (Raccolta delle uve)

   Devono  essere  indicate le quantita' e la superficie delle uve da
mensa destinate alla trasformazione in mosto.
   Vanno altresi' specificate le uve destinate alla trasformazione in
mosto in proprio e/o alla cessione.

   Sezione II (dichiarazione delle superfici vitate)

   Le  modalita' di compilazione di tale quadro sono quelle contenute
nelle  istruzioni  per  la compilazione del quadro C sezione II della
dichiarazione di raccolta delle uve.

   Quadri D ed E

   Vanno  indicate  le  quantita' con le relative superfici delle uve
acquistate e cedute.

   Quadro G (Dati relativi alla trasformazione in mosto)

   Devono  essere  indicati  i quantitativi di uve da mensa, distinti
tra  quelli di origine propria e quelli acquistati, utilizzati per la
trasformazione in mosto nonche' le quantita' di mosto ottenuto con la
relativa superficie totale.

Allegato  F4 (Attestato di consegna delle uve da mensa destinate alla
trasformazione in mosto per succhi d'uva)

   Deve  essere compilato da coloro che cedono uve da mensa destinate
alla trasformazione in mosto per succhi d'uva.
   L'allegato F4, compilato e firmato dal fornitore che ne tratterra'
una  copia  per  se,  sara'  fatto pervenire al destinatario almeno 6
giorni  prima del termine ultimo stabilito per la presentazione della
"dichiarazione".
   Il  fornitore  non  deve  inserire  il  proprio  allegato  F4 alla
dichiarazione  di  raccolta;  e'  a  carico del destinatario inserire
tutti  gli  allegati dei vari fornitori alla propria dichiarazione di
raccolta e produzione.

   Quadri A1 e A2

   Devono  essere riportati i dati identificativi del fornitore e del
destinatario.

   Quadro C (Dichiarazione delle superfici vitate)

   La  compilazione di tale quadro e' effettuata solo nel caso in cui
il produttore di uve cede uve di propria produzione, e cioe' nel caso
di compilazione dell'allegato da parte del produttore di uve che cede
parte o tutto del proprio raccolto.
   Le  modalita' di compilazione di tale quadro sono quelle contenute
nelle  istruzioni  per  la compilazione del quadro C sezione II della
dichiarazione di raccolta delle uve.

   Quadro F (Dati relativi alle uve da mensa consegnate)

   Devono  essere  indicate  le  quantita'  e  le superfici delle uve
cedute.
   L'allegato  F4 sara' compilato dal fornitore che ne tratterra' una
copia  per se e lo trasmettera' al destinatario almeno 6 giorni prima
del   termine   ultimo   stabilito   per   la   presentazione   della
dichiarazione.
   Il destinatario, alleghera' l'originale alla propria dichiarazione
da  inviare  secondo  le  modalita'  di presentazione ed una copia al
soggetto fornitore.

   Allegato A1 - Stabilimenti enologici

   Deve   essere  compilato  da  coloro  che  nella  provincia  hanno
utilizzato,  per  le  operazioni di trasformazione, piu' stabilimenti
enologici.  Deve  essere  altresi'  compilato se l'unico stabilimento
enologico  non  coincide  con  il  domicilio/sede legale indicati nel
quadro  A  sezione  I  della  dichiarazione. In questo allegato vanno
inclusi   anche  gli  stabilimenti  fuori  provincia  dove  risultano
giacenti prodotti in conto lavorazione.

   Quadro A (Dati relativi al dichiarante)

   Riportare  codice  fiscale,  partita iva, cognome e nome o ragione
sociale  indicati  nel  Quadro  A  - sezione I della dichiarazione di
produzione vinicola.

   Quadro B (Dati relativi allo stabilimento enologico)

   Indicare  indirizzo,  telefono,  codice  Istat,  denominazione del
comune, provincia, C.A.P. dello stabilimento enologico.

   Allegato A2 - Elenco acquirenti

   Deve  essere compilato da coloro che cedono uve e/o altri prodotti
a monte del vino. Non deve essere compilato da chi compila l'allegato
F2  o  da  chi  cede  interamente  il  prodotto  raccolto ad un unico
acquirente.

   Quadro A (Dati relativi al dichiarante)

   Riportare  codice  fiscale,  partita iva, cognome e nome o ragione
sociale  indicati  nel  Quadro  A  - sezione I della dichiarazione di
raccolta.

   Quadro B (Dati relativi all' acquirente)

   Riportare  codice  fiscale, partita iva e cognome e nome o ragione
sociale  indicati  nel Quadro A2 del modello F1, indirizzo, telefono,
codice Istat, comune, provincia, C.A.P..
   Gli  estremi  identificativi  dell'acquirente vanno indicati anche
nel  caso  di  cessione  di  piccoli  quantitativi  (F1  allegato dal
dichiarante).