(all. 1 - art. 1 )
                                                             Allegato
                    Al Presidente della Repubblica
  Il consiglio comunale  di Torella del Sannio  (Campobasso) e' stato
rinnovato  nelle consultazioni  elettorali  del 23  aprile 1995,  con
contestuale  elezione  del sindaco  nella  persona  del sig.  Antonio
Lombardi.
  Il citato amministratore, con sentenza definitiva n. 803/97, emessa
dalla Corte  suprema di cassazione  in data  7 maggio 1997,  e' stato
dichiarato  decaduto dalla  carica  di sindaco,  ricorrendo nei  suoi
confronti la causa di ineleggibilita' prevista dal combinato disposto
dell'art. 6  del decreto  del Presidente  della Repubblica  16 maggio
1960, n. 570, dell'art.  1 della legge 23 aprile 1981,  n. 154 e dell
art.  2,  comma  1,  lettera  a) del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 20 marzo 1967, n. 223, e successive modifiche.
  Si  e'  configurata,  pertanto,   una  delle  fattispecie  previste
dall'art. 20, comma 1,  della legge 25 marzo 1993, n.  81, in base al
quale  la  decadenza  del  sindaco  costituisce  presupposto  per  lo
scioglimento del consiglio comunale.
  Per  quanto esposto  si ritiene  che, ai  sensi dell'art.  20 della
legge  25  marzo 1993,  n.  81,  e del  successivo  art.  21, che  ha
sostituito  l'art. 39,  comma 1,  lettera b),  n. 1),  della legge  8
giugno 1990, n. 142, ricorrano gli  estremi per far luogo al proposto
scioglimento.
  Mi  onoro, pertanto,  di sottoporre  alla firma  della S.V.  Ill.ma
l'unito schema di decreto con  il quale si provvede allo scioglimento
del consiglio comunale di Torella del Sannio (Campobasso).
    Roma, 28 giugno 1997
                                 Il Ministro dell'interno: Napolitano