(Allegato 1 )
 
                                                           Allegato 1 
                                                    (art. 7, comma 1) 
 
A):  Tecnologie  abilitanti  fondamentali  definite  nell'ambito  del
  Programma quadro di ricerca e innovazione «Orizzonte 2020»  per  la
  priorita' di intervento «Leadership industriale» 
 
    Le  tecnologie  abilitanti  fondamentali  sono   definite   dalla
Commissione europea - COM (2012) 341 final - come  le  tecnologie  ad
alta intensita' di conoscenza e associate ad elevata intensita' di  R
&  S,  a  cicli  d'innovazione  rapidi,  a   consistenti   spese   di
investimento  e  a  posti  di  lavoro  altamente  qualificati.   Tali
tecnologie presentano una  rilevanza  sistemica,  in  quanto  rendono
possibile l'innovazione nei processi, nei beni e nei servizi in tutti
i settori economici e sono riferite alle seguenti categorie: 
      1. Tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC); 
      2. Nanotecnologie; 
      3. Materiali avanzati; 
      4. Biotecnologie; 
      5. Fabbricazione e trasformazione avanzate; 
      6. Spazio. 
    Nel seguito, in relazione a ciascuna categoria, viene  riportata,
a titolo esemplificativo  e  non  esaustivo,  una  descrizione  delle
tecnologie in esame. 
1. Tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) 
    1.1. Tecnologie connesse ad nuova  generazione  di  componenti  e
sistemi (ingegneria dei componenti e  sistemi  integrati  avanzati  e
intelligenti); 
    1.2. Tecnologie connesse all'elaborazione di prossima generazione
(sistemi e tecnologie informatiche avanzate); 
    1.3. Tecnologie connesse con l'internet  del  futuro  relative  a
infrastrutture, tecnologie e servizi; 
    1.4. Tecnologie di contenuto e  gestione  dell'informazione  (TIC
per i contenuti e la creativita' digitali); 
    1.5.   Interfacce   avanzate   e   robot   (robotica   e   locali
intelligenti); 
    1.6.   Tecnologie   relative    alla    microelettronica,    alla
nanoelettronica e alla fotonica. 
2. Nanotecnologie 
    2.1. Nanomateriali, nanodispositivi  e  nanosistemi  di  prossima
generazione; 
    2.2. Strumenti  e  piattaforme  scientifici  convalidati  per  la
valutazione e gestione dei rischi lungo tutto il ciclo  di  vita  dei
nanomateriali e dei nanosistemi; 
    2.3. Sviluppo della dimensione sociale delle nanotecnologie; 
    2.4. Sintesi e fabbricazione efficaci dei nanomateriali, dei loro
componenti e dei loro sistemi; 
    2.5. Tecnologie di supporto per lo sviluppo  e  l'immissione  sul
mercato  di  nanomateriali  e  nanosistemi  complessi  (ad   esempio:
caratterizzazione e manipolazione della materia su scala nanometrica,
la modellizzazione,  la  progettazione  su  computer  e  l'ingegneria
avanzata a livello atomico). 
3. Materiali avanzati 
    3.1. Tecnologie connesse ai materiali funzionali, multifunzionali
e  strutturali  (ad  esempio:  materiali  autoriparabili,   materiali
biocompatibili); 
    3.2. Sviluppo e trasformazione dei materiali, al fine favorire un
ampliamento di scala efficiente e sostenibile volto a  consentire  la
produzione industriale dei futuri prodotti; 
    3.3. Tecnologie di gestione  dei  componenti  dei  materiali  (ad
esempio: tecniche e  sistemi  nuovi  e  innovativi  nel  sistema  del
montaggio,  dell'adesione,  della   separazione,   dell'assemblaggio,
dell'autoassemblaggio e del disassemblaggio  della  decomposizione  e
dello smantellamento); 
    3.4.  Tecnologie   connesse   ai   materiali   per   un'industria
sostenibile, in grado di facilitare la produzione a  basse  emissioni
di carbonio, il risparmio energetico, nonche' l'intensificazione  dei
processi,  il  riciclaggio,  il  disinquinamento  e  l'utilizzo   dei
materiali ad elevato valore aggiunto provenienti dai residui e  dalla
ricostruzione; 
    3.5. Tecnologie connesse ai materiali per le industrie  creative,
in grado di  favorire  nuove  opportunita'  commerciali,  inclusa  la
conservazione dei materiali con valore storico o culturale; 
    3.6. Metrologia, caratterizzazione, normalizzazione  e  controllo
di qualita' (ad esempio: tecnologie quali  la  caratterizzazione,  la
valutazione non distruttiva e la modellizzazione di  tipo  predittivo
delle prestazioni in grado di consentire progressi  nella  scienza  e
nell'ingegneria dei materiali); 
    3.7.  Tecnologie  connesse  all'ottimizzazione  dell'impiego   di
materiali, in grado di favorire utilizzi alternativi dei materiali  e
strategie aziendali innovative. 
4. Biotecnologie 
    4.1.  Biotecnologie  d'avanguardia  (ad  esempio:   la   biologia
sintetica, la bioinformatica e la biologia dei sistemi); 
    4.2. Tecnologie connesse  a  processi  industriali  basati  sulla
biotecnologia  (quali  ad   esempio:   chimica,   salute,   industria
mineraria, energia, pasta e  carta,  tessile,  amido,  trasformazione
alimentare nonche' della sua dimensione ambientale); 
    4.3. Tecnologie di piattaforma innovative e competitive (quali ad
esempio: genomica, meta-genomica, proteomica,  strumenti  molecolari,
in grado di rafforzare la leadership e il  vantaggio  competitivo  in
un'ampia gamma di settori economici). 
5. Fabbricazione e trasformazione avanzate 
    5.1. Tecnologie per le fabbriche del futuro, in grado di favorire
incrementi di produttivita' accompagnati da un  minore  utilizzo  dei
materiali e dell'energia, da un minore inquinamento e da  una  minore
produzione di rifiuti; 
    5.2. Tecnologie per  edifici  efficienti  sul  piano  energetico,
tecnologie di costruzione sostenibili in grado di favorire un maggior
utilizzo  di  sistemi  e  materiali  efficienti  sotto   il   profilo
energetico negli edifici nuovi, rinnovati e ristrutturati; 
    5.3. Tecnologie sostenibili e a basse emissioni  di  carbonio  in
processi industriali a elevata intensita'  energetica,  in  grado  di
favorire la competitivita', il  miglioramento  dell'efficienza  delle
risorse e dell'energia, la riduzione  dell'impatto  ambientale  delle
industrie di trasformazione ad elevata intensita' energetica (come ad
esempio l'industria chimica,  della  cellulosa  e  della  carta,  del
vetro, dei metalli non ferrosi e dell'acciaio). 
6. Spazio 
    6.1. Tecnologie spaziali in grado di favorire  la  competitivita'
europea, la non dipendenza e l'innovazione  del  settore  spaziale  e
tecnologie connesse all'innovazione di terra con base spaziale,  come
ad esempio l'utilizzo dei sistemi di telerilevamento e  dei  dati  di
navigazione; 
    6.2. Tecnologie spaziali avanzate e concetti operativi  dall'idea
alla dimostrazione nello spazio (ad  esempio:  la  navigazione  e  il
telerilevamento, la protezione dei dispositivi  spaziali  da  minacce
quali detriti spaziali ed eruzioni solari); 
    6.3.  Tecnologie  in  grado  di  favorire  l'utilizzo  dei   dati
spaziali,   inerenti   il   trattamento,   la    convalida    e    la
standardizzazione dei dati provenienti dai satelliti. 
B): Obiettivi di intervento della priorita' «Sfide per  la  societa'»
  nell'ambito  del  Programma  quadro  di   ricerca   e   innovazione
  «Orizzonte 2020» 
    Nell'ambito della priorita' «Sfide per la societa'» del Programma
quadro di ricerca e innovazione «Orizzonte 2020» sono identificate le
sfide prioritarie per la societa', in accordo con la strategia Europa
2020, che mirano a stimolare la massa critica degli sforzi di ricerca
e  innovazione  necessari  a  conseguire   gli   obiettivi   politici
dell'Unione. In  relazione  a  tale  ambito  di  intervento,  per  lo
sviluppo delle tecnologie di cui all'art. 7,  comma  1,  lettera  b),
sono identificati i seguenti obiettivi prioritari: 
      1. migliorare la salute e il benessere della popolazione; 
      2.  migliorare  la  sicurezza  e  la  qualita'   dei   prodotti
alimentari e favorire  lo  sviluppo  di  bioindustrie  sostenibili  e
competitive; 
      3.  realizzare  la  transizione  verso  un  sistema  energetico
affidabile, sostenibile e competitivo; 
      4. realizzare un sistema di trasporti intelligenti, ecologici e
integrati; 
      5. consentire la transizione  verso  un'economia  verde  grazie
all'innovazione ecocompatibile.