(Allegato-MODULO R )
 
 
MODULO R 
 
Denuncia al R.E.A. di Associazione, Ente, Impresa estera 
 
AVVERTENZE GENERALI 
Soggetti utilizzatori del modulo 
    • Associazioni o altri enti non societari 
    • Imprese estere sia individuali che societarie 
Finalita' del modulo 
    Il modulo consente la denuncia al R.E.A. dei  soggetti  tenuti  a
tale  obbligo  per  i  quali  non  sussistono   i   presupposti   per
l'iscrizione nel R.I.. Tali soggetti sono: 
      • Le associazioni, le fondazioni, i comitati e gli  altri  enti
non societari, che pur esercitando un'attivita' economica commerciale
e/o agricola, non abbiano tuttavia per oggetto esclusivo o principale
l'esercizio di un'impresa (art. 9, c.  1,  lett.  a)  del  D.P.R.  n.
581/1995 e Circolare MICA 09/01/1997 n. 3407/C. 
    Nel  caso  in  cui  il  soggetto  collettivo  abbia  per  oggetto
esclusivo o principale l'esercizio  di  un'impresa  dovra'  procedere
alle iscrizioni nel R.I. tramite i moduli S1, S2, etc. 
      • Imprese, sia individuali che societarie, con sede  principale
all'estero che istituiscono, modificano o cessano un'unita' locale in
Italia. 
    Le societa' estere che aprono  una  sede  secondaria  o  svolgono
l'attivita' principale in Italia devono utilizzare i moduli  S1,  S2,
UL etc. 
Ufficio competente alla ricezione del modulo 
    E' l'ufficio della provincia in cui e' ubicata: 
      • la sede del soggetto collettivo quale luogo in cui si esplica
l'attivita'  amministrativa  e   direzionale   che,   frequentemente,
coincide con la sede di esercizio dell'attivita' economica. Il modulo
R va presentato presso l'ufficio competente per  la  sede  anche  nel
caso  in  cui  l'esercizio  di   attivita'   economica   sia   svolta
esclusivamente in una provincia diversa rispetto a quella della  sede
principale. Infatti la sede statutaria costituisce comunque il centro
direzionale, gestionale ed amministrativo  del  soggetto  collettivo.
Nell'ipotesi su indicata al modulo R va allegato il modulo S5, ed  il
modulo  UL  sara'  presentato   presso   la   Camera   di   Commercio
territorialmente competente  per  l'attivita'  economica  dell'unita'
locale; 
      • l'unita' locale dell'impresa con sede principale all'estero. 
    La denuncia  dell'unita'  locale  mediante  il  presente  modulo,
accompagnato  dal  modulo  UL,  individua  l'ufficio  ricevente  come
"ufficio di riferimento" in Italia dell'impresa in questione ai  fini
degli adempimenti connessi al registro delle imprese/REA.  L'"ufficio
di riferimento" e' elettivo e puo' essere spostato  presso  qualsiasi
altra camera di commercio (nella cui circoscrizione insista  un'altra
unita' locale dell'impresa con sede principale  all'estero)  mediante
presentazione  del  medesimo  modulo  R.  Costituisce  l'ufficio   di
riferimento per gli adempimenti "globali" relativi all'impresa estera
(ad esempio, per comunicare il mutamento della sede legale)  presente
in Italia solo  attraverso  unita'  locali.  Si  tenga  presente  che
l'apertura di altre unita' locali in  Italia  (ulteriori  rispetto  a
quella denunciata mediante il presente modulo) va denunciata mediante
la presentazione del solo modulo UL presso ciascuna camera nella  cui
circoscrizione insistono le unita' locali in questione. 
Persone obbligate alla presentazione del modulo 
    L'obbligo  ricade  sul   rappresentante   legale   del   soggetto
collettivo o dell'impresa estera. 
Avvertenze per i singoli riquadri 
A/ESTREMI DELLA DENUNCIA 
    Va indicata la sigla della provincia della  Camera  di  Commercio
presso la quale ha sede il  soggetto  collettivo  o  l'unita'  locale
dell'impresa estera. Deve essere indicato  il  numero  R.E.A.  quando
gia' assegnato dall'ufficio, se viene compilata la sezione B o C. 
TIPO DENUNCIA 
    Il modulo e' suddiviso in tre sezioni: 
      A - per la denuncia di prima iscrizione del soggetto, a seguito
dell'inizio dell'attivita' economica; 
      B - per la denuncia di modificazione dell'attivita' economica o
degli elementi identificativi del soggetto; 
      C  -  per  la  denuncia  di  cessazione  di  tutta  l'attivita'
economica che comporta la cancellazione dal R.E.A. 
SEZIONE A 
1/CODICE FISCALE 
    Va indicato il numero di codice fiscale del soggetto  collettivo,
tranne  i  casi  in  cui  l'assegnazione  e'  richiesta  direttamente
all'ufficio R.I. 
2/PARTITA IVA 
    Va indicata anche se coincidente con il codice fiscale 
3/DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE 
    Va  indicata  la  denominazione   del   soggetto   collettivo   o
dell'impresa estera (se l'impresa estera e' individuale si indicano i
dati anagrafici del titolare e l'eventuale ditta sotto cui  l'impresa
e' esercitata). 
    Ove  presente,  la  sigla   della   denominazione   va   indicata
esclusivamente nell'apposito campo. Per sigla si intende una  stringa
di pochi caratteri che  in  modo  conciso  e  condensato  identifichi
comunemente l'impresa (come  ad  esempio  le  sigle  automobilistiche
delle province), e non un'estesa abbreviazione della denominazione. 
3B/FORMA GIURIDICA 
    Va  indicata  la  forma  giuridica  (associazione   riconosciuta,
associazione non riconosciuta, fondazione, etc. come da tabella). 
4/SEDE 
    Va  indicato  l'indirizzo  della  sede  (cosi'  come  individuata
nell'atto costitutivo/statuto) del soggetto  collettivo  completo  di
tutti gli elementi essenziali per la sua individuazione. 
    Nel caso di impresa estera,  si  indica  l'indirizzo  della  sede
all'estero. 
    Nella riga "Presso  (o  altre  indicazioni)"  va  specificato  il
"terzo" presso cui e' eventualmente ubicata la sede  (notaio,  studio
professionale, etc.)  o  altri  elementi  di  individuazione  che  si
ritenga opportuno segnalare (eventuale dettaglio del  numero  civico,
ad esempio: interno 5, scala A, palazzina F, etc.). 
    Va  indicato   l'eventuale   indirizzo   di   posta   elettronica
certificata  dell'impresa,  per  gli  usi  consentiti  dalla  vigente
normativa. 
6/SCOPO E OGGETTO 
    Va trascritto il testo relativo allo scopo  (nonche'  all'oggetto
qualora  sia  individuato   nell'atto   costitutivo)   del   soggetto
collettivo e l'oggetto dell'impresa estera. 
    Questo dato non va  indicato  nel  caso  di  impresa  individuale
estera che apre un'unita' locale in Italia. 
9/POTERI DI AMMINISTRAZIONE E DI RAPPRESENTANZA 
    Vanno trascritti i poteri di amministrazione e di  rappresentanza
previsti dall'atto costitutivo/statuto dell'ente collettivo. 
ATTIVITA' ESERCITATA 
    Questo riquadro e' assente perche' per la  denuncia  di  tutti  i
dati riguardanti l'attivita' si utilizza la sezione A del modulo S5 e
il modulo UL, che costituiranno  quindi  un  eventuale  allegato  del
modulo R. 
    L'impresa estera denuncia l'attivita' svolta nelle singole unita'
locali  presenti  in  Italia,  compresa  quella   "di   riferimento",
allegando per ciascuna un modulo UL. 
SEZIONE B 
    Soggetti collettivi 
    Questa  sezione  va  compilata  per   le   modifiche   dei   dati
fondamentali ed identificativi (denominazione, sede, etc.). 
    Imprese estere 
    Questa sezione va compilata solo nel caso di  modifica  dei  dati
identificativi   (denominazione,   sede,   forma   giuridica,   etc.)
dell'impresa presso la sede estera. 
    Le modifiche dell'attivita' svolta  in  Italia  vanno  denunciate
compilando il modulo UL ed ove previsto l'S5. 
PARTITA IVA 
    Va indicato eventualmente il nuovo numero di Partita Iva. 
3/DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE 
    Va indicata la nuova  denominazione  del  soggetto  collettivo  o
dell'impresa estera. 
    Ove  presente,  la  sigla   della   denominazione   va   indicata
esclusivamente nell'apposito campo. Per sigla si intende una  stringa
di pochi caratteri che  in  modo  conciso  e  condensato  identifichi
comunemente l'impresa (come  ad  esempio  le  sigle  automobilistiche
delle province), e non un'estesa abbreviazione della denominazione. 
4/INDIRIZZO DELLA SEDE 
    Va indicato il nuovo indirizzo della sede principale (cosi'  come
individuato nell'atto costitutivo/statuto) del soggetto collettivo  o
dell'impresa estera, completo di tutti gli elementi essenziali per la
sua individuazione. 
    Nella riga "Presso (o altre indicazioni)" deve essere specificato
il terzo presso cui e' eventualmente ubicata la sede (notaio,  studio
professionale, etc,)  o  altri  elementi  di  individuazione  che  si
ritenga opportuno segnalare (eventuale dettaglio del  numero  civico,
ad es.: interno 5, scala A, palazzina F, etc.). 
    Va  indicato   l'eventuale   indirizzo   di   posta   elettronica
certificata  dell'impresa,  per  gli  usi  consentiti  dalla  vigente
normativa. 
    Questo riquadro va compilato in caso di  qualsiasi  trasferimento
della sede dell'impresa estera. 
6/SCOPO ED OGGETTO 
    Va trascritto il testo relativo al nuovo scopo (nonche' al  nuovo
oggetto qualora sia individuato nell'atto costitutivo)  del  soggetto
collettivo e l'oggetto dell'impresa estera. 
9/POTERI DI AMMINISTRAZIONE E DI RAPPRESENTANZA 
    Va trascritta integralmente la nuova formulazione dei  poteri  di
amministrazione    e    di    rappresentanza    previsti    dall'atto
costitutivo/statuto dell'ente collettivo. 
29/TRASFERIMENTO DA ALTRA PROVINCIA 
    Va indicata la Camera di Commercio di provenienza ed il  relativo
numero R.E.A. 
    Nel caso di trasferimento di sede da altra provincia, si  possono
verificare le seguenti ipotesi: 
      1. nella provincia della precedente sede cessa  ogni  attivita'
esercitata anche presso eventuali unita' locali: in questo caso  deve
essere selezionata la casella "Cessazione totale di attivita'"; 
      2. la precedente sede viene trasformata in  una  localizzazione
dell'impresa: 
        non deve essere selezionata la casella "Cessazione totale  di
attivita'", e deve essere presentato, separatamente, il  modulo  U.L.
(vedi   relative   istruzioni   anche   relativamente   all'eventuale
necessita' di allegare Intercalare P), presso la Camera di  Commercio
di provenienza. 
      3.  qualunque  variazione  relativa  ad  altre   localizzazioni
presenti nella provincia di provenienza,  andra'  comunicata  con  il
relativo modulo U.L. alla Camera di Commercio di provenienza; 
      4. nella provincia di destinazione sono  gia'  presenti  una  o
piu' localizzazioni: in  questo  caso  se  la  sede  dell'impresa  si
trasferisce presso una localizzazione gia' dichiarata, questa  dovra'
essere cessata allegando un modulo U.L. 
    Il trasferimento della sede puo' comportare: 
      a) l'esclusiva modifica dell'indirizzo  della  sede,  riportato
nel riquadro 4 del presente modulo; 
      b) la contestuale modifica di altri dati  dell'impresa,  per  i
quali andranno compilati gli appositi riquadri  del  presente  modulo
e/o su eventuali moduli allegati. 
    Non vanno allegati moduli UL relativi  a  localizzazioni  ovunque
preesistenti che non subiscano alcuna modifica.  Non  vanno  allegati
Intercalari P relativi a persone che non subiscono alcuna modifica. 
    Per la denuncia di inizio  attivita'  presso  la  nuova  sede  va
comunque  presentato  un  modulo  S5   (vedi   relative   istruzioni)
altrimenti  l'impresa  risultera'  inattiva  ed   assoggettabile   ad
eventuali sanzioni. 
VARIAZIONI DI ATTIVITA' ESERCITATE 
    Questo riquadro e' assente perche' per la  denuncia  di  tutti  i
dati riguardanti l'attivita' occorre  utilizzare  la  sezione  B  del
modulo S5 e/o il modulo UL (che costituira' quindi  un  allegato  del
modulo R). 
    Se e' cessata tutta l'attivita' precedentemente  esercitata  -  e
questa e' l'unica attivita' del soggetto collettivo - occorre  invece
compilare il successivo riquadro 22 per la cancellazione dal R.E.A. 
SEZIONE C CANCELLAZIONE 
    Il riquadro va compilato a seguito di cessazione totale  di  ogni
attivita'  economica.  Nel  caso  in  cui   questa   sia   esercitata
esclusivamente presso un'unita' locale in  altra  provincia  (ad  es:
sede nella provincia X e unita' locale nella provincia Y)  si  dovra'
depositare esclusivamente il modulo R sez. C presso  l'ufficio  della
provincia ove e' ubicata la sede  che  provvedera'  a  comunicare  la
cessazione  all'ufficio  della  provincia  ove  e'  ubicata  l'unita'
locale. 
    La denuncia ha effetto anche  ai  fini  della  cancellazione  del
soggetto collettivo dal R.E.A. 
22/ISTANZA DI CANCELLAZIONE 
    Va indicata la causale della cancellazione dal R.E.A. e  la  data
dell'evento. 
/SOGGETTO SUBENTRANTE 
    Il riquadro va compilato quando vi e' stata la cessione di  tutta
l'attivita'. Vanno indicate la denominazione, il codice  fiscale  del
soggetto  subentrante  ed  il  titolo  del  subentro  (es.:  vendita,
affitto, donazione, successione ereditaria, etc.). 
FIRMA 
    Il modulo e' sottoscritto dal  legale  rappresentante  dell'ente,
associazione, impresa estera, etc.. Si veda anche il  punto  2  delle
ISTRUZIONI GENERALI PER LA COMPILAZIONE E PRESENTAZIONE DEI MODULI.