(Allegato-MODULO S5 )
 
MODULO S5 
 
Inizio, modifica,  cessazione  di  attivita'  nella  sede  legale  di
  societa', ente pubblico economico, consorzio,  G.E.I.E.,  ed  altri
  soggetti giuridici; attivita' dell'impresa 
 
AVVERTENZE GENERALI 
Soggetti utilizzatori del modulo 
    • Societa' semplice 
    • Societa' in nome collettivo 
    • Societa' in accomandita semplice 
    • Societa' a responsabilita' limitata 
    • Societa' per azioni 
    • Societa' in accomandita per azioni 
    • Societa' cooperativa 
    • Consorzio con attivita' esterna 
    • Societa' consortile 
    • Societa' tra avvocati ai sensi del d. lgs. n. 96/2001 
    • Ente pubblico economico 
    • G.E.I.E. - Gruppo europeo di interesse economico 
    • Societa' estera con sede amministrativa  o  oggetto  principale
dell'attivita' in Italia 
    • Associazione ed altro ente od organismo  che  esercita  in  via
prevalente attivita' economica in forma d'impresa:  in  tal  caso  il
modulo S5 va allegato al modulo S1 perche' l'esercizio dell'attivita'
economica costituisce presupposto per l'iscrizione nel R.I.. 
    • Azienda speciale e consorzio previsti dal d. lgs. 267/2000 
    • Societa' Europea 
    • Societa' Cooperativa Europea 
    • Impresa sociale disciplinata dal d.lgs. 155/06 
    • Societa' tra professionisti ai sensi del dm. 34/2013 
    • Societa' di mutuo soccorso del dm. 6/3/2013 
    • Contratto di rete dotato di soggettivita' giuridica 
    • Soggetti collettivi che si iscrivono solo  al  R.E.A.:  in  tal
caso il modulo S5 va allegato al modulo R 
    Qualora  non  sia  necessario  precisare  il  tipo  di   soggetto
giuridico, nelle istruzioni  si  utilizzera'  il  termine  impresa  o
societa' per indicare una qualsiasi delle tipologie sopraindicate. 
Finalita' del modulo 
    Il modulo S5 va utilizzato per la denuncia al R.E.A. dell'inizio,
della modificazione e della cessazione dell'attivita' (agricola e non
agricola) esercitata nella sede legale dell'impresa. 
    Il  modulo  va  utilizzato  anche  per  la  denuncia  al   R.E.A.
dell'inizio, della modificazione e  della  cessazione  dell'attivita'
prevalente  dell'impresa,  tenendo  conto  dell'attivita'  esercitata
nella   sede   legale   ed   in   tutte   le   localizzazioni   (sedi
secondarie/unita' locali) dell'impresa,  sia  nella  provincia  della
sede legale che nelle altre province. 
    Il modulo va utilizzato anche al fine di richiedere  l'iscrizione
(o la cancellazione) della societa' nella sezione speciale  del  R.I.
quale imprenditore agricolo, che coincide con l'avvio o la cessazione
dell'attivita' agricola. 
    Il modulo va utilizzato anche al fine di richiedere  l'iscrizione
(o la cancellazione) dell'organizzazione con la qualifica di  impresa
sociale nell'apposita sezione del registro delle imprese. 
    Il modulo S5 va analogamente utilizzato per la denuncia al R.E.A.
dell'inizio, della modificazione e della cessazione dell'attivita' di
soggetti che utilizzano il modulo R. 
    Il modulo S5 va analogamente utilizzato  per  la  denuncia  della
nomina, modifica e cessazione  di  persone  aventi  altre  cariche  e
qualifiche R.E.A. allegando il  modulo  Intercalare  P  compilato  al
riquadro 7: cio' vale nel caso in  cui  la  pratica  non  preveda  la
compilazione di altri moduli cui allegare l'Intercalare P. 
Ufficio competente alla ricezione del modulo 
    E' quello della sede legale dell'impresa. 
    Le societa' estere presentano il presente modulo presso l'ufficio
di riferimento, come definito nelle istruzioni relative al modulo B. 
Persone obbligate alla presentazione del modulo 
    L'obbligo ricade sugli amministratori, sui liquidatori, sui soci,
ecc. 
    Questo modulo, qualora  sia  utilizzato  al  fine  di  richiedere
l'iscrizione  o  la  cancellazione  quale  imprenditore  agricolo,  o
nell'apposita sezione delle imprese sociali, e' soggetto  ad  imposta
di bollo, salvo che non sia allegato ad altro modulo (es.  al  modulo
S1 in fase di iscrizione a seguito di  costituzione  della  societa')
che gia' sconta l'imposta di bollo. 
Avvertenze per i singoli riquadri 
A/ESTREMI DELLA DOMANDA/DENUNCIA 
    Solo per le societa' gia' iscritte vanno indicati la sigla  della
provincia della Camera di Commercio  presso  la  quale  l'impresa  e'
iscritta ed il relativo numero R.E.A. 
TIPO DI DOMANDA/DENUNCIA 
    Va barrata la casella relativa al tipo di domanda o  di  denuncia
che s'intende effettuare e va indicato se riguarda: 
      • l'inizio della prima attivita' esercitata nella sede  e/o  la
denuncia di inizio dell'attivita' prevalente dell'impresa (si veda il
riquadro D1/ATTIVITA' PREVALENTE DELL'IMPRESA) ; 
      • la modifica  dell'attivita'  esercitata  nella  sede  e/o  la
denuncia di modifica dell'attivita' prevalente dell'impresa (si  veda
il riquadro BC/ATTIVITA' PREVALENTE DELL'IMPRESA); 
      • la cessazione di ogni attivita' esercitata nella sede e/o  la
denuncia  di   cessazione   totale   dell'attivita'   dell'impresa.La
cessazione dell'attivita' esercitata presso eventuali  localizzazioni
va  denunciata  con  il  modulo  UL  presentato  agli   uffici   R.I.
territorialmente competenti. 
    Sono previste due sezioni: 
Sezione A 
    Tale sezione serve per la denuncia di inizio dell'attivita' nella
sede legale, per la  denuncia  di  inizio  dell'attivita'  prevalente
dell'impresa, per la domanda di iscrizione nella sezione speciale con
la qualifica di imprenditore agricolo e per la domanda di  iscrizione
nell'apposita sezione delle imprese sociali; 
Sezione B 
    Tale   sezione   serve   per   la   denuncia   di   modificazione
dell'attivita'  svolta  nella  sede  legale,  per  la   denuncia   di
modificazione dell'attivita' prevalente svolta dall'impresa,  per  la
denuncia   di   modificazione    dell'attivita'    agricola    svolta
dall'impresa,  nonche'  per  la  denuncia  di  cessazione  di   tutta
l'attivita' svolta nella sede e/o dall'impresa,  per  la  domanda  di
iscrizione o di cancellazione dalla sezione speciale con la qualifica
di imprenditore  agricolo  e  per  la  domanda  di  iscrizione  o  di
cancellazione nell'apposita sezione delle imprese sociali. 
SEZIONE A: INIZIO DELL'ATTIVITA' 
A1/INSEGNA DELLA SEDE 
    Va indicata l'insegna  della  sede  solo  se  identificativa  del
locale e significativa, cioe' diversa  dalla  denominazione  o  dalla
ragione sociale dell'impresa e non generica (come, ad esempio, "bar",
"supermercato", "ristorante", "pensione", ecc.). In caso contrario il
riquadro non va compilato. 
A2/ATTIVITA' ESERCITATE NELLA SEDE 
    Va indicato: 
      - la data di inizio attivita' presso la sede; 
      - la descrizione dell'attivita' primaria; 
      - l'eventuale descrizione dell'attivita' secondaria 
    Va indicata l'attivita' effettivamente esercitata, non quella che
la societa' intende iniziare o l'attivita' che costituisce  l'oggetto
sociale. 
    Si  vedano  anche  le  indicazioni  riportate  nelle   ISTRUZIONI
GENERALI PER LA COMPILAZIONE E PRESENTAZIONE DEI MODULI al  paragrafo
11 
    Nel caso in cui l'attivita' esercitata nella sede  sia  la  prima
attivita' denunciata  dall'impresa,  si  compili  anche  il  riquadro
D1/ATTIVITA' PREVALENTE  DELL'IMPRESA  ed  il  riquadro  DATA  INIZIO
ATTIVITA' IMPRESA. 
    In ogni caso va dichiarata l'attivita'  prevalente  dell'impresa,
quando questa varia a seguito dell'attivita' esercitata nella sede. 
AA/ATTIVITA' AGRICOLA DELL'IMPRESA 
    Si  vedano  anche  le  indicazioni  riportate  nelle   ISTRUZIONI
GENERALI PER LA COMPILAZIONE E PRESENTAZIONE DEI MODULI al  paragrafo
11 
    Vanno  indicate  le  province  ove  viene  effettivamente  svolta
l'attivita' agricola che fa capo all'impresa. 
    Se l'attivita' agricola viene  svolta  in  localita'  diverse  da
quelle della sede, ma non sono presenti strutture tali da individuare
un'azienda agricola a se' stante (esempio magazzini,  stalle,  silos,
ecc.) non deve essere aperta  un'unita'  locale,  ma  l'attivita'  va
indicata esclusivamente nel presente riquadro. Per  la  richiesta  di
iscrizione nella sezione speciale, con la qualifica  di  imprenditore
agricolo, nonche' nel caso in cui l'attivita' agricola  venga  svolta
come imprenditore agricolo professionale  va  compilato  il  riquadro
AB/DICHIARAZIONE DI IMPRENDITORE AGRICOLO. 
D1/ATTIVITA' PREVALENTE DELL'IMPRESA 
    Deve essere indicata l'attivita' economica esclusiva ovvero,  nel
caso in cui  si  svolgano  due  o  piu'  attivita',  quella  ritenuta
prevalente tra tutte le attivita' effettivamente iniziate sia  presso
la sede che presso eventuali localizzazioni, specificando la data  di
inizio  di  detta  attivita'.  Per  l'individuazione   dell'attivita'
prevalente si avra' riguardo al criterio del volume d'affari. 
    Si  vedano  anche  le  indicazioni  riportate  nelle   ISTRUZIONI
GENERALI PER LA COMPILAZIONE E PRESENTAZIONE DEI MODULI al  paragrafo
11 
    E'  possibile  dichiarare  le  categorie  di  opere  generali   e
specializzate  rientranti  tra  le  attivita',  prodotti  e   servizi
dell'impresa, cosi' come  classificate  per  l'esecuzione  di  lavori
pubblici. 
AB/DICHIARAZIONE DI IMPRENDITORE AGRICOLO 
    Nel caso  di  semplice  richiesta  di  iscrizione  nella  sezione
speciale  con  la  qualifica  di  Imprenditore  Agricolo,   si   deve
esclusivamente spuntare il campo relativo. 
    In questo caso specifico l'istanza  e'  soggetta  all'imposta  di
bollo, salvo che il presente modulo non sia allegato ad altro  modulo
(ad es.  al  modulo  S1,  in  fase  di  iscrizione  conseguente  alla
costituzione della societa') che gia' sconta l'imposta di bollo. 
    Solo  nel  caso  di  dichiarazione  di   "IMPRENDITORE   AGRICOLO
PROFESSIONALE" (I.A.P.) deve essere compilato anche  il  campo  "data
dichiarazione". 
    Tale dichiarazione va compilata solo dall'impresa agricola che ha
i requisiti previsti dall'art. 1 del d.lgs. 99/2004, in base al quale
si considera "imprenditore agricolo professionale (I.A.P.)" colui  il
quale, in possesso di conoscenze e competenze professionali ai  sensi
dell'art. 5 del regolamento (CE) n. 1257/1999 del 17 maggio 1999, del
Consiglio, dedichi alle attivita' agricole di cui all' art. 2135  del
codice civile, direttamente o  in  qualita'  di  socio  di  societa',
almeno il cinquanta per cento del proprio tempo di lavoro complessivo
e che ricavi dalle attivita' medesime almeno il cinquanta  per  cento
del proprio reddito globale da lavoro. Le pensioni  di  ogni  genere,
gli assegni ad esse equiparati, le indennita' e  le  somme  percepite
per l'espletamento di cariche pubbliche, ovvero  in  associazioni  ed
altri enti operanti nel settore agricolo, sono  escluse  dal  computo
del reddito globale da lavoro. Nel caso delle societa' di  persone  e
cooperative, ivi incluse le cooperative di lavoro, l'attivita' svolta
dai soci nella societa', in presenza dei requisiti  di  conoscenze  e
competenze professionali, tempo lavoro e  reddito  di  cui  al  primo
periodo, e' idonea a  far  acquisire  ai  medesimi  la  qualifica  di
imprenditore agricolo professionale e al riconoscimento dei requisiti
per i soci lavoratori. Nel caso di societa' di capitali,  l'attivita'
svolta dagli amministratori nella societa', in presenza dei  predetti
requisiti di conoscenze e competenze professionali,  tempo  lavoro  e
reddito, e' idonea a far  acquisire  ai  medesimi  amministratori  la
qualifica di imprenditore agricolo professionale. Per  l'imprenditore
che operi nelle zone svantaggiate  di  cui  all'art.  17  del  citato
regolamento (CE) n. 1257/1999, i requisiti di cui al  presente  comma
sono ridotti al venticinque per cento. 
    Ai sensi dell'art. 1 del d.lgs. 99/2004, le societa' di  persone,
cooperative e di capitali, anche a scopo consortile, sono considerate
imprenditori agricoli professionali qualora lo statuto preveda  quale
oggetto sociale l'esercizio esclusivo delle attivita' agricole di cui
all'art. 2135 del codice civile e  siano  in  possesso  dei  seguenti
requisiti: 
      a) nel caso di societa' di persone qualora almeno un socio  sia
in possesso della qualifica di imprenditore  agricolo  professionale.
Per le societa' in accomandita la  qualifica  si  riferisce  ai  soci
accomandatari; 
      b) nel caso di  societa'  di  capitali  o  cooperative,  quando
almeno  un  amministratore  che  sia  anche  socio  per  le  societa'
cooperative sia in possesso della qualifica di imprenditore  agricolo
professionale. 
    La qualifica di imprenditore agricolo professionale  puo'  essere
apportata  da  parte  dell'amministratore  ad  una   sola   societa'.
Qualunque riferimento  nella  legislazione  vigente  all'imprenditore
agricolo a titolo principale  si  intende  riferito  all'imprenditore
agricolo professionale. La ragione sociale o la denominazione sociale
delle societa' che hanno quale oggetto sociale l'esercizio  esclusivo
delle attivita'  di  cui  all'  art.  2135  del  codice  civile  deve
contenere l'indicazione di societa' agricola. 
    Le societa' costituite alla data di entrata in vigore del  d.lgs.
99/2004, che abbiano i requisiti dell'art.  2  dello  stesso  decreto
legislativo,  devono  inserire  nella   ragione   sociale   o   nella
denominazione  sociale  l'indicazione  di  ¬ęsocieta'   agricola¬Ľ   ed
adeguare lo statuto, ove redatto. Le predette societa' sono  esentate
dal pagamento di tributi e diritti dovuti per  l'aggiornamento  della
ragione sociale o denominazione sociale negli atti  catastali  e  nei
pubblici registri immobiliari e per ogni altro adempimento a tal fine
necessario. 
AD/LAVORO PRESTATO  DA  TERZI  E  FAMILIARI  PARTECIPI  ALL'ATTIVITA'
  DELL'IMPRESA 
    Il riquadro deve  essere  compilato  solo  nel  caso  di  impresa
agricola. Deve  essere  indicato  l'eventuale  numero  di  lavoratori
impiegati a  tempo  indeterminato,  nonche'  il  numero  di  giornate
lavorative prestate da parte di lavoratori a tempo determinato. 
    FAMILIARI PARTECIPI ALL'ATTIVITA' DELL'IMPRESA 
    Per quanto riguarda i familiari che  partecipano  direttamente  e
abitualmente all'attivita' dell'impresa (in  base  ad  uno  specifico
rapporto  di  parentela  o  di  affinita'  previsto  dalla  normativa
vigente) devono essere indicati i nominativi con il rispettivo codice
fiscale. 
    Per ciascun nominativo deve essere  altresi'  specificato  se  si
tratta o meno di coltivatore diretto. 
DATA INIZIO ATTIVITA' IMPRESA 
    Riportare la data di inizio della prima attivita' in assoluto per
l'impresa, indipendentemente da dove sia esercitata, ovvero se presso
la sede o presso una diversa localizzazione. 
A4/NUMERO DI ADDETTI DELL'IMPRESA 
    Va  indicato  il  numero  delle  persone  che   prestano   lavoro
complessivamente per tutte le localizzazioni  dell'impresa,  compresa
la sede, distinguendo i lavoratori "dipendenti" (operai, apprendisti,
impiegati, dirigenti, ecc.) e "indipendenti"  (soci,  amministratori,
ecc.). 
    Se si esercita un'attivita' di tipo stagionale, si fa riferimento
alla media stagionale del numero di addetti. 
A5/ISCRIZIONI  IN  ALBI,  RUOLI,  ELENCHI,  REGISTRI  ED   ISCRIZIONI
  ABILITANTI 
    Vanno indicati gli estremi delle iscrizioni dell'impresa in albi,
ruoli, elenchi, registri,  ecc.,  e  le  iscrizioni  abilitanti  (es:
impiantisti,  autoriparatori,   mediatori,   agenti,   spedizionieri,
imprese  di  pulizia),  alle  quali  e'   eventualmente   subordinato
l'esercizio delle attivita' denunciate nei riquadri A2 e AA. 
    Vanno  compilati  i  campi  interessati   riportando   l'Ente   o
l'Autorita' che ha rilasciato l'iscrizione, scegliendolo  tra  quelli
indicati nella "TABELLA ALBI" (ALB),  la  denominazione  dell'albo  o
ruolo o attivita' scegliendola tra  quelle  indicate  nella  "TABELLA
ALBI E RUOLI" (RAL), la data,  il  numero  del  provvedimento  quando
previsto, e la sigla della provincia dell'Ente o Autorita' che lo  ha
rilasciato. 
    Per  le  imprese  che  esercitano  attivita'  di   impiantistica,
autoriparazione, pulizia, va  indicata  la  lettera  della  specifica
abilitazione posseduta. 
    Vanno indicate eventuali altre informazioni sull'attivita',  come
ad  esempio  limitazioni  sulle  lettere  degli  impiantisti  e,  per
l'attivita'   di   autoriparazione,    le    eventuali    limitazioni
dell'abilitazione connesse  al  periodo  transitorio  previsto  dalla
legge 224/2012 e dalla correlata  circolare  ministeriale  n.  3659/C
dell'11/03/2013. 
    IMPRESE DI PULIZIA E DI FACCHINAGGIO 
    I campi  "fascia  di  classificazione"  e  "data  denuncia"  sono
riservati alle sole imprese di pulizia che hanno  presentato  istanza
di iscrizione nelle fasce di classificazione  per  volume  di  affari
previste  dall'art.  3  del  D.M.  7  luglio  1997,  n.  274  tramite
l'apposito modulo di dichiarazione di cui all'Allegato A al  predetto
decreto,  nonche'  alle  sole  imprese  di  facchinaggio  che   hanno
presentato istanza di iscrizione nelle fasce di  classificazione  per
volume d'affari secondo  le  prescrizioni  dell'art.  8  del  decreto
interministeriale 30 giugno 2003, n. 221.  Per  la  compilazione  dei
suddetti campi  si  utilizzano  i  codici  presenti  nella  specifica
tabella. 
    Per le  imprese  esercenti  attivita'  di  mediazione,  agente  e
rappresentante di commercio, spedizioniere, mediazione marittima,  va
compilato il campo "lettera" con il codice  relativo  alla  specifica
abilitazione posseduta. I prodotti e servizi trattati vanno riportati
nel riquadro dell'attivita'  prevalente  esercitata  dall'impresa  ed
eventualmente nell'attivita' esercitata nella sede. 
    Si  ricorda  che  per  gli  adempimenti  relativi  alle  suddette
attivita' va compilata anche l'apposita modulistica (moduli da C32  a
C39 della tabella DOC) da allegare, con lo  specifico  formato,  alla
pratica di Comunicazione Unica. 
A6/LICENZE O AUTORIZZAZIONI 
    Vanno  indicati  gli  estremi  delle  licenze  o   autorizzazioni
rilasciate all'impresa, alle quali e' subordinato  l'esercizio  delle
attivita' denunciate nei riquadri A2 e AA. 
    Vanno  compilati  i  campi  interessati   riportando   l'Ente   o
l'Autorita' che  ha  rilasciato  la  licenza  o  autorizzazione  (es.
Comune) scegliendolo tra quelli indicati nella "TABELLA ENTI LICENZA"
(LIC),  la  denominazione  scegliendola  tra  quelle  indicate  nella
"TABELLA DENOMINAZIONI LICENZA" (LDN),  la  data  ed  il  numero  del
provvedimento. 
A7/SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' 
    Il presente riquadro va compilato nei casi previsti dall'art.  19
legge n. 241/1990. 
    Va indicata la data di presentazione della segnalazione di cui al
comma 1 del citato art. 19. 
    Va indicata, inoltre, l'amministrazione cui e'  stata  presentata
la predetta segnalazione,  scegliendola  tra  quelle  indicate  nella
"TABELLA ENTI LICENZA" (LIC). 
AC/COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA (D.LGS. 114/1998) 
    Nel primo campo  va  indicata  la  data  di  presentazione  della
dichiarazione di apertura dell'esercizio commerciale.  Vanno  inoltre
indicati i metri quadrati costituenti la superficie di vendita  e  la
sigla corrispondente al settore merceologico trattato,  da  scegliere
tra  quelle  riportate  nella  tabella  (A  =  alimentare;  N  =  non
alimentare; T = alimentare/non alimentare). 
AL/IMPRESA SOCIALE (D.LGS. 155/2006) 
    Il riquadro va utilizzato  per  richiedere  l'iscrizione  con  la
qualifica di impresa sociale nell'apposita sezione del registro delle
imprese. 
    Oltre alla data vanno indicati  i  beni  e  servizi  di  utilita'
sociale prodotti o scambiati nei settori previsti. 
    In  aggiunta  o  in  alternativa   all'esercizio   dell'attivita'
d'impresa nei settori di cui sopra, al fine di acquisire la qualifica
di impresa sociale per  l'inserimento  lavorativo  dei  soggetti  che
siano  lavoratori  svantaggiati,  e/o  lavoratori   disabili,   vanno
indicate le relative numerosita' (in misura non inferiore  al  trenta
per cento dei lavoratori impiegati a qualunque titolo nell'impresa). 
    Vanno inoltre indicati i codici di attivita'  economiche  secondo
la  classificazione  ICNPO,   raccordata   con   la   classificazione
NACE-Ateco. 
SEZIONE B: MODIFICA DELL'ATTIVITA' 
B1/VARIAZIONE DI INSEGNA DELLA SEDE 
    Va indicata la data in cui la variazione e' avvenuta. 
    Va barrata la casella relativa per indicare se presso la sede  e'
stata eliminata ogni insegna precedentemente denunciata o se e' stata
assunta una nuova od una prima insegna. In questo  secondo  caso,  la
nuova o prima insegna va indicata solo se identificativa del locale e
significativa, cioe' diversa  dalla  denominazione  o  dalla  ragione
sociale   dell'impresa   e   non   generica   (come,   ad    esempio,
"supermercato", "ristorante", "sede centrale", ecc.) 
B2/VARIAZIONI DI ATTIVITA' NELLA SEDE 
    Per ogni variazione, nel primo campo va indicata la data  in  cui
la modifica si e' verificata. 
    Qualora intervenga una modifica dell'attivita' esercitata (inizio
di una nuova attivita', sospensione totale o  parziale  di  attivita'
precedentemente denunciata, ripresa totale o  parziale  di  attivita'
precedentemente  denunciata,   cessazione   parziale   di   attivita'
precedentemente denunciata), dovra'  essere  integralmente  riportata
l'attivita' oggetto della variazione. 
    A seguito delle suddette modifiche, va riportata integralmente la
descrizione dell'attivita' risultante. 
    Nella denuncia dell'attivita' svolta vanno rispettati  i  criteri
gia' indicati al riquadro A2. 
    Si  vedano  anche  le  indicazioni  riportate  nelle   ISTRUZIONI
GENERALI PER LA COMPILAZIONE E PRESENTAZIONE DEI MODULI al  paragrafo
11 
    Il riquadro B2 puo' essere compilato anche in piu' di  una  delle
sue parti, denunciando  contestualmente,  per  esempio,  l'inizio  di
un'attivita' non  agricola  nella  sede  e  la  cessazione  di  parte
dell'attivita' gia' esercitata nella sede. 
    Per gli enti pubblici economici e per le  associazioni  esercenti
attivita' economica in via prevalente la cessazione di ogni attivita'
comporta, oltre alla cancellazione dell'attivita' dal  R.E.A.,  anche
la cancellazione dal R.I., che va richiesta con il modulo S3. 
BA/ATTIVITA' AGRICOLA DELL'IMPRESA 
    Va indicata la data in cui la variazione e' avvenuta. 
    Va riportata la descrizione integrale  risultante  dell'attivita'
agricola dell'impresa a seguito delle modifiche intervenute. 
    Nella denuncia dell'attivita' svolta vanno rispettati  i  criteri
gia' indicati al riquadro AA. 
    Si  vedano  anche  le  indicazioni  riportate  nelle   ISTRUZIONI
GENERALI PER LA COMPILAZIONE E PRESENTAZIONE DEI MODULI al  paragrafo
11 
BC/ATTIVITA' PREVALENTE DELL'IMPRESA 
    Questo riquadro va  compilato  se,  a  seguito  delle  variazioni
indicate nei quadri B2 o BA di questo  modulo  S5  oppure  di  quelle
indicate ai quadri A4 o C4 del  modulo  UL,  e'  variata  l'attivita'
prevalente esercitata dalla societa' o altro soggetto, sia presso  la
sede  che  presso  eventuali  localizzazioni,   rispetto   a   quella
precedentemente denunciata. 
    Per l'individuazione dell'attivita' prevalente si avra'  riguardo
in via generale al criterio del volume d'affari. 
    Deve essere indicata la nuova attivita' attualmente prevalente (e
una   soltanto)   fra   tutte   quelle   effettivamente    esercitate
dall'impresa, nonche' la data in cui la variazione e' avvenuta. 
    Si  vedano  anche  le  indicazioni  riportate  nelle   ISTRUZIONI
GENERALI PER LA COMPILAZIONE E PRESENTAZIONE DEI MODULI al  paragrafo
11. 
    E'  possibile  dichiarare  le  categorie  di  opere  generali   e
specializzate  rientranti  tra  le  attivita',  prodotti  e   servizi
dell'impresa, cosi' come  classificate  per  l'esecuzione  di  lavori
pubblici. 
BB/DICHIARAZIONE DI IMPRENDITORE AGRICOLO 
    Nel caso  di  semplice  richiesta  di  iscrizione  nella  sezione
speciale  con  la  qualifica  di  Imprenditore  Agricolo,   si   deve
esclusivamente spuntare il campo relativo. 
    In questo caso specifico l'istanza  e'  soggetta  all'imposta  di
bollo, salvo che il presente modulo non sia allegato ad altro  modulo
che gia' sconta l'imposta di bollo. 
    Solo  nel  caso  di  dichiarazione  di   "IMPRENDITORE   AGRICOLO
PROFESSIONALE" (I.A.P.) deve essere compilato anche  il  campo  "data
dichiarazione". 
    Si vedano le indicazioni riportate al riquadro AB. 
BD/VARIAZIONI DI LAVORO  PRESTATO  DA  TERZI  E  FAMILIARI  PARTECIPI
  ALL'ATTIVITA' DELL'IMPRESA 
    Il riquadro deve  essere  compilato  solo  nel  caso  di  impresa
agricola,  se  vi  sono  state  variazioni  relative  al  numero  dei
lavoratori impiegati a  tempo  indeterminato  oppure  nel  numero  di
giornate  lavorative  prestate  da  parte  di  lavoratori   a   tempo
determinato o per quanto concerne i familiari partecipi all'attivita'
dell'impresa. 
    FAMILIARI PARTECIPI ALL'ATTIVITA' DELL'IMPRESA 
    Per quanto riguarda i familiari che  partecipano  direttamente  e
abitualmente all'attivita' dell'impresa (in  base  ad  uno  specifico
rapporto  di  parentela  o  di  affinita'  previsto  dalla  normativa
vigente) devono essere indicati i nominativi con il rispettivo codice
fiscale. 
    Per ciascun nominativo deve essere  altresi'  specificato  se  si
tratta o meno di coltivatore diretto. 
B10/NUMERO DI ADDETTI DELL'IMPRESA 
    Va  indicato  il  numero  delle  persone  che   prestano   lavoro
complessivamente per tutte le localizzazioni  dell'impresa,  compresa
la sede  legale,  distinguendo  i  lavoratori  "dipendenti"  (operai,
apprendisti, impiegati,  dirigenti,  ecc.)  e  "indipendenti"  (soci,
amministratori, ecc.), ove detto numero risulti  variato  rispetto  a
precedenti denunce. 
    Se si esercita un'attivita' di tipo stagionale, si fa riferimento
alla media stagionale del numero di addetti. 
    L'ufficio   R.I.   acquisisce   periodicamente   dall'INPS   tali
informazioni,  tuttavia  l'impresa  puo'   aggiornarle   direttamente
tramite il  presente  riquadro,  indicando  la  data  alla  quale  si
riferiscono. In tal caso non trova applicazione la corrente normativa
REA e le connesse, eventuali sanzioni, ad esempio per  ritardo  nella
comunicazione rispetto alla data dell'evento. 
B4/ISCRIZIONI  IN  ALBI,  RUOLI,  ELENCHI,  REGISTRI  ED   ISCRIZIONI
  ABILITANTI 
    Va indicata la data in cui la variazione e' avvenuta. 
    Vanno indicati gli estremi delle iscrizioni dell'impresa in albi,
ruoli, elenchi, registri,  ecc.,  e  le  iscrizioni  abilitanti  (es:
impiantisti,  autoriparatori,   mediatori,   agenti,   spedizionieri,
imprese  di  pulizia),  alle  quali  e'   eventualmente   subordinato
l'esercizio delle attivita' denunciate nei riquadri B2 e BA. 
    Vanno  compilati  i  campi  interessati   riportando   l'Ente   o
l'Autorita' che ha rilasciato l'iscrizione, scegliendolo  tra  quelli
indicati nella "TABELLA ALBI" (ALB),  la  denominazione  dell'albo  o
ruolo o attivita' scegliendola tra  quelle  indicate  nella  "TABELLA
ALBI E RUOLI" (RAL), la data,  il  numero  del  provvedimento  quando
previsto, e la sigla della provincia dell'Ente o Autorita' che lo  ha
rilasciato. 
    Per  le  imprese  che  esercitano  attivita'  di   impiantistica,
autoriparazione, pulizia, va  indicata  la  lettera  della  specifica
abilitazione posseduta. 
    Vanno indicate eventuali altre informazioni sull'attivita',  come
ad  esempio  limitazioni  sulle  lettere  degli  impiantisti  e,  per
l'attivita'   di   autoriparazione,    le    eventuali    limitazioni
dell'abilitazione connesse  al  periodo  transitorio  previsto  dalla
legge 224/2012 e dalla correlata  circolare  ministeriale  n.  3659/C
dell'11/03/2013. 
    IMPRESE DI PULIZIA E FACCHINAGGIO 
    Si vedano le indicazioni riportate al riquadro A5. 
    Per le  imprese  esercenti  attivita'  di  mediazione,  agente  e
rappresentante di commercio, spedizioniere, mediazione marittima,  va
compilato il campo "lettera" con il codice  relativo  alla  specifica
abilitazione posseduta. I prodotti e servizi trattati vanno riportati
nel riquadro dell'attivita'  prevalente  esercitata  dall'impresa  ed
eventualmente nell'attivita' esercitata nella sede. 
    Si  ricorda  che  per  gli  adempimenti  relativi  alle  suddette
attivita' va compilata anche l'apposita modulistica (moduli da C32  a
C39 della tabella DOC) da allegare, con lo  specifico  formato,  alla
pratica di Comunicazione Unica. 
B5/LICENZE O AUTORIZZAZIONI 
    Va indicata la data in cui la variazione e' avvenuta. 
    Vanno  indicati  gli  estremi  delle  licenze  o   autorizzazioni
rilasciate all'impresa, alle quali e' subordinato  l'esercizio  delle
attivita' denunciate nei quadri B2 e BA. 
    Vanno  compilati  i  campi  interessati,  riportando   l'Ente   o
l'Autorita' che  ha  rilasciato  la  licenza  o  autorizzazione  (es.
Comune) scegliendolo tra quelli indicati nella "TABELLA ENTI LICENZA"
(LIC),  la  denominazione  scegliendola  tra  quelle  indicate  nella
"TABELLA DENOMINAZIONI LICENZA" (LDN),  la  data  ed  il  numero  del
provvedimento. 
B6/SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' 
    Il presente riquadro va compilato nei casi previsti dall'art.  19
legge n. 241/1990. 
    Va indicata la data di presentazione della segnalazione di cui al
comma 1 del citato art. 19. 
    Va indicata, inoltre, l'amministrazione cui e'  stata  presentata
la predetta segnalazione,  scegliendola  tra  quelle  indicate  nella
"TABELLA ENTI LICENZA" (LIC). 
B9/COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA (D.LGS. 114/1998) 
    Deve essere indicata la data di presentazione della dichiarazione
di apertura dell'esercizio  commerciale.  Vanno  inoltre  indicati  i
metri quadrati costituenti  la  superficie  di  vendita  e  la  sigla
corrispondente al settore merceologico  trattato,  da  scegliere  tra
quelle riportate nella tabella (A = alimentare; N = non alimentare; T
= alimentare/non alimentare). 
BL/IMPRESA SOCIALE (D.LGS. 155/2006) 
    Il riquadro  va  utilizzato  per  richiedere  l'iscrizione  o  la
cancellazione con  la  qualifica  di  impresa  sociale  nell'apposita
sezione del registro delle imprese, o per la modifica dei  dati  gia'
dichiarati. 
    Al fine della richiesta di  iscrizione,  oltre  alla  data  vanno
indicati i beni e servizi di utilita' sociale  prodotti  o  scambiati
nei settori previsti. 
    In  aggiunta  o  in  alternativa   all'esercizio   dell'attivita'
d'impresa nei settori di cui sopra, al fine di acquisire la qualifica
di impresa sociale per  l'inserimento  lavorativo  dei  soggetti  che
siano  lavoratori  svantaggiati,  e/o  lavoratori   disabili,   vanno
indicate le relative numerosita' (in misura non inferiore  al  trenta
per cento dei lavoratori impiegati a qualunque titolo nell'impresa). 
    Vanno inoltre indicati i codici di attivita'  economiche  secondo
la  classificazione  ICNPO,   raccordata   con   la   classificazione
NACE-Ateco. 
C3/CANCELLAZIONE  DALLA  SEZIONE  SPECIALE   QUALIFICA   IMPRENDITORI
  AGRICOLI 
    Il riquadro va compilato dalle  societa'  o  altri  soggetti  che
intendono  cancellarsi  quali  imprenditori  agricoli  dalla  sezione
speciale in quanto hanno cessato o ceduto tutta l'attivita' agricola. 
    • La prima casella va barrata se il motivo della cancellazione e'
la cessazione di ogni attivita' agricola. 
    • La seconda casella va barrata se il motivo della  cancellazione
e' invece costituito dalla cessione dell'intero  complesso  aziendale
ad altro soggetto (a seguito di vendita, affitto, ecc.). 
    • La terza casella va barrata se il motivo della cancellazione e'
dovuto ad una causa diversa da quelle sopra indicate. 
    In tutti i casi va indicata la  data  in  cui  la  variazione  e'
avvenuta e  specificata  la  "causale  cessazione"  scegliendola  tra
quelle indicate nella "TABELLA CAUSALI DI CESSAZIONE" (CRD). 
FIRMA 
    Il  modulo  va  sottoscritto  dal  soggetto  obbligato  alla  sua
presentazione   (amministratore,   socio,   rappresentante    legale,
institore, ecc.). Si veda anche il punto 2 delle ISTRUZIONI  GENERALI
PER LA COMPILAZIONE E PRESENTAZIONE DEI MODULI.