(Allegato-art. 15 )
                               Art. 15 
                      Criteri di aggiudicazione 
 
1. Gli acquisti dei beni e dei servizi specificatamente indicati  nel
presente Regolamento sono  conclusi  in  base  ad  uno  dei  seguenti
criteri: 
   a)  al  prezzo  piu'  basso,  qualora  la  fornitura  dei  beni  o
l'espletamento  dei  servizi  oggetto  del  contratto  debba   essere
conforme ad  appositi  capitolati  tecnici  ovvero  alle  dettagliate
descrizioni contenute nell'invito; 
   b)  a  favore  dell'offerta   economicamente   piu'   vantaggiosa,
valutabile in base ad elementi diversi,  variabili  a  seconda  della
natura della prestazione, quali ad esempio il prezzo, il  termine  di
esecuzione o di  consegna,  i  termini  di  pagamento,  il  costo  di
utilizzazione, il rendimento, la qualita', il  carattere  estetico  e
funzionale, il valore tecnico, il servizio successivo  alla  vendita,
l'assistenza tecnica, l'impegno in materia di pezzi di  ricambio,  la
sicurezza di approvvigionamento, etc.. In tal  caso,  i  criteri  che
saranno applicati  per  l'aggiudicazione  della  gara  devono  essere
menzionati nella lettera di invito. 
2. Quando l'aggiudicazione avviene con il criterio  del  prezzo  piu'
basso, l'esame e la scelta delle offerte sono effettuati,  in  seduta
pubblica, dal RUP o da un suo delegato coadiuvato, ove necessario, da
uno o piu' tecnici competenti in relazione alla tipologia di  bene  o
servizio da acquisire. 
3. Quando  l'aggiudicazione  avviene  con  il  criterio  dell'offerta
economicamente piu' vantaggiosa,  la  valutazione  delle  offerte  e'
demandata  ad  una  commissione  giudicatrice,  designata  ai   sensi
dell'art. 84 del codice dei contratti pubblici, che opera secondo  le
disposizioni contenute nel D.P.R. n. 207/2010. La commissione procede
in seduta pubblica alle operazioni di verifica e riscontro dei plichi
contenenti la documentazione amministrativa e  le  offerte  tecniche,
mentre la fase di valutazione delle suddette  offerte  si  svolge  in
forma riservata.  Successivamente,  in  seduta  pubblica,  la  stessa
commissione da' lettura dei punteggi attribuiti alle offerte tecniche
e procede all'apertura e lettura delle offerte economiche.  Per  ogni
seduta la commissione trascrive le  operazioni  effettuate  redigendo
apposito verbale sottoscritto dal Presidente e da tutti i commissari. 
4. Le attivita' svolte  dal  RUP  saranno  sintetizzate  in  apposita
relazione contenente almeno le seguenti informazioni: 
   a) il  nome  e  l'indirizzo  dell'amministrazione  aggiudicatrice,
l'oggetto e il valore dell'atto di cottimo fiduciario: 
   b) i nomi dei candidati o degli offerenti presi in  considerazione
e i motivi della scelta; 
   c) i nomi dei candidati o  degli  offerenti  esclusi  e  i  motivi
dell'esclusione; 
   d) il nome del cottimista e la giustificazione della scelta  della
sua offerta; 
   e) se del caso, le ragioni che  hanno  indotto  l'Istituto  a  non
procedere alla acquisizione del bene o del servizio. 
5. Il RUP esclude l'offerta che, in  base  all'esame  degli  elementi
forniti, risulti nel suo complesso inaffidabile. 
6. L'accertamento della congruita' dei prezzi offerti  e'  effettuata
tramite indagine di mercato ovvero avvalendosi dei cataloghi di  beni
e servizi pubblicati sul mercato elettronico di cui all'art. 328  del
D.P.R. n. 207/2010.