Art. 2.
                   Prestazioni di lavoro all'estero
  1. Le informazioni di cui all'articolo  1, comma 1, sono fornite al
lavoratore  invitato   a  svolgere  la  sua   prestazione  lavorativa
all'estero  per un  periodo superiore  a trenta  giorni, prima  della
partenza  e comunque  non oltre  la scadenza  del termine  di cui  al
predetto comma, insieme alle seguenti ulteriori informazioni:
    a) la durata del lavoro da effettuare all'estero;
    b) la valuta in cui verra' corrisposta la retribuzione;
  c)  gli eventuali  vantaggi in  danaro o  in natura  collegati allo
svolgimento della prestazione lavorativa all'estero;
  d) le eventuali condizioni del rimpatrio del lavoratore.
  2.  L'informazione relativa  alle indicazioni  di cui  al comma  1,
lettere b)  e c), puo'  essere effettuata mediante rinvio  alle norme
del contratto collettivo applicato al lavoratore.