Art. 22
                      ((Omissioni ingannevoli))

  ((1.  E'  considerata ingannevole una pratica commerciale che nella
fattispecie  concreta,  tenuto  conto  di  tutte le caratteristiche e
circostanze  del  caso, nonche' dei limiti del mezzo di comunicazione
impiegato,  omette informazioni rilevanti di cui il consumatore medio
ha bisogno in tale contesto per prendere una decisione consapevole di
natura  commerciale  e  induce  o e' idonea ad indurre in tal modo il
consumatore medio ad assumere una decisione di natura commerciale che
non avrebbe altrimenti preso.
  2.  Una  pratica  commerciale  e' altresi' considerata un'omissione
ingannevole  quando  un  professionista  occulta  o  presenta in modo
oscuro,  incomprensibile,  ambiguo  o  intempestivo  le  informazioni
rilevanti  di  cui  al comma 1, tenendo conto degli aspetti di cui al
detto  comma, o non indica l'intento commerciale della pratica stessa
qualora  questi  non  risultino  gia'  evidente  dal contesto nonche'
quando, nell'uno o nell'altro caso, cio' induce o e' idoneo a indurre
il  consumatore medio ad assumere una decisione di natura commerciale
che non avrebbe altrimenti preso.
  3.  Qualora  il  mezzo  di  comunicazione  impiegato per la pratica
commerciale  imponga restrizioni in termini di spazio o di tempo, nel
decidere se vi sia stata un'omissione di informazioni, si tiene conto
di   dette   restrizioni   e   di   qualunque   misura  adottata  dal
professionista per rendere disponibili le informazioni ai consumatori
con altri mezzi.
  4.  Nel  caso di un invito all'acquisto sono considerate rilevanti,
ai sensi del comma 1, le informazioni seguenti, qualora non risultino
gia' evidenti dal contesto:
    a)  le caratteristiche principali del prodotto in misura adeguata
al mezzo di comunicazione e al prodotto stesso;
    b)  l'indirizzo geografico e l'identita' del professionista, come
la   sua   denominazione  sociale  e,  ove  questa  informazione  sia
pertinente,  l'indirizzo  geografico e l'identita' del professionista
per conto del quale egli agisce;
    c)  il  prezzo  comprensivo  delle  imposte  o,  se la natura del
prodotto  comporta  l'impossibilita'  di calcolare ragionevolmente il
prezzo  in  anticipo,  le  modalita'  di calcolo del prezzo e, se del
caso,  tutte  le  spese  aggiuntive di spedizione, consegna o postali
oppure,   qualora  tali  spese  non  possano  ragionevolmente  essere
calcolate  in  anticipo, l'indicazione che tali spese potranno essere
addebitate al consumatore;
    d)  le modalita' di pagamento, consegna, esecuzione e trattamento
dei  reclami qualora esse siano difformi dagli obblighi imposti dalla
diligenza professionale;
    e)  l'esistenza  di  un  diritto  di  recesso  o scioglimento del
contratto  per  i prodotti e le operazioni commerciali che comportino
tale diritto.
  5.  Sono  considerati rilevanti, ai sensi del comma 1, gli obblighi
di  informazione,  previsti  dal  diritto  comunitario, connessi alle
comunicazioni    commerciali,    compresa   la   pubblicita'   o   la
commercializzazione del prodotto.))