(Allegato 1-art. 3 )
 
                             Articolo 3 
 
  La  zona  di  produzione  dei  vini  a  denominazione  di   origine
controllata «Bianco di Custoza» o «Custoza» comprende in tutto  o  in
parte i territori dei comuni di Sommacampagna, Villafranca di Verona,
Valeggio sul Mincio, Peschiera del  Garda,  Lazise,  Castelnuovo  del
Garda, Pastrengo, Bussolengo e Sona. Tale zona e'  cosi'  delimitata:
partendo a sud dell'abitato  di  Sommacampagna,  da  contrada  Cesure
(quota 89) la linea  di  delimitazione  segue,  verso  sud-ovest,  il
canale del consorzio di  bonifica  dell'Alto  Agro  Veronese  sino  a
localita' Boscone, innestandosi per breve  tratto  sulla  strada  per
Villafranca fino a  incontrare  e  seguire  la  strada  comunale  che
passando per Pozzo Moretto e Colombara sbocca sulla  strada  comunale
presso Ca' Delia. Segue detta strada, toccando C. Nuova  Pigno  e  le
Grattarole,   sino   all'incrocio   della   strada   provinciale   di
Villafranca-Valeggio e seguendo quest'ultima, arriva  all'abitato  di
Valeggio sul Mincio. Segue quindi verso sud la  strada  comunale  che
porta a Pozzolo  sino  a  localita'  C.  Buse  per  innestarsi  sulla
carreggiabile che  incrocia  il  canale  Seriola  Prevaldesca.  Segue
questo canale verso nord, fino  a  Ponte  Lungo,  e  attraversato  lo
stesso si innesta nel canale Seriosa Serenelli seguendolo verso  sud,
sino a incontrare il confine di  provincia-regione  Mantova-Lombardia
(quota 63). Ritornando verso nord, la linea di delimitazione segue il
confine regionale toccando successivamente  le  localita'  Pignolada,
Staffalonero, Prandina, Stazione di Salionze, Villa, Dolci e  Pontata
dove l'abbandona per seguire, per brevissimo tratto  verso  nord-est,
la strada Broglie-Madonna del Frassino,  sino  in  prossimita'  della
localita' Pignolini e li' attraversa  l'autostrada  Serenissima,  per
inserirsi sulla carrareccia che passa a est di Ca' Gozzetto  toccando
successivamente Ca' Serraglio e passando a ovest di quota 101 termina
a Ca' Berra Nuova (quota 91) sulla riva del  laghetto  del  Frassino.
Segue la  riva  di  detto  laghetto  per  brevissimo  tratto  sino  a
imboccare la  carrareccia  che  passando  per  localita'  Bertoletta,
arriva al casello ferroviario di quota 84. Segue quindi la  ferrovia,
verso est, fino al contiguo casello di quota 84 dove l'abbandona  per
seguire la strada che toccando  Villa  Montresor,  prosegue  fino  ai
Cappuccini, sulla riva del lago di Garda. Dalla localita'  Cappuccini
la linea di delimitazione segue la sponda orientale del lago di Garda
sino  in  prossimita'   del   porto   di   Pacengo   per   inoltrarsi
nell'entroterra seguendo la carrareccia  che,  toccando  quota  93  e
quota 107, passa sotto l'abitato di Pacengo e giunge a localita'  Ca'
Allegri, per seguire la strada comunale di Pacengo sino a C.  Fontana
Fredda. Per  altra  carrareccia,  sale  toccando  quota  122  sino  a
localita' «Le Tende», e da qui,  seguendo  la  strada  Pacengo-Cola',
sino a C. alle Croci. Da C. alle  Croci  la  linea  di  delimitazione
scende  verso  sud-est  seguendo   la   carrareccia   che,   toccando
successivamente quota  118,  113  e  Sarnighe,  incrocia  il  confine
comunale di Lazise-Castelnuovo a quota 112.  Segue,  risalendo  verso
nord, questo confine e successivamente in prossimita' della localita'
Mirandola, il confine comunale Lazise-Pastrengo sino all'incrocio  di
questo con la strada provinciale Verona-Lago  a  ovest  di  localita'
Osteria Vecchia. La linea di delimitazione segue detta  strada  verso
Verona (est) sino in prossimita' dell'abitato di Bussolengo  dove  si
inserisce, nei pressi di quota  130,  sulla  comunale  del  Cristo  e
prosegue  sulla  strada  comunale  di  Palazzolo  sino  a  incontrare
l'autostrada del Brennero nel  punto  in  cui  interseca  il  confine
comunale Bussolengo-Sona. Segue  detto  confine  verso  sud,  sino  a
localita'  Civel  dove  si   inserisce   sulla   strada   provinciale
Bussolengo-Sommacampagna. Segue  detta  strada  sino  all'abitato  di
Sommacampagna che attraversa per inserirsi sulla viabile che porta  a
Custoza sino a localita' Cesure punto di  partenza.  Ad  ovest  della
localita' Broglie e' incluso un  piccolo  territorio  del  comune  di
Peschiera del Garda comprendente il Monte Zecchino, cosi' delimitato:
dalla  carrareccia  a  sud  di  Broglie  (adiacente  alle  ex  scuole
elementari di Broglie)  la  linea  di  delimitazione  prosegue  verso
ovest, per Ca' Boschetti e Ca' Rondinelli per poi seguire il  confine
di provincia-regione toccando successivamente Ca'  Boffei,  Soregone,
Ca' Nuova Bazzoli e la strada che porta all'abitato di Broglie,  sino
a incrociare la carrareccia che ha costituito il punto di partenza.