Art. 8.

  Il  tribunale  che  pronuncia lo scioglimento o la cessazione degli
effetti civili del matrimonio puo' imporre allo obbligato di prestare
idonea  garanzia  reale  o  personale  se esiste il pericolo che egli
possa sottrarsi all'adempimento degli obblighi di cui agli articoli 5
e 6.
  La   sentenza  costituisce  titolo  per  l'iscrizione  dell'ipoteca
giudiziale ai sensi dell'articolo 2818 del codice civile.
  Il  tribunale  puo' ordinare, anche con successivi provvedimenti in
camera  di  consiglio,  che  una  quota dei redditi o dei proventi di
lavoro  dell'obbligato venga versata direttamente agli aventi diritto
alle prestazioni di cui alle norme predette.