(Statuto-art. 8 )
 
                             ARTICOLO 8 
 
 
                 (Funzioni del Direttorio integrato) 
 
  1. Al  Direttorio  integrato  spetta  l'attivita'  di  indirizzo  e
direzione strategica dell'IVASS nonche' la competenza ad assumere gli
atti aventi rilevanza esterna relativi all'esercizio  delle  funzioni
istituzionali  in  materia  di  vigilanza   assicurativa   Rientrano,
altresi', nella competenza del Direttorio integrato: 
  a) l'approvazione della relazione annuale di cui all'art. 1,  comma
4 del presente Statuto; 
  b) il rilascio di pareri, nullaosta e. intese e la formulazione  di
proposte nell'ambito di procedimenti di competenza di altre Autorita'
o amministrazioni pubbliche; 
  c) la deliberazione delle modifiche al presente Statuto; 
  d)   la   costituzione   nonche'   l'individuazione   di   mandato,
composizione e funzionamento di Comitati, Commissioni o  Collegi,  di
cui al, successivo articolo 10; 
  e) l'adozione dei provvedimenti di distacco di personale presso  la
Banca d'Italia o presso altri enti per il migliore perseguimento  dei
fini istituzionali ed il conferimento di  particolari  incarichi  nei
confronti del personale dirigenziale; 
  f)  la  nomina  dei  delegati  presso  l'Autorita'  europea   delle
assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali (AEAP). 
  2. Il Direttorio integrato ha facolta' di  nominare  un  Segretario
generale  con   compiti   attinenti   all'ordinaria   amministrazione
dell'Istituto e di coordinamento di aree operative. 
  3. Nell'ambito delle proprie competenze,  il  Direttorio  integrato
puo' rilasciare deleghe, al  Presidente,  a  singoli  Consiglieri,  a
dipendenti dell'Istituto con qualifica dirigenziale  o  ai  Comitati,
Commissioni o Collegi costituiti ai sensi del comma  1,  lettera  d).
Gli atti di delega ne individuano l'oggetto e stabiliscono i  criteri
per l'esercizio dei poteri. delegati, se  del  caso  fissando  limiti
temporali per il loro esercizio. Le decisioni assunte dai delegati 
  devono essere portate a conoscenza del Direttorio integrato secondo
le modalita' da quest'ultimo determinate. Restano, in ogni  caso,  di
competenza esclusiva del Direttorio integrato le delibere di cui alle
lettere a), c) e f) del  comma  1  e  l'adozione  di  atti  normativi
relativi all'esercizio delle funzioni istituzionali.