Art. 3.
  1.  La  domanda  di  ammissione  alla  contribuzione  dovra' essere
spedita  -  a  mezzo  di  raccomandata con avviso di ricevimento - al
Ministero  del  lavoro e delle politiche sociali - Direzione generale
della tutela delle condizioni di lavoro - Divisione III - via Fornovo
n.  8  -  00192  Roma, entro il termine perentorio di sessanta giorni
dalla  data  di  pubblicazione  del  presente  decreto nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.
  2.  Il  timbro e la data dell'ufficio postale accettante fara' fede
al  fine  dell'accertamento della spedizione della domanda stessa nel
termine sopraindicato.
  3.  Nella  domanda  di  ammissione, redatta sulla base dello schema
esemplificativo   allegato   al   presente  decreto  (Allegato  a)  e
disponibile  sul  sito  Internet  del  Ministero  del  lavoro e delle
politiche sociali all'indirizzo «www.welfare.gov.it», dovranno essere
indicati i seguenti elementi:
    a) denominazione, ragione sociale, codice fiscale e/o partita IVA
della Societa', Ente o persona richiedente;
    b) indirizzo,  codice di avviamento postale, numero di telefono e
di  telefax  della  sede  legale  e  operativa della Societa', Ente o
persona richiedente;
    c) titolo  dello  studio o ricerca proposta e durata prevista, la
quale non potra' essere superiore a ventiquattro mesi;
    d) nome,   cognome   e   titolo   del   responsabile  scientifico
incaricato;
    e) indicazione  della  tematica  oggetto  dello  studio o ricerca
proposta;
    f) costo totale preventivato e contributo richiesto;
    g) numero  di  conto  corrente  bancario  e  relative  coordinate
intestato alla Societa', Ente o persona richiedente;
    h) numero del conto di Tesoreria unica - presso la Banca d'Italia
-  Tesoreria  provinciale  dello  Stato  (obbligatorio  per  gli Enti
possessori).
  4.  La domanda dovra' essere sottoscritta dal legale rappresentante
dell'Ente o Societa' richiedente.
  5.  Dovra' inoltre essere allegata, in cinque copie (di cui quattro
su supporto informatico), la seguente documentazione:
    a) un  dettagliato  progetto  di studio o ricerca che ne illustri
l'oggetto,  la  metodologia,  le  fasi  di  lavoro  e  gli  obiettivi
prefissati;
    b) il  curriculum  del responsabile scientifico con l'indicazione
delle   precedenti  esperienze  nel  settore  oggetto  della  ricerca
proposta;
    c) il curriculum di eventuali collaboratori o consulenti;
    d) l'indicazione dei nominativi del gruppo di ricerca incaricato;
    e) l'indicazione  dei  nominativi  del personale dipendente della
Societa'   o  Ente  richiedente,  con  l'indicazione  delle  mansioni
attribuite nell'ambito dell'attivita' di studio o ricerca;
    f) l'indicazione  delle  precedenti  esperienze  della Societa' o
Ente proponente nel settore oggetto della ricerca;
    g) un dettagliato preventivo di spesa.
  6.  Il  preventivo  di  spesa  dovra' essere redatto sulla base dei
sottoindicati criteri:
    a) le  spese  preventivate  dovranno  essere  indicate  al  lordo
dell'aliquota IVA, qualora non recuperabile dal soggetto proponente;
    b) dovra' essere indicata ogni singola voce del costo complessivo
dello  studio  o  ricerca  proposta,  con l'indicazione delle somme a
carico del contributo richiesto;
    c) e'   possibile   imputare   la   quota  parte  dei  costi  per
l'acquisizione - mediante noleggio, leasing o imputazione delle quote
di  ammortamento  riferite  al  periodo di svolgimento dello studio o
ricerca  proposta  -  delle  attrezzature  scientifiche  e  dei  beni
strumentali  per  una quota del contributo richiesto non superiore al
30%; il periodo di ammortamento delle attrezzature scientifiche e dei
beni  strumentali  non potra' essere uguale o inferiore al periodo di
svolgimento dello studio o ricerca proposta;
    d) e'  possibile  imputare  i costi di «gestione e funzionamento»
della  struttura  del soggetto proponente per una quota non superiore
al 5% del contributo richiesto.
  7. Sono esclusi dal preventivo di spesa le seguenti voci:
    a) spese   relative   alla   «manutenzione  straordinaria»  della
struttura del soggetto proponente;
    b) spese di rappresentanza;
    c) spese per l'effettuazione di convegni e seminari;
    d) i  maggiori  costi  derivanti  da  ritardi  nella  conclusione
dell'attivita' di studio o ricerca.