Art. 2. 
 
  Il nome "pelliccia", i termini che ne derivano o loro sinonimi sono
riservati  unicamente  alle  spoglie  di  animali  sottoposte  ad  un
trattamento di  concia  o  impregnate  in  modo  tale  da  conservare
inalterata la struttura naturale delle fibre,  o  agli  articoli  con
esse fabbricati.