Art. 5. 
 
  Chiunque violi le disposizioni della presente legge e'  punito  con
l'ammenda  da  lire  20.000  a  lire  500.000,  salvo  che  il  fatto
costituisca reato piu' grave. 
 
  La presente legge, munita del sigillo dello  Stato,  sara'  inserta
nella Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato. 
 
  Data a Roma, addi' 16 dicembre 1966 
 
                               SARAGAT 
 
                                             MORO - ANDREOTTI - REALE 
                                           - PRETI - RESTIVO - TOLLOY 
 
Visto, il Guardasigilli: REALE