Art. 3.
  Fatti  salvi  gli  atti  di  indirizzo  politico  e  amministrativo
previsti dall'art. 3, primo comma, del decreto legislativo  n.  29/93
indicato  nelle  premesse,  che  sono  riservati  alla competenza del
Ministro, sono delegati alla firma del Sottosegretario di Stato  sen.
dott.  Michele  Sellitti  gli  atti  che  non siano stati delegati ai
dirigenti ai sensi dell'art. 14  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 30 giugno 1972, n. 748 riguardanti:
  Direzione generale degli affari generali e del personale: tutti gli
atti,  fatta  eccezione  per quelli riguardanti la composizione delle
commissioni d'esame, nonche' per quelli  da  adottare  a  seguito  di
parere del Consiglio di amministrazione della marina mercantile.
  Direzione generale del naviglio: tutti gli atti.
  Direzione generale del lavoro marittimo e portuale: tutti gli atti,
con  esclusione  dei  provvedimenti  di  scioglimento  di  organi  di
amministrazione  degli  enti  sottoposti  a  vigilanza,  nonche'   di
consigli  e  commissioni  di  lavoro  portuale  ed eventuali relative
nomine di commissari straordinari.
  Direzione generale del demanio marittimo e  dei  porti:  tutti  gli
atti   fatta  eccezione  per  i  decreti  interministeriali  relativi
all'installazione di impianti e manufatti sul demanio marittimo,  gli
atti  di  politica  e programmazione portuale e quelli di concerto in
materia  con  il   Ministero   dei   lavori   pubblici,   i   decreti
interministeriali di classificazione dei porti marittimi, le proposte
di  nomina  dei  presidenti  degli  enti  e delle aziende portuali, i
decreti di scioglimento degli organi ordinari degli enti e di  nomina
dei commissari straordinari.
  Direzione generale della pesca marittima: tutti gli atti.
  Ispettorato tecnico: tutti gli atti.