Art. 3.
                        Criteri di priorita'
  1. Nell'attivita' di cui all'articolo  2  e'  data  priorita'  alle
fattispecie  di  rilevante interesse generale e, fra queste ultime, a
quelle per le quali sia in atto o vi  sia  il  rischio  di  un  vasto
contenzioso.