Art. 4.
  1. Nei comuni che non hanno gia' provveduto alla data di entrata in
vigore del presente decreto alla  verifica degli impianti, i titolari
di  una  o  piu'  autorizzazioni di  impianti  di  distribuzione  dei
carburanti possono  presentare, entro  novanta giorni  dalla suddetta
data, sulla base  di proprie valutazioni, anche  di natura economica,
un programma di  chiusura e smantellamento degli  impianti, ovvero di
adeguamento  alla normativa  vigente  da  effettuarsi nei  successivi
diciotto  mesi  per gli  impianti  situati  nei comuni  capoluogo  di
provincia o nei successivi ventiquattro mesi per quelli situati negli
altri comuni.
  2.  I soggetti  di  cui  al comma  1  possono  avvalersi di  quanto
previsto  dall'articolo  3,  comma  3,  del  decreto  legislativo  11
febbraio 1998, n. 32.
 
          Nota all'art. 4:
           -  Il  testo  dell'art.  3,  comma  3,  del citato decreto
          legislativo 11 febbraio 1998, n. 32, e' il seguente:
           "3. I soggetti  di  cui  al  comma  2  che  presentano  il
          programma  previsto  dal  medesimo comma possono installare
          nuovi  impianti,  o  potenziare  quelli   esistenti,   alle
          condizioni  di cui al comma 1 del presente articolo, previa
          effettuazione delle chiusure programmate".