Art. 2 
 
                               Risorse 
 
  1. Le risorse complessivamente afferenti al Fondo nazionale per  le
politiche sociali per l'annualita' 2017, ammontanti a € 77.802.949,94
sono ripartite secondo il seguente schema per gli importi indicati: 
 
     +-----------------------------+---------------------------+
     |a) Somme destinate alle      |                           |
     |regioni                      |            € 64.963.236,94|
     +-----------------------------+---------------------------+
     |b) Somme attribuite al       |                           |
     |Ministero del lavoro e delle |                           |
     |politiche sociali, per gli   |                           |
     |interventi a carico del      |                           |
     |Ministero e la copertura     |                           |
     |degli oneri di funzionamento |                           |
     |finalizzati al raggiungimento|                           |
     |degli obiettivi istituzionali|            € 12.839.713,00|
     +-----------------------------+---------------------------+
     | Totale                      |            € 77.802.949,94|
     +-----------------------------+---------------------------+
 
   2. Le risorse per l'annualita' 2017 destinate alle regioni per  le
finalita' di cui all'art. 20, comma 8, della legge n. 328  del  2000,
nonche' finalizzate a permettere  una  adeguata  implementazione  del
reddito di inclusione (ReI) e a garantirne la tempestiva operativita'
mediante un rafforzamento dei servizi sociali  territoriali,  inclusi
quelli di contrasto alla  poverta'  e  all'esclusione  sociale,  sono
complessivamente  pari  a  €  276.963.236,94  e   individuate   dalle
seguenti: 
 
       +-----------------------+-----------------------------+
       |a) le risorse di cui al|                             |
       |comma 1, lettera a)    |              € 64.963.236,94|
       +-----------------------+-----------------------------+
       |b) le risorse di cui   |                             |
       |all'art. 7, comma 8,   |                             |
       |del decreto legislativo|                             |
       |15 settembre 2017, n.  |                             |
       |147                    |             € 212.000.000,00|
       +-----------------------+-----------------------------+
       | Totale                |             € 276.963.236,94|
       +-----------------------+-----------------------------+
 
  3. Nelle more dell'adozione del Piano sociale nazionale, i  criteri
utilizzati per il riparto  per  l'anno  2017  delle  risorse  di  cui
all'art. 2, comma 2, sono basati sugli indicatori utilizzati  per  il
riparto 2016, di cui alla Tabella 2, del  decreto  del  Ministro  del
lavoro e delle politiche, di concerto con il Ministro dell'economia e
delle finanze, 10 ottobre 2016. Le quote percentuali  di  riparto  in
tal modo individuate sono riportate nella colonna A della  Tabella  2
del presente decreto. 
  4.  Il  riparto  generale  riassuntivo  delle  risorse  finanziarie
complessive afferenti al Fondo nazionale per le politiche sociali per
l'annualita' 2017, di cui al  comma  1,  e'  riportato  nell'allegata
Tabella 1, che costituisce parte integrante del presente decreto.  Il
riparto delle risorse destinate alle regioni per  l'annualita'  2017,
di cui al comma 2, e' ottenuto secondo i criteri di cui al comma 3  e
riportato nell'allegata Tabella 2, che costituisce  parte  integrante
del presente decreto. 
  5. Ulteriori risorse derivanti da provvedimenti di incremento dello
stanziamento sul capitolo di spesa 3671 «Fondo da  ripartire  per  le
politiche sociali», saranno ripartite fra le Regioni  con  le  stesse
modalita' e criteri di cui al presente decreto  come  da  Tabella  2,
colonna A. 
  6. Le eventuali risorse riversate all'entrata  del  bilancio  dello
Stato per la successiva riassegnazione  al  Fondo  nazionale  per  le
politiche sociali, quali le somme ai sensi dell'art. 1,  comma  1286,
della legge 27 dicembre  2006,  n.  296,  saranno  ripartite  fra  le
regioni con le medesime  modalita'  e  criteri  di  cui  al  presente
decreto come da Tabella  2,  colonna  A,  previo  soddisfacimento  di
eventuali richieste di accredito, da parte dei comuni,  in  esito  al
riconoscimento, con sentenza passata in giudicato,  dei  benefici  di
cui all'art. 1, comma 1286, della legge 27 dicembre 2006, n. 296.