Art. 6 
 
                   Fruizione del credito d'imposta 
 
  1. Il credito d'imposta e' utilizzabile in  tre  quote  annuali  di
pari importo in ciascuno degli esercizi finanziari 2018, 2019 e 2020,
a decorrere dal quinto  giorno  lavorativo  successivo  a  quello  di
pubblicazione sul sito internet  istituzionale  dell'Ufficio  per  lo
sport  dell'elenco  dei  soggetti  cui  e'  riconosciuto  il  credito
medesimo, esclusivamente in compensazione, ai sensi dell'art. 17  del
decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, presentando il modello F24
esclusivamente attraverso i servizi telematici messi  a  disposizione
dall'Agenzia  delle  entrate,  pena  il  rifiuto  dell'operazione  di
versamento.  L'ammontare  del   credito   d'imposta   utilizzato   in
compensazione non deve eccedere l'importo concesso  dall'Ufficio  per
lo sport, pena lo scarto del modello F24. Ai fini del controllo degli
utilizzi delle tre quote annuali del credito d'imposta, l'Ufficio per
lo  sport,  prima  della  pubblicazione  sul  proprio  sito  internet
istituzionale  dell'elenco  dei  soggetti  cui  e'  riconosciuto   il
credito,  trasmette  detto  elenco  all'Agenzia  delle  entrate,  con
modalita' telematiche definite d'intesa indicando i codici fiscali di
tali soggetti e l'importo del  credito  riconosciuto  a  ciascuno  di
essi, nonche' le eventuali variazioni e revoche. 
  2.  I  fondi  occorrenti  per  la   regolazione   contabile   delle
compensazioni  esercitate  ai  sensi  del  presente   articolo   sono
trasferiti sulla contabilita' speciale n. 1778 ┬źAgenzia delle entrate
- Fondi di bilancio┬╗, aperta presso la Banca d'Italia. 
  3. Il credito d'imposta di cui al presente decreto  non  rileva  ai
fini  delle  imposte  sui  redditi  e  dell'imposta  regionale  sulle
attivita' produttive e e' indicato nella  dichiarazione  dei  redditi
relativa al periodo d'imposta in corso alla  data  di  riconoscimento
dello stesso e nelle dichiarazioni dei redditi relative ai periodi di
imposta successivi fino a quello nel corso del quale se  ne  conclude
l'utilizzo.