Art. 18 
 
      Proroga risorse volte a contrastare la poverta' educativa 
 
  1. All'articolo 105, comma 1, del decreto-legge 19 maggio 2020,  n.
34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77,
dopo il comma 3 e' aggiunto  il  seguente:  "3-bis.  Le  risorse  non
utilizzate di cui al comma 1,  lettera  b)  iscritte  sul  pertinente
capitolo del bilancio autonomo della Presidenza  del  Consiglio,  nel
limite di 15 milioni di' euro, possono essere spese fino al 30 giugno
2021. 
  2. Alla  compensazione  degli  effetti  finanziari  in  termini  di
fabbisogno e indebitamento netto  derivanti  dal  presente  articolo,
pari a 15 milioni di euro  per  l'anno  2021,  si  provvede  mediante
corrispondente riduzione del Fondo per la compensazione degli effetti
finanziari  non   previsti   a   legislazione   vigente   conseguenti
all'attualizzazione di contributi pluriennali, di cui all'articolo 6,
comma 2, del decreto-legge 7 ottobre 2008, n.  154,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 4 dicembre 2008, n. 189. 
 
          Riferimenti normativi 
 
              - Si riporta il testo dell'articolo 105, comma  1,  del
          citato decreto-legge n. 34 del 2020, come modificato  dalla
          presente legge: 
              «Art.  105  Finanziamento  dei  centri  estivi  2020  e
          contrasto alla poverta' educativa 
              1. Al fine di sostenere le famiglie, per l'anno 2020, a
          valere sul Fondo per le politiche della  famiglia,  di  cui
          all'articolo 19, comma 1, del decreto-legge 4 luglio  2006,
          n. 223, convertito con modificazioni dalla legge  4  agosto
          2006, n. 248, una quota di risorse e' destinata ai  comuni,
          per finanziare iniziative, anche in collaborazione con enti
          pubblici e privati, volte a introdurre: 
                a) interventi per il potenziamento dei centri  estivi
          diurni,  dei  servizi  socioeducativi  territoriali  e  dei
          centri con funzione educativa e ricreativa  destinati  alle
          attivita' dei minori di eta' compresa  tra  zero  e  sedici
          anni, per i mesi da giugno a settembre 2020; 
                b) progetti volti a contrastare la poverta' educativa
          e ad incrementare le opportunita' culturali e educative dei
          minori. 
              2. Il Ministro con delega per le  politiche  familiari,
          stabilisce i criteri per il riparto della quota di  risorse
          di cui al comma 1 e  ripartisce  gli  stanziamenti  per  le
          finalita' di cui alla lettera a) e, nella misura del 10 per
          cento delle risorse, per la finalita' di cui  alla  lettera
          b), previa intesa in sede di conferenza unificata, ai sensi
          dell'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997,  n.
          281. 
              3. Per le finalita' di cui al comma 1, il fondo di  cui
          al comma 1 medesimo e' incrementato di 150 milioni di  euro
          per l'anno 2020. Al relativo onere, pari a 150  milioni  di
          euro per l'anno 2020, si provvede  ai  sensi  dell'articolo
          265. 
              3-bis. Le risorse non utilizzate di  cui  al  comma  1,
          lettera b) iscritte sul pertinente  capitolo  del  bilancio
          autonomo della Presidenza del Consiglio, nel limite  di  15
          milioni di euro, possono essere spese  fino  al  30  giugno
          2021.». 
              -  Per  il  testo  dell'articolo  6,   comma   2,   del
          decreto-legge 7 ottobre 2008, n. 154, recante «Disposizioni
          urgenti per il contenimento  della  spesa  sanitaria  e  in
          materia di regolazioni contabili con le autonomie  locali»,
          si veda nei riferimenti normativi all'articolo 1.