Art. 9 
 
             Proroga di termini in materia di competenza 
                     del Ministero della difesa 
 
  1. All'articolo 17, comma 1, della legge 30 giugno 2009, n. 85,  la
parola "2020" e' sostituita dalla seguente: "2021". 
  2. Al fine di consentire all'Agenzia Industrie Difesa di proseguire
lo svolgimento delle attivita' istituzionali nelle more del  riordino
della  normativa  concernente  i  presupposti  per  l'iscrizione  nel
Registro nazionale delle imprese di cui all'articolo 44, comma 1, del
decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, il termine per l'iscrizione
dell'Agenzia nel predetto registro e' fissato al 31 dicembre 2021  e,
conseguentemente,  l'Agenzia  continua  a  operare   secondo   quanto
stabilito dall'articolo 30, primo comma, della legge 18 aprile  1975,
n. 110, e dall'articolo 16 del Testo Unico delle  Leggi  di  pubblica
sicurezza di cui al Regio decreto 18 giugno 1931, n. 773. 
 
          Riferimenti normativi 
 
              - Si riporta il testo dell'articolo 17, comma 1,  della
          legge 30 giugno 2009,  n.  85  (Adesione  della  Repubblica
          italiana al Trattato concluso il  27  maggio  2005  tra  il
          Regno del Belgio, la Repubblica federale  di  Germania,  il
          Regno di Spagna, la Repubblica francese, il  Granducato  di
          Lussemburgo, il Regno  dei  Paesi  Bassi  e  la  Repubblica
          d'Austria, relativo all'approfondimento della  cooperazione
          transfrontaliera, in particolare allo scopo di  contrastare
          il  terrorismo,  la  criminalita'  transfrontaliera  e   la
          migrazione illegale (Trattato di Prum).  Istituzione  della
          banca dati nazionale del DNA e del laboratorio centrale per
          la banca dati nazionale del  DNA.  Delega  al  Governo  per
          l'istituzione  dei  ruoli  tecnici  del  Corpo  di  polizia
          penitenziaria. Modifiche al codice di procedura  penale  in
          materia di accertamenti tecnici idonei  ad  incidere  sulla
          liberta' personale, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale  13
          luglio 2009, n. 160, Supplemento ordinario n. 108: 
              «Art. 17 Norme transitorie 
              1. I profili del DNA ricavati da reperti acquisiti  nel
          corso di procedimenti penali  anteriormente  alla  data  di
          entrata in vigore della presente legge, previo  nulla  osta
          dell'autorita' giudiziaria, sono trasferiti dalle Forze  di
          polizia alla banca dati  nazionale  del  DNA  entro  il  31
          dicembre 2021. 
              2. - 3. (Omissis).». 
              - Si riporta il testo dell'articolo 44,  comma  1,  del
          decreto  legislativo  15  marzo   2010,   n.   66   (Codice
          dell'ordinamento  militare),  pubblicato   nella   Gazzetta
          Ufficiale 8 maggio 2010, n. 106, Supplemento  ordinario  n.
          84: 
              «Art. 44 Registro nazionale delle imprese 
              1. Presso il Segretariato  generale  della  Difesa,  e'
          istituito il registro nazionale delle imprese e consorzi di
          imprese   operanti   nel   settore   della   progettazione,
          produzione,   importazione,   esportazione,   trasferimento
          intracomunitario,    intermediazione,    manutenzione     e
          lavorazioni comunque connesse di  materiale  di  armamento,
          precisate e suddivise secondo  le  funzioni  per  le  quali
          l'iscrizione puo' essere accettata. Copie di tale  registro
          nazionale e dei suoi aggiornamenti sono  trasmesse,  per  i
          fini della legge 9 luglio 1990, n. 185, ai Ministeri  degli
          affari esteri, dell'interno, dell'economia e delle  finanze
          e dello sviluppo economico. 
              2. - 13. (Omissis).». 
              - Si riporta il testo dell'articolo 30, comma 1,  della
          legge 18 aprile  1975,  n.  110  (Norme  integrative  della
          disciplina vigente  per  il  controllo  delle  armi,  delle
          munizioni e degli  esplosivi),  pubblicata  nella  Gazzetta
          Ufficiale 21 aprile 1975, n. 105: 
              «Art. 30  Armi,  munizioni  ed  esplosivi  delle  Forze
          armate e dei Corpi dello Stato 
              1 Le autorizzazioni  previste  dal  testo  unico  delle
          leggi di pubblica sicurezza 18 giugno  1931,  n.  773,  dal
          regio decreto 6 maggio  1940,  n.  635,  e  dalla  presente
          legge, nonche' gli adempimenti di  cui  agli  articoli  28,
          terzo comma, e 34 del citato testo  unico  delle  leggi  di
          pubblica sicurezza non sono richiesti per le armi, o  parti
          di esse, munizioni ed  esplosivi  appartenenti  alle  Forze
          armate ed ai Corpi armati dello Stato e  per  il  personale
          delle Forze armate e dei Corpi armati dello Stato impiegato
          nell'esercizio delle funzioni  e  degli  altri  compiti  di
          istituto. 
              2. (Omissis).». 
              - Si  riporta  il  testo  dell'articolo  16  del  Regio
          decreto 18 giugno 1931,  n.  773  (Approvazione  del  testo
          unico delle leggi di pubblica sicurezza), pubblicato  nella
          Gazzetta Ufficiale 26  giugno  1931,  n.  146,  Supplemento
          ordinario n. 146: 
              «Art. 16 articolo 15 T.U. 1926 
              Gli ufficiali e gli agenti di pubblica sicurezza  hanno
          facolta' di accedere in qualunque ora nei locali  destinati
          all'esercizio di attivita' soggette  ad  autorizzazioni  di
          polizia   e   di   assicurarsi    dell'adempimento    delle
          prescrizioni  imposte  dalla  legge,  dai   regolamenti   o
          dall'autorita'.».