Art. 2 
 
 
    Individuazione degli elenchi dettagliati dei nuovi interventi 
 
  1. Le regioni e le  province  autonome  predispongono,  nel  limite
delle risorse assegnate, gli elenchi degli interventi discendenti dai
Piani approvati entro il 31  dicembre  2021  dal  Dipartimento  della
protezione civile nell'ambito dell'investimento  2.1.b,  Missione  2,
Componente 4 del PNRR, da sottoporre all'approvazione  del  Capo  del
Dipartimento della protezione civile. 
  2. Gli elenchi di cui al comma 1  devono  contenere,  per  ciascuna
misura di cui all'art. 25, comma 2, lettere d)  ed  e),  del  decreto
legislativo 2 gennaio 2018, n. 1, la descrizione, l'importo, il  CUP,
e il soggetto attuatore. Ogni elenco dovra'  essere  accompagnato  da
una relazione che riporti la descrizione degli elementi a rischio, la
descrizione  del  rischio  residuo  e  il  livello  di  progettazione
disponibile. 
  3. Nell'individuazione degli  interventi  di  cui  al  comma  1  le
regioni e le province autonome hanno cura di: 
    i. garantire il rispetto delle regole di  ammissibilita'  proprie
del  PNRR,  tra  cui  il  principio  del  «non  arrecare   un   danno
significativo» all'ambiente (DNSH, «do no  significant  harm»),  come
specificato nella nota del 10 dicembre 2021, nonche' nella  circolare
del MEF - RGS n. 32 del 30 dicembre 2021, citate in premessa; 
    ii. garantire l'effettiva possibilita' di  procedere,  nei  tempi
compatibili con le scadenze di cui all'art. 3, all'espletamento della
gara per l'esecuzione delle opere con il successivo avvio dei  lavori
anche attraverso la valorizzazione degli interventi per  i  quali  lo
stato di attuazione del progetto ovvero  dell'iter  autorizzativo  e'
nella fase finale; 
    iii. valutare l'efficacia degli interventi ritenuti necessari per
contrastare determinate situazioni  di  criticita'  e  ricondurre  le
condizioni di vita e  di  lavoro  delle  popolazioni  colpite  ad  un
livello minimo accettabile anche  attraverso  interventi  strutturali
che possono costituire completamenti dei primi interventi avviati con
procedure di somma urgenza. 
  4.  Le  regioni  e  le  province  autonome,  entro  trenta   giorni
dall'approvazione degli elenchi di cui al  comma  1,  trasmettono  al
Dipartimento della protezione civile il cronoprogramma procedurale  e
di spesa per ciascun intervento.