Art. 17 
 
               Modalita' di svolgimento dei controlli 
 
  1. L'attivita' di vigilanza  delle  amministrazioni  competenti  e'
esercitata sulle scuole nautiche, le sedi secondarie e  i  luoghi  di
ormeggio ubicati nel territorio di competenza, anche tramite forme di
collaborazione istituzionale con le amministrazioni  a  vario  titolo
coinvolte. Dette  amministrazioni  assicurano  il  coordinamento  dei
controlli nel caso  di  scuole  nautiche  aventi  sedi  o  luoghi  di
ormeggio   ubicati   nei   territori   ricadenti   nella   competenza
territoriale di amministrazioni diverse. 
  2. I controlli, effettuati con cadenza almeno triennale, concernono
la gestione dell'attivita' di  scuola  nautica  e  il  permanere  dei
requisiti prescritti nel codice e  nel  presente  regolamento,  avuto
principale riguardo a: 
    a) presentazione della SCIA; 
    b) possesso e mantenimento dei requisiti soggettivi e oggettivi; 
    c) verifica della regolare  tenuta  del  registro  di  iscrizione
degli allievi; 
    d) verifica dei requisiti di idoneita' di insegnanti  di  teoria,
istruttori pratici, istruttori professionali di vela  e  responsabile
didattico; 
    e) verifica della regolare esecuzione  dei  corsi,  del  rispetto
dello svolgimento  dell'attivita'  di  formazione  e  della  corretta
gestione dell'attivita' della scuola nautica; 
    f) accertamento della avvenuta affissione al pubblico della  SCIA
recante la data di presentazione e il numero di protocollo  assegnato
o dell'autorizzazione gia' rilasciata; 
    g) affissione  al  pubblico  del  tariffario  e  degli  orari  di
apertura della scuola; 
    h) conformita'  delle  unita'  da  diporto  alle  caratteristiche
prescritte e assolvimento dell'obbligo assicurativo; 
    i)  idoneita'  e   completezza   delle   attrezzature   impiegate
nell'attivita' didattica; 
    l) caratteristiche dei locali adibiti alla attivita' didattica.