(all. 1 - art. 1)
                                                             Allegato

             ┬źSTANDARD PROFESSIONALE DELL'ACCONCIATORE┬╗

                            Acconciatore

                      Descrizione della figura.
    L'Acconciatore, ai sensi della legge n. 174/2005, e' la figura in
grado  di  esercitare  attivita  comprendenti tutti i trattamenti e i
servizi  volti  a  modificare,  migliorare,  mantenere  e  proteggere
l'aspetto stetico dei capelli, ivi compresi i trattamenti tricologici
complementari,  che  non  implicano  prestazioni di carattere medico,
curativo  o  sanitario,  nonche'  il taglio e il trattamento estetico
della barba, e ogni altro servizio inerente o complementare.
    E'  la figura professionalmente in grado di proporre e realizzare
per   la   clientela   prestazioni   conformi   e   funzionali   alle
caratteristiche  e  all'aspetto  della persona secondo i canoni delle
mode e dei costumi riconosciuti nelle diverse culture.
             Aree di attivita' / processi che presidia.
    L'Acconciatore  esercita  autonomamente  ed e' responsabile delle
seguenti attivita' relative all'intero processo di lavoro.
       A). Area della produzione del servizio di acconciatore.
    Predispone  e  gestire  l'accoglienza  del/la cliente utilizzando
modalita'   comunicative  verbali  e  non  verbali  appropriate,  con
particolare  attenzione alla gestione del tempo e alla rilevazione di
informazioni sul servizio richiesto;
    Realizzare  l'analisi  delle  caratteristiche del capello e della
barba per identificare i trattamenti e i prodotti idonei;
    Eseguire  i  trattamenti  in  base  all'analisi effettuata e alle
esigenze e desideri del/la cliente;
    Utilizzare  prodotti  e  apparecchiature idonei ai trattamenti da
eseguire, secondo standard di qualita' e conformemente alla normativa
vigente inmateria di igiene e sicurezza sul lavoro;
    Eseguire  taglio e acconciatura secondo canoni e stili estetici e
delle mode.
                 B). Area della gestione d'impresa.
    Organizzare  e manutenere l'ambiente di lavoro nel rispetto delle
norme igieniche, di sicurezz sul lavoro e di salvaguardia ambientale;
    Gestire l'attivita' contabile e amministrativa;
    Selezionare e gestire il personale;
    Organizzare la promozione dell'attivita' professionale;
    Gestire i rapporti con banche, associazioni di categoria, ecc.;
    Gestire i rapporti con i fornitori ed organizzare il magazzino.
                             Formazione.
  La  formazione  dell'Acconciatore  e' di competenza delle regioni e
delle  province  autonome di Trento e di Bolzano, che provvedono alla
definizione  degli  standard  dei  percorsi  formativi  nonche'  alla
programmazione   e  organizzazione  dei  corsi,  nel  rispetto  dello
standard  professionale  essenziale  definito  dal presente accordo e
sulla  base  delle  disposizioni  vigenti  in  materia  di formazione
professionale.
                            Esame finale.
    L'esame finale per il rilascio dell'abilitazione professionale di
acconciatore  dovra'  essere  organizzato  e  realizzato,  secondo le
normative  vigenti  di  regioni  e  province  autonome,  in  modo  da
verificare il possesso delle competenze adeguate per:
      la  predisposizione  di  un  ambiente  di  lavoro correttamente
attrezzato,    accogliente    e    rispondente    alle   disposizioni
igienico-sanitarie;
      l'analisi  dal  punto  di  vista  strutturale  e funzionale del
capello, cuoio capelluto e barba;
      il   taglio  dei  capelli  e  della  barba  sia  conforme  alla
morfologia viso-corpo ed alle specificita' stilistiche concordate con
il cliente;
      i capelli e la barba siano sottoposti a trattamenti tricologici
e  cosmetici secondo procedure e tecniche diversificate per tipologia
di capello ed obiettivo stilistico;
      la  messa  in  piega,  l'acconciatura  dei  capelli  e la barba
rispondano  alle caratteristiche d'aspetto, nonche' alle specificita'
stilistiche richieste dal cliente ed alla tipologia di evento;
      il  servizio  di  acconciatura sia erogato secondo gli standard
qualitativi previsti;
      la corretta redazione e conservazione dei documenti contabili e
amministrativi relativi alla conduzione dell'esercizio.
    Le regioni potranno avvalersi di enti autonomi o strumentali, per
l'organizzazione e la gestione degli esami.
    L'esame  dovra'  essere organizzato e gestito secondo principi di
trasparenza e tracciabilita' delle procedure.
                Riconoscimento dei crediti formativi.
  Spetta  alle  regioni  e  alle  province  autonome  di  Trento e di
Bolzano, nel contesto dei propri sistemi di formazione professionale,
definire  il  sistema  e  le  procedure  per  la certificazione delle
competenze  acquisite ed il loro riconoscimento in termini di crediti
formativi  in  analoghi  percorsi/contesti  formativi  ed  esperienze
lavorative pregresse.
Spendibilita' della qualifica abilitante all'esercizio dell'attivita'
                   professionale di acconciatore.
  L'abilitazione   all'esercizio  delle  attivita'  di  acconciatore,
rilasciata  con  le modalita' previste dalle disposizioni di ciascuna
regione  e  provincia  autonoma  di  Trento  e di Bolzano secondo gli
standard  professionali  e  di  certificazione finale di cui ai punti
precedenti, ha valore su tutto il territorio nazionale.