(Allegato-art. 3)
                               Art. 3. 
                         Zona di produzione 
 
    La zona di produzione dell'I.G.P. ¬ęPomodoro di Pachino¬Ľ,  di  cui
al presente disciplinare, comprende l'intero territorio  comunale  di
Pachino e Portopalo di Capo Passero e parte dei territori comunali di
Noto (prov. di Siracusa) ed Ispica  (provincia  di  Ragusa).  Per  la
delimitazione dei confini  sono  state  utilizzate  le  carte  I.G.M.
1:25000 ricadenti sui fogli: 
    Torre Vendicari 277 III  N.E.,  Pachino  277  III  S.E.,  Pantano
Longarini 277 III S.O., Pozzallo 276 II S.E. 
    Tale zona e' cosi' delimitata: 
    dalla  carta  I.G.M.  Torre  Vendicari  277  III   N.E.,   l'area
interessata alla coltivazione del pomodoro di  Pachino  inizia  dalla
foce del canale Saia Scirbia e prosegue lungo tale canale  fino  alla
intersezione con la strada provinciale  Pachino-Noto.  Prosegue  tale
strada in direzione Pachino fino alla strada provinciale Barracchino,
carta I.G.M. Pachino 277 III S.E. 
    Carta I.G.M. Pantano Longarini 277 III S.O. Si prosegue lungo  la
strada Barracchino fino alla intersezione con la  strada  provinciale
Pachino-Rosolini.  Si  prosegue  lungo  tale  strada,  in   direzione
Rosolini,   fino   all'incrocio    con    la    strada    provinciale
Agliastro-Buonivini. Da qui, si prosegue fino ad imboccare la  strada
vicinale Coste Fredde che si percorre fino ad intersecare  la  strada
provinciale n. 22 Pachino-Ispica. 
    La strada provinciale 22 si percorre fino al canale  di  bonifica
Lavinaro Passo Corrado. L'area interessata costeggia tale canale fino
alla intersezione con la strada Fondo Panze Saline  che  si  percorre
fino ad immettersi sulla strada provinciale n. 44 Pachino-Marza. 
    La strada provinciale 44 si percorre  fino  all'incrocio  con  la
strada provinciale della Marza n.  67  e  prosegue  lungo  la  strada
provinciale n. 50 (Bufali-Marza). Carta I.G.M. Pozzallo 276 II  S.E.,
la strada provinciale n. 50 (Bufali-Marza) si  percorre  fino  al  Km
VII/6, all'incrocio con la strada Iannuzzo  che  costeggia  l'omonimo
canale di Bonifica. 
    Si prosegue lungo tale strada  fino  a  raggiungere  il  mare  in
prossimita' della foce Vecchio al Km 5,50  della  strada  provinciale
67.