(Accordo)
Accordo di  interpretazione  autentica  dell'art.  41,  comma  5  del
  C.C.N.L. dei segretari comunali e provinciali del  16  maggio  2001
  per il quadriennio normativo 1998-2001 e per il  biennio  economico
  1998-1999 
 
    Premesso che, con ordinanza del 31 luglio 2020, emessa  ai  sensi
dell'art. 64 del decreto  legislativo  n.  165  del  30  marzo  2001,
pervenuta all'Aran, in data 3 agosto 2020, prot.  E  n.  0005090,  il
Tribunale civile di  Ferrara  -  Sez.  Lavoro  -  in  relazione  alla
controversia di lavoro iscritta al numero R.G. n. 276/2019 e promossa
da Ornella Cavallari contro Comune di Ferrara, ha  ritenuto  che  per
poter definire la controversia di cui al giudizio, e' necessario,  in
via pregiudiziale, risolvere la seguente questione interpretativa: 
      «se la funzione dirigenziale piu' elevata dell'ente in base  al
contratto collettivo dell'area  della  dirigenza  cui  rapportare  il
trattamento  economico   del   segretario   comunale   possa   essere
individuata anche in  quella  del  dirigente  con  rapporto  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 110, decreto legislativo  n.  267/2000
oppure se debba intendersi limitata alla funzione  dirigenziale  piu'
elevata  tra  i  dirigenti   con   rapporto   di   lavoro   a   tempo
indeterminato». 
    Rilevato che la questione controversa attiene all'interpretazione
dell'art.  41,  comma  5  del  C.C.N.L.  dei  segretari  comunali   e
provinciali del  16  maggio  2001  secondo  la  quale  «5.  Gli  enti
assicurano, altresi', nell'ambito delle  risorse  disponibili  e  nel
rispetto della capacita' di spesa, che la retribuzione  di  posizione
del segretario non sia inferiore a quella stabilita per  la  funzione
dirigenziale piu' elevata nell'ente in base al  contratto  collettivo
dell'area della dirigenza o, in assenza di dirigenti,  a  quello  del
personale incaricato della piu' elevata posizione organizzativa». 
    Tutto   quanto    sopra    valutato,    le    parti    concordano
l'interpretazione autentica dell'art. 41, comma 5 del C.C.N.L. del 16
maggio 2001 nel testo che segue: 
 
                               Art. 1. 
 
                Clausola di interpretazione autentica 
 
    1. La previsione dell'art. 41, comma 5 del C.C.N.L. del 16 maggio
2001  (quadriennio  1998-2001  e  biennio  1998-1999)   deve   essere
interpretata nel senso che gli  enti  assicurano,  nell'ambito  delle
risorse disponibili e nel rispetto  della  capacita'  di  spesa,  che
l'allineamento della retribuzione  di  posizione  del  segretario  si
applichi sia alla retribuzione di posizione del dirigente assunto con
contratto a tempo indeterminato, sia a quella del  dirigente  assunto
con contratto a tempo determinato nel caso in cui la retribuzione  di
posizione di quest'ultimo sia  stata  determinata  esclusivamente  in
applicazione  dei  limiti  e  delle   disposizioni   previste   dalla
contrattazione collettiva nazionale della dirigenza degli enti locali
e,  quindi,  a  seguito  di   regolare   pesatura   della   posizione
dirigenziale.